Archive for Maggio 10th, 2012

  • Ormai sappiamo tutti cosa hanno in comune Luigi Lusi, ex capo dei boy scout italiani, e Francesco Belsito, ex buttafuori nelle discoteche della riviera ligure. Quello che forse non tutti sanno, invece, e’ che delle 39 proposte di riforma tuttora in parlamento, nemmeno una propone una diminuzione dei rimborsi elettorali per i partiti. Ma soprattutto, come funziona il sistema che negli anni ha raggirato l’abolizione del finanziamento pubblico? [a]http://www.youtube.com/watch?v=AMgVKc8xxos&feature=endscreen[/a] Facebook Comments 0

    RIMBORSI ELETTORALI

    Ormai sappiamo tutti cosa hanno in comune Luigi Lusi, ex capo dei boy scout italiani, e Francesco Belsito, ex buttafuori nelle discoteche della riviera ligure. Quello che forse non tutti sanno, invece, e’ che delle 39 proposte di riforma tuttora in parlamento, nemmeno una propone una diminuzione dei rimborsi elettorali per i partiti. Ma soprattutto, come funziona il sistema che negli anni ha raggirato l’abolizione del finanziamento pubblico? [a]http://www.youtube.com/watch?v=AMgVKc8xxos&feature=endscreen[/a] Facebook Comments

    Continue Reading

  • In Siria la lotta contro la dittatura va avanti da mesi. Migliaia di morti e feriti. I democratici occidentali che hanno bombardato la Libia per impossessarsi del petrolio, minacciano ma stanno fermi. Se cade la Siria, cade uno dei pilastri della stabilita’ dei padroni nel medio oriente. Facebook Comments 0

    LA PRIMAVERA SIRIANA

    In Siria la lotta contro la dittatura va avanti da mesi. Migliaia di morti e feriti. I democratici occidentali che hanno bombardato la Libia per impossessarsi del petrolio, minacciano ma stanno fermi. Se cade la Siria, cade uno dei pilastri della stabilita’ dei padroni nel medio oriente. Facebook Comments

    Continue Reading

  • PEACEREPORTER Hunger Palestina 8 maggio 2012 Paola Caridi InvisibleArabs 1550 uomini. Questo e’ il numero approssimativo dei detenuti palestinesi in sciopero della fame. 1550, forse di piu’. Perche’ alcune fonti parlano di duemila, altre di 2500. Potrebbe essere una cifra esagerata. E allora fermiamoci ai 1550. 1550 uomini in sciopero della fame, in una protesta partita formalmente il 17 aprile scorso, il [k]giorno dei prigionieri[k]. 1550 detenuti palestinesi che nelle carceri israeliane rifiutano il cibo. Di sicuro da venti giorni, il che non e’ uno scherzo. Alcuni di loro, pero’, non mangiano (per protesta) non da venti, bensi da […] 0

    HUNGER PALESTINA

    PEACEREPORTER Hunger Palestina 8 maggio 2012 Paola Caridi InvisibleArabs 1550 uomini. Questo e’ il numero approssimativo dei detenuti palestinesi in sciopero della fame. 1550, forse di piu’. Perche’ alcune fonti parlano di duemila, altre di 2500. Potrebbe essere una cifra esagerata. E allora fermiamoci ai 1550. 1550 uomini in sciopero della fame, in una protesta partita formalmente il 17 aprile scorso, il [k]giorno dei prigionieri[k]. 1550 detenuti palestinesi che nelle carceri israeliane rifiutano il cibo. Di sicuro da venti giorni, il che non e’ uno scherzo. Alcuni di loro, pero’, non mangiano (per protesta) non da venti, bensi da […]

    Continue Reading