Nokia Siemes e le sue aderenze.

Egregio Direttore Dopo la rioccupazione della fabbrica ieri, oggi il blocco stradale degli operai Jabil, ha scatenato l’ira di un portavalori col furgonato e di un commercialista con un audi TT. Il primo ha puntato la pistola, prima al fianco di due operaie e poi contro tutti gli operai intorno. Il secondo è sceso dal suo bolide cercando di menare le mani, ma è si fatto improvvisamente riflessivo dopo che, gli operai che voleva colpire l’hanno dissuaso con i dovuti modi. Strati borghesi e loro prezzolati servitori, s’incazzano se gli operai lottano e bloccano la strada dopo essere stati […]
Condividi:

Egregio Direttore

Dopo la rioccupazione della fabbrica ieri, oggi il blocco stradale degli operai Jabil, ha scatenato l’ira di un portavalori col furgonato e di un commercialista con un audi TT.

Il primo ha puntato la pistola, prima al fianco di due operaie e poi contro tutti gli operai intorno.

Il secondo è sceso dal suo bolide cercando di menare le mani, ma è si fatto improvvisamente riflessivo dopo che, gli operai che voleva colpire l’hanno dissuaso con i dovuti modi.

Strati borghesi e loro prezzolati servitori, s’incazzano se gli operai lottano e bloccano la strada dopo essere stati licenziati e presi in giro finora dalla Nokia e dalle istituzioni.

Il tempo della ragionevole pazienza è scaduto.

Nokia e le istituzioni che le han dato corda finora, saranno costrette a malincuore, a dover prenderne atto.

Passate dal presidio Jabil, per saperne di più sulla lotta in corso e le prossime iniziative.

Saluti dal presidio Jabil di Cassina dè Pecchi.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.