LA RIVOLTA IN EGITTO E’ RIPRESA

Condividi:

La rivolta in Egitto e’ ripresa.

I borghesi occidentali volevano farci credere che sostituito Mubarak con il capo dei suoi agenti torturatori tutto era tranquillo.

Il popolo egiziano non la pensa cosi.

Battaglia campale per tutta la giornata tra polizia militare e manifestanti in piazza Abbaseya, in una zona relativamente centrale del Cairo, all’inizio della grande strada che porta al ministero della Difesa.

i feriti accertati sono almneo 129. Gli scontri sono avvenuti a due giorni di distanza da altri incidenti nella stessa piazza con un bilancio ufficiale di 12 morti e centinaia di feriti ed a venti dalle elezioni presidenziali, in programma il 23 ed il 24 maggio. I bollettini ufficiali del ministero della sanita’ parlano soltanto di 129 feriti, 82 dei quali ricoverati in ospedale. Altre fonti riferiscono di 500 persone intossicate dai lacrimogeni sparati dall’esercito. La tensione e’ alle stelle, tanto che il Consiglio Supremo delle Forze Armate ha imposto un coprifuoco nella zona degli scontri dalle 23 di stasera alle 7 di domattina. I militari hanno compiuto decine di arresti – il numero sarebbe di 170 – di persone accusate di aver sparato contro i soldati o di aver partecipato ai disordini.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.