Archive for Febbraio 15th, 2013

  • Contestazione per Massimo Mucchetti, il vicedirettore del Corriere capolista al Senato per il Partito democratico. E’ accaduto la mattina del 15 febbraio a Milano, al Teatro Carcano, nel corso di un’assemblea della Fiom-Cgil. La contestazione è stata fermata con l’intervento del segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, che poi tuttavia ha difeso i suoi iscritti affermando che l’episodio è “normale per un’assemblea di fabbrica di metalmeccanici”. Quando è partita la contestazione, Mucchetti stava difendendo la riforma Fornero sull’articolo 18. “Il Pd non porta avanti le richieste di una categoria piuttosto che un’altra”, ha spiegato successivamente, “e con la Fiom c’è […] 0

    MUCCHETTI CONTESTATO DALLA FIOM SULL’ARTICOLO 18

    Contestazione per Massimo Mucchetti, il vicedirettore del Corriere capolista al Senato per il Partito democratico. E’ accaduto la mattina del 15 febbraio a Milano, al Teatro Carcano, nel corso di un’assemblea della Fiom-Cgil. La contestazione è stata fermata con l’intervento del segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, che poi tuttavia ha difeso i suoi iscritti affermando che l’episodio è “normale per un’assemblea di fabbrica di metalmeccanici”. Quando è partita la contestazione, Mucchetti stava difendendo la riforma Fornero sull’articolo 18. “Il Pd non porta avanti le richieste di una categoria piuttosto che un’altra”, ha spiegato successivamente, “e con la Fiom c’è […]

    Continue Reading

  • Egregio Direttore, gli operai sono esclusi perfino dalle promesse elettorali, come se non esistessero. Considerati  impotenti al punto che i partiti borghesi, non si debbano neanche più preoccupare di promettere loro la carota. Tenuti in nessuna considerazione, un corpo estraneo della società. Nessun candidato, nessun partito parla di noi, solo le statistiche sono costrette a non ignorarci per pura contabilità: siamo tra quei 580 lavoratori tra lavoratori che ogni giorno perdono il lavoro. La cassa integrazione senza ritorno, la mobilità ovvero il licenziamento, le fabbriche che chiudono e quelle in crisi, in troppe situazioni sono passate lisce. Non possiamo […] 0

    USARE LA TESTA , MOSTRARE GLI ARTIGLI

    Egregio Direttore, gli operai sono esclusi perfino dalle promesse elettorali, come se non esistessero. Considerati  impotenti al punto che i partiti borghesi, non si debbano neanche più preoccupare di promettere loro la carota. Tenuti in nessuna considerazione, un corpo estraneo della società. Nessun candidato, nessun partito parla di noi, solo le statistiche sono costrette a non ignorarci per pura contabilità: siamo tra quei 580 lavoratori tra lavoratori che ogni giorno perdono il lavoro. La cassa integrazione senza ritorno, la mobilità ovvero il licenziamento, le fabbriche che chiudono e quelle in crisi, in troppe situazioni sono passate lisce. Non possiamo […]

    Continue Reading

  • Il debito pubblico italiano a dicembre è 1.988,363 miliardi. Lo sottolinea il bollettino sulla finanza pubblica della Banca d’Italia. A conti fatti, quindi,  il dato evidenzia un incremento di 81,517 miliardi di euro in un anno, da dicembre 2011 a dicembre 2012. Monti ha imposto a suon di bastonate sacrifici agli operai, ai lavoratori, ai pensionati. La propaganda del regime parlava di riduzione del debito pubblico. Quale? Facebook Comments 0

    Governo Monti, il debito pubblico italiano in un anno è cresciuto di 81,517 miliardi

    Il debito pubblico italiano a dicembre è 1.988,363 miliardi. Lo sottolinea il bollettino sulla finanza pubblica della Banca d’Italia. A conti fatti, quindi,  il dato evidenzia un incremento di 81,517 miliardi di euro in un anno, da dicembre 2011 a dicembre 2012. Monti ha imposto a suon di bastonate sacrifici agli operai, ai lavoratori, ai pensionati. La propaganda del regime parlava di riduzione del debito pubblico. Quale? Facebook Comments

    Continue Reading

  • Dopo l’abbandono di papa Clemente I, esiliato nel 97 d.C. su ordine dell’imperatore Traiano, quindi il “gran rifiuto” di dantesca memoria di Celestino V nel 1294, la rinuncia di Gregorio XII, che abdicò nel 1415, fanno oggi scalpore le dimissioni di Benedetto XVI. Il codice canonico contempla la possibilità di rinuncia al sacro soglio pontificio, benché sia giudicata sconveniente. Non è affatto assurdo pensare che le dimissioni di Ratzinger siano riconducibili alle lotte intestine senza tregua tra le opposte cordate (in primis l’Opus Dei) che dilaniano la curia romana sulla questione dello IOR, la banca vaticana. Questa potrebbe sembrare […] 0

    LE DIMISSIONI DI RATZINGER E LO IOR

    Dopo l’abbandono di papa Clemente I, esiliato nel 97 d.C. su ordine dell’imperatore Traiano, quindi il “gran rifiuto” di dantesca memoria di Celestino V nel 1294, la rinuncia di Gregorio XII, che abdicò nel 1415, fanno oggi scalpore le dimissioni di Benedetto XVI. Il codice canonico contempla la possibilità di rinuncia al sacro soglio pontificio, benché sia giudicata sconveniente. Non è affatto assurdo pensare che le dimissioni di Ratzinger siano riconducibili alle lotte intestine senza tregua tra le opposte cordate (in primis l’Opus Dei) che dilaniano la curia romana sulla questione dello IOR, la banca vaticana. Questa potrebbe sembrare […]

    Continue Reading

  • I giornalisti chiedono a Monti:«Se ci sarà un governo Bersani lei entrerà nella compagine?» Monti risponde: «Dipende se nel programma ci sono le riforme che noi vogliamo e per le quali io ho compiuto l’insensatezza di rinunciare a posizioni che mi venivano prospettate». Il Quirinale? «E non solo, perché ci tengo a fare queste riforme». Alle insistenze del conduttore su cosa gli è stato offerto oltre al Quirinale. Monti spiega che «non si trattava di un pacchetto cumulativo», ma di «posizioni di quasi vertice o di vertice nel governo», ma erano conversazioni». Questo se avesse scelto in anticipo una […] 0

    BERSANI HA OFFERTO A MONTI LA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA

    I giornalisti chiedono a Monti:«Se ci sarà un governo Bersani lei entrerà nella compagine?» Monti risponde: «Dipende se nel programma ci sono le riforme che noi vogliamo e per le quali io ho compiuto l’insensatezza di rinunciare a posizioni che mi venivano prospettate». Il Quirinale? «E non solo, perché ci tengo a fare queste riforme». Alle insistenze del conduttore su cosa gli è stato offerto oltre al Quirinale. Monti spiega che «non si trattava di un pacchetto cumulativo», ma di «posizioni di quasi vertice o di vertice nel governo», ma erano conversazioni». Questo se avesse scelto in anticipo una […]

    Continue Reading

  • “L’Italia ha fatto grandi progressi con il premier Monti, avviando riforme ambiziose per rafforzare l’economia e la crisi dell’euro: sarà importante per il prossimo governo mantenere lo stesso slancio”. Così la portavoce della Casa Bianca, Caitlin Hayden. “Sarà importante per il prossimo governo italiano continuare ad essere una voce efficace in Europa sulle politiche per promuovere la crescita e l’occupazione in tutta Europa”. Così una delle portavoce della Casa Bianca, Caitlin Hayden. “Sappiamo bene quanto lei è rispettato negli Stati Uniti ed è un privilegio averla ancora una volta qui”. Con queste parole la leader democratica Nancy Pelosi, ha […] 0

    OBAMA VOTA MONTI-NAPOLITANO

    “L’Italia ha fatto grandi progressi con il premier Monti, avviando riforme ambiziose per rafforzare l’economia e la crisi dell’euro: sarà importante per il prossimo governo mantenere lo stesso slancio”. Così la portavoce della Casa Bianca, Caitlin Hayden. “Sarà importante per il prossimo governo italiano continuare ad essere una voce efficace in Europa sulle politiche per promuovere la crescita e l’occupazione in tutta Europa”. Così una delle portavoce della Casa Bianca, Caitlin Hayden. “Sappiamo bene quanto lei è rispettato negli Stati Uniti ed è un privilegio averla ancora una volta qui”. Con queste parole la leader democratica Nancy Pelosi, ha […]

    Continue Reading