Archive for Dicembre 4th, 2014

  • Redazione di Operai contro, in Cecenia si riaccende la lotta contro i padroni russi Un vostro lerttore Cronaca del Corriere Notte di fuoco a Grozny, capitale della Cecenia, con un bilancio provvisorio di diciannove vittime. Il Comitato nazionale russo antiterrorismo, confermando quanto già anticipato da una fonte della sicurezza, parla di dieci poliziotti morti e 28 feriti negli scontri a fuoco contro i guerriglieri ceceni. Da parte sua, Ramzan Kadyrov, leader paramilitare della Cecenia, attuale primo ministro reggente, ha annunciato – come riporta l’agenzia Interfax – anche la morte di 9 ribelli. Decessi che porterebbero il numero totale dei […] 0

    La terza guerra mondiale

    Redazione di Operai contro, in Cecenia si riaccende la lotta contro i padroni russi Un vostro lerttore Cronaca del Corriere Notte di fuoco a Grozny, capitale della Cecenia, con un bilancio provvisorio di diciannove vittime. Il Comitato nazionale russo antiterrorismo, confermando quanto già anticipato da una fonte della sicurezza, parla di dieci poliziotti morti e 28 feriti negli scontri a fuoco contro i guerriglieri ceceni. Da parte sua, Ramzan Kadyrov, leader paramilitare della Cecenia, attuale primo ministro reggente, ha annunciato – come riporta l’agenzia Interfax – anche la morte di 9 ribelli. Decessi che porterebbero il numero totale dei […]

    Continue Reading

  • dal messaggero TERNI – Si torna al punto di partenza. Il salvataggio dell’Isrim si allontana. A denunciare una situazione di grande incertezza sono i sindacati. «Avendo registrato la disponibilità, nei fatti, attraverso la costituzione di Umbria Risorse, di due imprenditori ternani, Giuseppe Mascio e Ivano Emili, di presentare un progetto ai liquidatori della società Isrim, evitando il fallimento e – scrivono in una nota Cgil, Cisl e Uil – favorendo una azione di rilancio, l’Asm Terni, a parole ha dichiarato di essere della partita presentando un piano industriale ed impegnandosi per una serie di passaggi obbligati, con il Cda […] 0

    TERNI, ISRIM TUTTO RISOLTO, NIENTE RISOLTO

    dal messaggero TERNI – Si torna al punto di partenza. Il salvataggio dell’Isrim si allontana. A denunciare una situazione di grande incertezza sono i sindacati. «Avendo registrato la disponibilità, nei fatti, attraverso la costituzione di Umbria Risorse, di due imprenditori ternani, Giuseppe Mascio e Ivano Emili, di presentare un progetto ai liquidatori della società Isrim, evitando il fallimento e – scrivono in una nota Cgil, Cisl e Uil – favorendo una azione di rilancio, l’Asm Terni, a parole ha dichiarato di essere della partita presentando un piano industriale ed impegnandosi per una serie di passaggi obbligati, con il Cda […]

    Continue Reading

  • Nuove soluzioni per gli impiegati dell’area Cok. La denuncia arriva dai Liberi e Pensanti: “Bene salvaguardare i pasti ma chi pensa alla salute dei lavoratori?” Nello stabilimento Ilva di Taranto gli impiegati dell’area Cok non possono più andare a mensa nel modo consueto ma devono trovare altre “soluzioni”. Le tute indossate, infatti, potrebbero inquinare ambiente e indumenti. La denuncia arriva dal Comitato dei Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti. “La causa? – si legge in una nota – . Gli agenti contaminanti e cancerogeni presenti sulle tute, sulle scarpe e sugli indumenti di protezione, usati regolarmente durante l’orario di […] 0

    Ilva: “Tute inquinate per accedere alla mensa”

    Nuove soluzioni per gli impiegati dell’area Cok. La denuncia arriva dai Liberi e Pensanti: “Bene salvaguardare i pasti ma chi pensa alla salute dei lavoratori?” Nello stabilimento Ilva di Taranto gli impiegati dell’area Cok non possono più andare a mensa nel modo consueto ma devono trovare altre “soluzioni”. Le tute indossate, infatti, potrebbero inquinare ambiente e indumenti. La denuncia arriva dal Comitato dei Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti. “La causa? – si legge in una nota – . Gli agenti contaminanti e cancerogeni presenti sulle tute, sulle scarpe e sugli indumenti di protezione, usati regolarmente durante l’orario di […]

    Continue Reading

  • Cara Redazione, sarà anche vero che “un delirio al giorno (se assecondato) leva lo psichiatra di torno”, ma nel caso di Renzi penso proprio che neanche le classiche “10 gocce di Valium” di Vasco Rossi, possano bastare. Ben sapendo che in Italia i tavoli delle crisi aperte sono oltre 160, sentite cosa dice Renzi a proposito delle crisi industriali, si vanta dei licenziamenti comunque mascherati, come mezzo per risolvere le crisi aziendali. ” Nel giro di qualche mese abbiamo dato risposta alle crisi industriali italiane, mettendo mano alla geografia industriale del paese. ” Oggi abbiamo fatto Terni, poi c’è […] 0

    10 gocce di Valium

    Cara Redazione, sarà anche vero che “un delirio al giorno (se assecondato) leva lo psichiatra di torno”, ma nel caso di Renzi penso proprio che neanche le classiche “10 gocce di Valium” di Vasco Rossi, possano bastare. Ben sapendo che in Italia i tavoli delle crisi aperte sono oltre 160, sentite cosa dice Renzi a proposito delle crisi industriali, si vanta dei licenziamenti comunque mascherati, come mezzo per risolvere le crisi aziendali. ” Nel giro di qualche mese abbiamo dato risposta alle crisi industriali italiane, mettendo mano alla geografia industriale del paese. ” Oggi abbiamo fatto Terni, poi c’è […]

    Continue Reading

  •   Caro Operai Contro, oggi più di ieri gli operai sono autorizzati ad andare a prendere Renzi e dargli il benservito! Ha abolito l’articolo 18 con 166 SI e 112 NO, il capo del governo esulta per i 54 voti di differenza, e aggiunge: ” L’ultima fiducia era finita 163 a 120, dunque l’opposizione ne perde altri otto e sono quei grillini che non votano più la sfiducia “. Il provocatore capo del governo, insiste col linguaggio calcistico, (il 2 a 0 sfornato alle regionali), per dire com’è stato bravo a tagliare l’articolo 18. Anche i “dissidenti” che nel […] 0

    Renzi ha abolito l’articolo 18

      Caro Operai Contro, oggi più di ieri gli operai sono autorizzati ad andare a prendere Renzi e dargli il benservito! Ha abolito l’articolo 18 con 166 SI e 112 NO, il capo del governo esulta per i 54 voti di differenza, e aggiunge: ” L’ultima fiducia era finita 163 a 120, dunque l’opposizione ne perde altri otto e sono quei grillini che non votano più la sfiducia “. Il provocatore capo del governo, insiste col linguaggio calcistico, (il 2 a 0 sfornato alle regionali), per dire com’è stato bravo a tagliare l’articolo 18. Anche i “dissidenti” che nel […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, padroni bianchi e neri, hanno stabilito che non è reato ammazzare i poveri cristi, neri-gialli-bianchi. Il gran giuri di New York ha deciso di non incriminare il poliziotto Daniel Pantaleo che il 17 luglio scorso aggredì, dopo una discussione, un venditore di sigarette di contrabbando afroamericano di Staten Island, Eric Garner, strangolandolo. Gli USA sono peggio di qualsiasi paese del mondo. La protesta esplode Un vostro lettore Facebook Comments 0

    USA, NON E’ REATO AMMAZZARE I NERI

    Redazione di Operai Contro, padroni bianchi e neri, hanno stabilito che non è reato ammazzare i poveri cristi, neri-gialli-bianchi. Il gran giuri di New York ha deciso di non incriminare il poliziotto Daniel Pantaleo che il 17 luglio scorso aggredì, dopo una discussione, un venditore di sigarette di contrabbando afroamericano di Staten Island, Eric Garner, strangolandolo. Gli USA sono peggio di qualsiasi paese del mondo. La protesta esplode Un vostro lettore Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione, vi invio una cronaca della giornata di ieri LE PROTESTE CONTRO IL JOBS ACT – Intanto nel pomeriggio a Roma si sono registrati momenti di tensione al corteo contro il Jobs act con cariche sui manifestanti. Secondo quanto si è appreso da fonti polizia, si è trattato di un “intervento di contenimento” dopo diversi tentativi da parte dei manifestanti di forzare i cordoni delle forze dell’ordine. La carica di alleggerimento è avvenuta su via delle Botteghe Oscure. Secondo gli organizzatori del corteo ci sarebbero almeno tre feriti fra i manifestanti. Si tratterebbe di due studenti di Napoli e di un precario. […] 0

    RENZI, CON IL JOBS ACT L’ITALIA CAMBIA. MA VA?

    Redazione, vi invio una cronaca della giornata di ieri LE PROTESTE CONTRO IL JOBS ACT – Intanto nel pomeriggio a Roma si sono registrati momenti di tensione al corteo contro il Jobs act con cariche sui manifestanti. Secondo quanto si è appreso da fonti polizia, si è trattato di un “intervento di contenimento” dopo diversi tentativi da parte dei manifestanti di forzare i cordoni delle forze dell’ordine. La carica di alleggerimento è avvenuta su via delle Botteghe Oscure. Secondo gli organizzatori del corteo ci sarebbero almeno tre feriti fra i manifestanti. Si tratterebbe di due studenti di Napoli e di un precario. […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, in Italia, un gangster  presidente del consiglio si accorda con un pregiudicato per governare. Un parlamento nominato dai partiti pieno di inquisiti e truffatori E ora ci si meraviglia della cupola mafiosa di Roma? C’era da meravigliarsi se gli amministratori di Roma e i politici fossero stati tutti onesti. La Mafia non è solo in Sicilia è in ogni città La mafia è nel parlamento dei padroni Italiani Da sempre i padroni si sono alleati con i delinquenti comuni. Non esiste capitalismo senza mafia Questo è in tutto il mondo In ogni caso non preoccupiamoci […] 0

    ROMA: Il giorno dopo la grande retata

    Redazione di Operai Contro, in Italia, un gangster  presidente del consiglio si accorda con un pregiudicato per governare. Un parlamento nominato dai partiti pieno di inquisiti e truffatori E ora ci si meraviglia della cupola mafiosa di Roma? C’era da meravigliarsi se gli amministratori di Roma e i politici fossero stati tutti onesti. La Mafia non è solo in Sicilia è in ogni città La mafia è nel parlamento dei padroni Italiani Da sempre i padroni si sono alleati con i delinquenti comuni. Non esiste capitalismo senza mafia Questo è in tutto il mondo In ogni caso non preoccupiamoci […]

    Continue Reading

  •   È vero, la Sicilia, terra di contraddizioni, offre molti spunti giornalistici, ecco allora la necessità di inglobare tante vicende in un unico articolo. Cominciamo con ordine. LA (NUOVA?) EMERGENZA RIFIUTI. In Sicilia si sta consumando un’altra emergenza rifiuti, forse la più seria perché strutturale e non contingente. Di questo problema ne ho parlato già su altri articoli, http://www.operaicontro.it/?p=9755709978, e già più di un anno fa si delineava chiaramente tutta la gravità della gestione dei rifiuti nell’Isola. In effetti, in tutto questo tempo, non si è fatto nulla per risolvere i problemi, adesso sta accadendo quello che più si […] 0

    ULTIME NOTIZIE DALLA SICILIA: TRA LE (SOLITE) EMERGENZE E (NUOVI) DEBITI.

      È vero, la Sicilia, terra di contraddizioni, offre molti spunti giornalistici, ecco allora la necessità di inglobare tante vicende in un unico articolo. Cominciamo con ordine. LA (NUOVA?) EMERGENZA RIFIUTI. In Sicilia si sta consumando un’altra emergenza rifiuti, forse la più seria perché strutturale e non contingente. Di questo problema ne ho parlato già su altri articoli, http://www.operaicontro.it/?p=9755709978, e già più di un anno fa si delineava chiaramente tutta la gravità della gestione dei rifiuti nell’Isola. In effetti, in tutto questo tempo, non si è fatto nulla per risolvere i problemi, adesso sta accadendo quello che più si […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro La legge Mosca fu varata nel 1974 per concedere prebende ai burocrati dei partiti borghesi di destra e di sinistra, sotto forma di benefici pensionistici. Per gli operai esposti all’amianto e ad altre sostanze cancerogene , contratte mentre producevano profitti per i padroni, dimostrare l’avvenuta esposizione è stata ed è una battaglia lunghissima fatta di avvocati, giudici, periti di parte ecc. Spesso molti operai si vedono rifiutato in appello o in cassazione anche quella miseria di benefici pensionistici legati alla 257/92, altre volte le sentenze arrivano quando gli operai sono già morti tra atroci sofferenze.  I […] 0

    Del pesce, della testa e…. de lo principio del fetore

    Caro Operai Contro La legge Mosca fu varata nel 1974 per concedere prebende ai burocrati dei partiti borghesi di destra e di sinistra, sotto forma di benefici pensionistici. Per gli operai esposti all’amianto e ad altre sostanze cancerogene , contratte mentre producevano profitti per i padroni, dimostrare l’avvenuta esposizione è stata ed è una battaglia lunghissima fatta di avvocati, giudici, periti di parte ecc. Spesso molti operai si vedono rifiutato in appello o in cassazione anche quella miseria di benefici pensionistici legati alla 257/92, altre volte le sentenze arrivano quando gli operai sono già morti tra atroci sofferenze.  I […]

    Continue Reading