Archive for Dicembre 10th, 2014

  • Redazione di Operai Contro, ci mancava l’opinione di Napolitano Eccola: «La critica della politica e dei partiti, preziosa e feconda nel suo rigore, purché non priva di obiettività, senso della misura e capacità di distinguere è degenerata in anti-politica, cioè in patologia eversiva». Arriva decisa la condanna del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ad un sistema politico che «da due anni è afflitto dalla patologia dell’antipolitica».Un messaggio che in qualche modo deve far fischiare le orecchie a Beppe Grillo. Che cosi regisce: «Napolitano deve stare molto attento rischia che lo denunciamo per vilipendio del Movimento». «Necessario reagire all’antipolitica» «È […] 0

    PATOLOGIA EVERSIVA

    Redazione di Operai Contro, ci mancava l’opinione di Napolitano Eccola: «La critica della politica e dei partiti, preziosa e feconda nel suo rigore, purché non priva di obiettività, senso della misura e capacità di distinguere è degenerata in anti-politica, cioè in patologia eversiva». Arriva decisa la condanna del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ad un sistema politico che «da due anni è afflitto dalla patologia dell’antipolitica».Un messaggio che in qualche modo deve far fischiare le orecchie a Beppe Grillo. Che cosi regisce: «Napolitano deve stare molto attento rischia che lo denunciamo per vilipendio del Movimento». «Necessario reagire all’antipolitica» «È […]

    Continue Reading

  • ANSA Il rapporto del Senato Usa sulle torture della Cia scatena la reazione dei jihadisti, che su Twitter promettono ritorsioni. “Fratelli e sorelle, vendicatevi del serpente americano”, si legge in uno dei tweet. Lo rivela Site, il sito di intelligence che monitora l’attività online degli estremisti islamici. In altri tweet, riferisce Site, molti jihadisti usano la notizia delle torture per scopi di reclutamento alla guerra jihadista o per incitare agli attacchi. Mentre altri paragonano i metodi della Cia alle brutalita’ dell’Isis. “Essere decapitati e’ 100 volte piu’ umano, piu’ dignitoso di quello che queste sporche canaglie hanno fatto ai […] 0

    TORTURE USA

    ANSA Il rapporto del Senato Usa sulle torture della Cia scatena la reazione dei jihadisti, che su Twitter promettono ritorsioni. “Fratelli e sorelle, vendicatevi del serpente americano”, si legge in uno dei tweet. Lo rivela Site, il sito di intelligence che monitora l’attività online degli estremisti islamici. In altri tweet, riferisce Site, molti jihadisti usano la notizia delle torture per scopi di reclutamento alla guerra jihadista o per incitare agli attacchi. Mentre altri paragonano i metodi della Cia alle brutalita’ dell’Isis. “Essere decapitati e’ 100 volte piu’ umano, piu’ dignitoso di quello che queste sporche canaglie hanno fatto ai […]

    Continue Reading

  • Redazione, il  M5S di Grillo ha rappresentato il tentativo più serio di scardinare il ,malaffare del parlamento italiano. E’ fallito perché  gran parte degli eletti erano piccolo borghesi a caccia di soldi Purtroppo la lotta alla disonestà dei partiti non si può fare con la piccola borghesia Grillo non ha capito questo. Nonostante le espulsioni i corrotti nel M5S continuano Un 5 Stelle ’affare non era soltanto gestire i campi rom. Il sistema doveva funzionare. Ovunque. E quindi era importante avere gli uomini giusti nei posti giusti. Ed è proprio parlando di uomini giusti nei posti giusto che Salvatore […] 0

    il movimento 5 stelle di Grillo

    Redazione, il  M5S di Grillo ha rappresentato il tentativo più serio di scardinare il ,malaffare del parlamento italiano. E’ fallito perché  gran parte degli eletti erano piccolo borghesi a caccia di soldi Purtroppo la lotta alla disonestà dei partiti non si può fare con la piccola borghesia Grillo non ha capito questo. Nonostante le espulsioni i corrotti nel M5S continuano Un 5 Stelle ’affare non era soltanto gestire i campi rom. Il sistema doveva funzionare. Ovunque. E quindi era importante avere gli uomini giusti nei posti giusti. Ed è proprio parlando di uomini giusti nei posti giusto che Salvatore […]

    Continue Reading

  • Redazione, Dall’inizio dell’anno oltre 207.000 i migranti che hanno tentato la traversata Almeno 3.419 migranti hanno perso la vita nel Mar Mediterraneo da gennaio: questa traversata diventa così la “strada più mortale del mondo”, è un bilancio record. Lo annuncia l’agenzia Onu per i rifugiati. Dall’inizio dell’anno, afferma l’UNHCR, sono stati oltre 207.000 i migranti che hanno tentato di attraversare il Mar Mediterraneo: una cifra quasi tre volte superiore al precedente record del 2011 quando 70.000 migranti erano fuggiti dai loro paesi durante la primavera araba. Un senegalese Facebook Comments 0

    Agenzia Onu per i rifugiati: “3.419 morti in Mediterraneo nel 2014”. Bilancio record

    Redazione, Dall’inizio dell’anno oltre 207.000 i migranti che hanno tentato la traversata Almeno 3.419 migranti hanno perso la vita nel Mar Mediterraneo da gennaio: questa traversata diventa così la “strada più mortale del mondo”, è un bilancio record. Lo annuncia l’agenzia Onu per i rifugiati. Dall’inizio dell’anno, afferma l’UNHCR, sono stati oltre 207.000 i migranti che hanno tentato di attraversare il Mar Mediterraneo: una cifra quasi tre volte superiore al precedente record del 2011 quando 70.000 migranti erano fuggiti dai loro paesi durante la primavera araba. Un senegalese Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, ogni giorno è un bollettino di guerra: cupola mafiosa a Roma, Ndrangheta in Umbria, mafia a Milano e in tutta la Lombardia, Mafia a Venezia, amministrazioni che favoriscono i parenti in Emilia e Romagna, ecc La vecchia Mafia siciliana al confronto sembra una confraternità. La magistratura indaga, i carabinieri arrestano, i politici vengono assolti o condannati ai domiciliari Cinque milioni di disoccupati, operai in CIG, pensionati alla fame Redazione se non si fa la rivoluzione, se non si seppellisce per sempre il capitalismo, non so cosa di peggio ci può capitare Un lettore dal fatto […] 0

    MAFIA, NDRANGHETA, CAMORRA, AMMINISTRATORI CORROTTI, POLITICI CORROTTI, GANGSTER, PREGIUDICATI

    Redazione di Operai Contro, ogni giorno è un bollettino di guerra: cupola mafiosa a Roma, Ndrangheta in Umbria, mafia a Milano e in tutta la Lombardia, Mafia a Venezia, amministrazioni che favoriscono i parenti in Emilia e Romagna, ecc La vecchia Mafia siciliana al confronto sembra una confraternità. La magistratura indaga, i carabinieri arrestano, i politici vengono assolti o condannati ai domiciliari Cinque milioni di disoccupati, operai in CIG, pensionati alla fame Redazione se non si fa la rivoluzione, se non si seppellisce per sempre il capitalismo, non so cosa di peggio ci può capitare Un lettore dal fatto […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Linea dura del presidente del consiglio, Matteo Renzi, sulla corruzione. “I corrotti pagheranno tutto. Fino all’ultimo giorno, fino all’ultimo centesimo”,  scrive Renzi su Twitter. Cristo andava così bene. Tutti a parlare degli  80 euro, finalmente con il Jobs act i padroni avevano la libertà di licenziare, e loro i mafiosi della cupola romana rovinano tutto. Ora si parla di Carminati, Buffi, politici e amministratori mafiosi. Qualcuno arriva a chiedere le dimissioni di Marino, qualcuno azzarda le dimissioni di Renzi. Dall’Ansa “Giovedì mattina alle 8 porteremo quattro piccole grandi modifiche al codice penale” in materia di […] 0

    LA LINEA DURA

    Redazione di Operai Contro, Linea dura del presidente del consiglio, Matteo Renzi, sulla corruzione. “I corrotti pagheranno tutto. Fino all’ultimo giorno, fino all’ultimo centesimo”,  scrive Renzi su Twitter. Cristo andava così bene. Tutti a parlare degli  80 euro, finalmente con il Jobs act i padroni avevano la libertà di licenziare, e loro i mafiosi della cupola romana rovinano tutto. Ora si parla di Carminati, Buffi, politici e amministratori mafiosi. Qualcuno arriva a chiedere le dimissioni di Marino, qualcuno azzarda le dimissioni di Renzi. Dall’Ansa “Giovedì mattina alle 8 porteremo quattro piccole grandi modifiche al codice penale” in materia di […]

    Continue Reading