Archive for Febbraio 27th, 2012

  • OPERAI E CAMERIERI Anche se e’ passato gia’ molto tempo dal loro allontanamento dalla fabbrica , noi operai abbiamo accolto con entusiasmo la sentenza favorevole a Giovanni Barrozzino, Antonio Lamorte e Marco Pignatelli della Fiom-CGIL. La notizia della sentenza favorevole ai tre compagni licenziati non e’ andata giu’ non solo alla Fiat ma anche a personaggi che nulla hanno a che fare con gli interessi di noi operai. La Fiat che ha fatto e continua a fare quello che vuole ha gia’ annunciato che non fara’ rientrare in fabbrica Giovanni, Antonio e Marco fino alla sentenza di cassazione e […] 0

    OPERAI E CAMERIERI

    OPERAI E CAMERIERI Anche se e’ passato gia’ molto tempo dal loro allontanamento dalla fabbrica , noi operai abbiamo accolto con entusiasmo la sentenza favorevole a Giovanni Barrozzino, Antonio Lamorte e Marco Pignatelli della Fiom-CGIL. La notizia della sentenza favorevole ai tre compagni licenziati non e’ andata giu’ non solo alla Fiat ma anche a personaggi che nulla hanno a che fare con gli interessi di noi operai. La Fiat che ha fatto e continua a fare quello che vuole ha gia’ annunciato che non fara’ rientrare in fabbrica Giovanni, Antonio e Marco fino alla sentenza di cassazione e […]

    Continue Reading

  • DAL FATTO QUOTIDIANO Nel sesto giorno di proteste dopo il ritrovamento alla base di Bagram, in Afghanistan, di copie del Corano date alle fiamme con la spazzatura, un manifestante e’ morto e molti altri sono rimasti feriti in una manifestazione culminata nel lancio di una granata contro una postazione militare di Isaf nella provincia settentrionale di Kunduz. Nell[k]episodio sono rimasti feriti anche sei soldati della Nato e una quindicina di membri delle forze di sicurezza afgane. Nell[k]area di Imam Sahib, uno dei distretti della capitale provinciale dove ha sede il compound Nato, si erano radunate domenica mattina circa 2mila […] 0

    AFGHANISTAN, RIVOLTA CONTRO GLI OCCUPANTI

    DAL FATTO QUOTIDIANO Nel sesto giorno di proteste dopo il ritrovamento alla base di Bagram, in Afghanistan, di copie del Corano date alle fiamme con la spazzatura, un manifestante e’ morto e molti altri sono rimasti feriti in una manifestazione culminata nel lancio di una granata contro una postazione militare di Isaf nella provincia settentrionale di Kunduz. Nell[k]episodio sono rimasti feriti anche sei soldati della Nato e una quindicina di membri delle forze di sicurezza afgane. Nell[k]area di Imam Sahib, uno dei distretti della capitale provinciale dove ha sede il compound Nato, si erano radunate domenica mattina circa 2mila […]

    Continue Reading

  • Facebook Comments 0

    OPERAI E LAVORATORI RINGRAZIANO

    Facebook Comments

    Continue Reading

  • CORRIERE Prima il danno, cioe’ la notizia che le arance con le quali Coca Cola produce la Fanta vengono raccolte negli agrumeti calabresi da centinaia di africani irregolari che percepiscono una paga da fame. Ora la beffa, con la stessa multinazionale che pare aver disdetto le ordinazioni alle aziende della Piana di Rosarno. A darne notizia e’ il primo cittadino della citta’ reggina, Elisabetta Tripodi, che si dice preoccupata per le ricadute economiche (e forse anche sociali) che questa decisione di Coca Cola potra’ avere sul suo territorio. Un territorio delicato e particolare, dove gli agrumeti sono fra le […] 0

    ARANCE AMARE

    CORRIERE Prima il danno, cioe’ la notizia che le arance con le quali Coca Cola produce la Fanta vengono raccolte negli agrumeti calabresi da centinaia di africani irregolari che percepiscono una paga da fame. Ora la beffa, con la stessa multinazionale che pare aver disdetto le ordinazioni alle aziende della Piana di Rosarno. A darne notizia e’ il primo cittadino della citta’ reggina, Elisabetta Tripodi, che si dice preoccupata per le ricadute economiche (e forse anche sociali) che questa decisione di Coca Cola potra’ avere sul suo territorio. Un territorio delicato e particolare, dove gli agrumeti sono fra le […]

    Continue Reading

  • Biglietti prego! Incredibile, anzi credete a chi c’era, i puffi vestiti di blu, irrompono sul treno NO TAV di ritorno a Milano, reprimendo i passeggeri, con la scusa del biglietto, si voleva forse vidimare il biglietto col manganello? oppure siccome la grandiosa (ed ennesima) manifestazione NO TAV era filata “liscia” ed ai “soliti noti col manganello” prudevano le mani, (ma non potevano etichettare il movimento con i soliti termini che ormai non fanno piu’ presa su nessuno, es. sovversivi, violenti, black block, comunisti, anarchici ….ecc….ecc…), hanno pensato di aggredire i manifestanti fin sopra le carrozze intrappolandoli con i gas […] 0

    BIGLIETTI PREGO

    Biglietti prego! Incredibile, anzi credete a chi c’era, i puffi vestiti di blu, irrompono sul treno NO TAV di ritorno a Milano, reprimendo i passeggeri, con la scusa del biglietto, si voleva forse vidimare il biglietto col manganello? oppure siccome la grandiosa (ed ennesima) manifestazione NO TAV era filata “liscia” ed ai “soliti noti col manganello” prudevano le mani, (ma non potevano etichettare il movimento con i soliti termini che ormai non fanno piu’ presa su nessuno, es. sovversivi, violenti, black block, comunisti, anarchici ….ecc….ecc…), hanno pensato di aggredire i manifestanti fin sopra le carrozze intrappolandoli con i gas […]

    Continue Reading