Archive for Maggio 23rd, 2016

  • Redazione di Operai Contro, Il verde Alexander Van der Bellen ha vinto le elezioni in Austria per un soffio con il 50,3% dopo lo spoglio dei voti per posta sconfiggendo l’ultranazionalista Norbert Hofer, staccato di soli 31mila voti. Quando gli operai non scendono in guerra con decisione contro i padroni, la maggioranza della popolazione viene divisa tra le varie fazioni borghesi. Alla lunga i borghesi nazionalisti conquisteranno la maggioranza della popolazione la guerra degli operai Francesi contro i padroni francesi ha dimostrato che se gli operai scendono in piazza decisi a combattere, conquistano la maggioranza della popoloazione. Gli operai […] 0

    OPERAI ORGANIZZIAMOCI PER LO SCONTRO APERTO CON I PADRONI

    Redazione di Operai Contro, Il verde Alexander Van der Bellen ha vinto le elezioni in Austria per un soffio con il 50,3% dopo lo spoglio dei voti per posta sconfiggendo l’ultranazionalista Norbert Hofer, staccato di soli 31mila voti. Quando gli operai non scendono in guerra con decisione contro i padroni, la maggioranza della popolazione viene divisa tra le varie fazioni borghesi. Alla lunga i borghesi nazionalisti conquisteranno la maggioranza della popolazione la guerra degli operai Francesi contro i padroni francesi ha dimostrato che se gli operai scendono in piazza decisi a combattere, conquistano la maggioranza della popoloazione. Gli operai […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, il 22 maggio 2016 il Corriere ha pubblicato un articolo dal titolo: ” I robot «assassini» di operai: 60 mila licenziati in una fabbrica cinese” L’automazione industriale di per se non licenzia nessun operaio, ma è solo l’evidenza che è giunto il momento per gli operai di liberarsi dal lavoro salariato. Sono i padroni che condannano alla fame milioni di operai. Sono i padroni che utilizzano l’automazione per aumentare la produttività degli operai a cui viene lasciata la condanna di restare in fabbrica. I robot sono macchine che costano meno degli operai. I padroni Cinesi […] 0

    I robot «assassini» di operai: 60 mila licenziati in una fabbrica cinese

    Redazione di Operai Contro, il 22 maggio 2016 il Corriere ha pubblicato un articolo dal titolo: ” I robot «assassini» di operai: 60 mila licenziati in una fabbrica cinese” L’automazione industriale di per se non licenzia nessun operaio, ma è solo l’evidenza che è giunto il momento per gli operai di liberarsi dal lavoro salariato. Sono i padroni che condannano alla fame milioni di operai. Sono i padroni che utilizzano l’automazione per aumentare la produttività degli operai a cui viene lasciata la condanna di restare in fabbrica. I robot sono macchine che costano meno degli operai. I padroni Cinesi […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i padroni americani sono alla ricerca del presidente USA nel periodo di crisi Gli imbecilli dei giornali europei avevano sposato la tesi della Clinton democratica contro Il Trump reazionario Clinton e Trump sono ambedue reazionari che rappresentano due cordate diverse di capitale finanziario. Clinton oltre i voti dei padroni della sua cordata, punta ai voti dei pochi emigrati che vanno a votare negli USA. Trump iltre i voti dei padroni della sua cordata punta ai voti dei poveri cristi della ricca USA. Chiunque vincerà sarà al servizio dell’imperialismo USA Un lettore Hillary e’ sempre piu’ […] 0

    USA: CHI VINCERA’ ?

    Redazione di Operai Contro, i padroni americani sono alla ricerca del presidente USA nel periodo di crisi Gli imbecilli dei giornali europei avevano sposato la tesi della Clinton democratica contro Il Trump reazionario Clinton e Trump sono ambedue reazionari che rappresentano due cordate diverse di capitale finanziario. Clinton oltre i voti dei padroni della sua cordata, punta ai voti dei pochi emigrati che vanno a votare negli USA. Trump iltre i voti dei padroni della sua cordata punta ai voti dei poveri cristi della ricca USA. Chiunque vincerà sarà al servizio dell’imperialismo USA Un lettore Hillary e’ sempre piu’ […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, “ma qual è il male pavese?” Se lo chiede l’articolo sul Correre della Sera del 12 maggio. Una domanda pro forma, che ha la sua risposta nel titolo dell’articolo stesso: “La grande recessione”. Le imprese manifatturiere di Pavia e provincia, sono calate dalle 5.820 del 2005, alle 4.477 del 2015. 1.343 aziende in meno, un calo del 23%. Quanti licenziamenti e posti di lavoro in meno ha causato la chiusura di 1.343 imprese di cui molte grandi fabbriche? Il Corriere non lo dice, ma si chiede se, data la recessione, sia troppo: “parlare di un mezzogiorno […] 0

    Il male oscuro del pavese

    Caro Operai Contro, “ma qual è il male pavese?” Se lo chiede l’articolo sul Correre della Sera del 12 maggio. Una domanda pro forma, che ha la sua risposta nel titolo dell’articolo stesso: “La grande recessione”. Le imprese manifatturiere di Pavia e provincia, sono calate dalle 5.820 del 2005, alle 4.477 del 2015. 1.343 aziende in meno, un calo del 23%. Quanti licenziamenti e posti di lavoro in meno ha causato la chiusura di 1.343 imprese di cui molte grandi fabbriche? Il Corriere non lo dice, ma si chiede se, data la recessione, sia troppo: “parlare di un mezzogiorno […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro. La ministra Boschi è la voce della verità La ministra Boschi ha dichiarato che il padre è una persona onesta Bisogna chiederlo ai truffati della banca Etruria La ministra Boschi ha dichiarato che i veri partigiani voteranno SI al Refendum La ministra Boschi dichiara che l’intera ANPI è fatta di truffatori Un Pisano Facebook Comments 0

    BOSCHI: LA VOCE DELLA VERITA’

    Redazione di Operai Contro. La ministra Boschi è la voce della verità La ministra Boschi ha dichiarato che il padre è una persona onesta Bisogna chiederlo ai truffati della banca Etruria La ministra Boschi ha dichiarato che i veri partigiani voteranno SI al Refendum La ministra Boschi dichiara che l’intera ANPI è fatta di truffatori Un Pisano Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di operai Contro, Il ballottaggio per le elezioni per il sindaco di Bolzano ha registrato un’affluenza del 41,21%, che rappresenta un crollo di quasi 15 punti in confronto al primo turno, quando il 56,10% degli 80.000 aventi diritto si sono recati alle urne. Ormai andranno a votare i padroni, i politici, i funzionari dell’amministrazione e i loro familiari La chiameranno la democrazia dei parassiti Un Bolzanino   Facebook Comments 0

    GLI ASTENSIONISTI CON IL 59% DEI VOTI SONO IL PRIMO PARTITO DI BOLZANO

    Redazione di operai Contro, Il ballottaggio per le elezioni per il sindaco di Bolzano ha registrato un’affluenza del 41,21%, che rappresenta un crollo di quasi 15 punti in confronto al primo turno, quando il 56,10% degli 80.000 aventi diritto si sono recati alle urne. Ormai andranno a votare i padroni, i politici, i funzionari dell’amministrazione e i loro familiari La chiameranno la democrazia dei parassiti Un Bolzanino   Facebook Comments

    Continue Reading