Archive for Febbraio 20th, 2013

  • Detesto gli stereotipi e i luoghi comuni, che sono tanto comodi quanto banali. Non sono abituato a valutare con superficialità o pregiudizi, tantomeno sono incline ad emettere facili sentenze, dall’alto in basso. Più semplicemente mi sforzo di pensare con la mia testa, cercando di vagliare bene i fatti e le situazioni, per penetrare in profondità le cose ed afferrare la sostanza del reale. In altre parole, mi piace esercitare la capacità di riflessione e di giudizio autonomo. Una sana abitudine poco apprezzata nel nostro Paese. Ebbene, a parte i “vaffa” urlati al vento, che lasciano il tempo che trovano […] 0

    UNA “DIGA” A 5 STELLE

    Detesto gli stereotipi e i luoghi comuni, che sono tanto comodi quanto banali. Non sono abituato a valutare con superficialità o pregiudizi, tantomeno sono incline ad emettere facili sentenze, dall’alto in basso. Più semplicemente mi sforzo di pensare con la mia testa, cercando di vagliare bene i fatti e le situazioni, per penetrare in profondità le cose ed afferrare la sostanza del reale. In altre parole, mi piace esercitare la capacità di riflessione e di giudizio autonomo. Una sana abitudine poco apprezzata nel nostro Paese. Ebbene, a parte i “vaffa” urlati al vento, che lasciano il tempo che trovano […]

    Continue Reading

  • Egregio Direttore Achille Lauro regalava una scarpa agli elettori del suo partito e l’altra scarpa ad elezioni fatte, poiché ovviamente i conti dei voti tornavano. Berlusconi non sa neanche copiare da Lauro. Promette la restituzione dell’Imu, ma nella busta che fa recapitare a milioni di italiani, c’è solo la promessa. Non ha messo in contanti la metà dell’Imu, per dare l’altra metà ad elezioni avvenute. Berlusconi non sa neanche copiare e pretende di andare al governo. Saluti da un lettore non votante. Facebook Comments 0

    BERLUSCONI NON SA COPIARE

    Egregio Direttore Achille Lauro regalava una scarpa agli elettori del suo partito e l’altra scarpa ad elezioni fatte, poiché ovviamente i conti dei voti tornavano. Berlusconi non sa neanche copiare da Lauro. Promette la restituzione dell’Imu, ma nella busta che fa recapitare a milioni di italiani, c’è solo la promessa. Non ha messo in contanti la metà dell’Imu, per dare l’altra metà ad elezioni avvenute. Berlusconi non sa neanche copiare e pretende di andare al governo. Saluti da un lettore non votante. Facebook Comments

    Continue Reading

  • Salario pieno agli operai in cassa.   Operai, rivendichiamo il salario pieno. L’Ilva ci mette in cassa 24 mesi per la bonifica. Siamo in totale 6.507 operai, di cui 6.417 andranno in cassa a Taranto, altri 90 operai fra Novi Ligure e Pratica. Diffidiamo i sindacalisti compiacenti a fare accordi di cassa per 24 mesi col 60% del salario. Vogliamo il salario al 100%. Replicheremo la città a soqquadro se, dopo essere stati intossicati e avvelenati per il profitto, ci prospettassero un taglio del 40% del salario per 2 anni. Sarà solo l’inizio. Ciao. Facebook Comments 0

    ILVA: NO ALLA PERDITA DEL 40% DEL SALARIO.

    Salario pieno agli operai in cassa.   Operai, rivendichiamo il salario pieno. L’Ilva ci mette in cassa 24 mesi per la bonifica. Siamo in totale 6.507 operai, di cui 6.417 andranno in cassa a Taranto, altri 90 operai fra Novi Ligure e Pratica. Diffidiamo i sindacalisti compiacenti a fare accordi di cassa per 24 mesi col 60% del salario. Vogliamo il salario al 100%. Replicheremo la città a soqquadro se, dopo essere stati intossicati e avvelenati per il profitto, ci prospettassero un taglio del 40% del salario per 2 anni. Sarà solo l’inizio. Ciao. Facebook Comments

    Continue Reading

  • Nuova giornata di sciopero nazionale in Grecia contro i tagli agli stipendi e l’aumento delle tasse. Migliaia di manifestanti sono scesi in piazza ad Atene. Previsto il blocco dei trasporti, la chiusura delle scuole e ospedali aperti solo per le emergenze. I due principali sindacati ellenici hanno deciso il blocco di gran parte del Paese con un’astensione dal lavoro di 24 ore contro la politica di austerità  che, denunciano, ha solo aggravato le condizioni di vita dei greci alle prese con il più alto tasso di disoccupazione europeo (al 27%) ma che nel 2013 è previsto in crescita al […] 0

    ATENE NUOVO SCIOPERO GENERALE

    Nuova giornata di sciopero nazionale in Grecia contro i tagli agli stipendi e l’aumento delle tasse. Migliaia di manifestanti sono scesi in piazza ad Atene. Previsto il blocco dei trasporti, la chiusura delle scuole e ospedali aperti solo per le emergenze. I due principali sindacati ellenici hanno deciso il blocco di gran parte del Paese con un’astensione dal lavoro di 24 ore contro la politica di austerità  che, denunciano, ha solo aggravato le condizioni di vita dei greci alle prese con il più alto tasso di disoccupazione europeo (al 27%) ma che nel 2013 è previsto in crescita al […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Gli ordinativi totali dell’industria registrano una riduzione congiunturale dell’1,8%. Nella media degli ultimi tre mesi gli ordinativi totali diminuiscono del 3,7% rispetto al trimestre precedente. Secondo i dati dell’Istat nel confronto con il mese di dicembre 2011, l’indice grezzo degli ordinativi segna una variazione negativa del 15,3%. Il calo tendenziale è il peggiore da ottobre 2009. Levariazioni negative più marcate si registrano nella produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (-26,0%), nella fabbricazione di macchinari e attrezzature  (-23,8%) e nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-21,9%). Cala la produzione industriale e aumentano i licenziamenti degli operai. Tutti vogliono […] 0

    IL CROLLO DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE

    Redazione di Operai Contro, Gli ordinativi totali dell’industria registrano una riduzione congiunturale dell’1,8%. Nella media degli ultimi tre mesi gli ordinativi totali diminuiscono del 3,7% rispetto al trimestre precedente. Secondo i dati dell’Istat nel confronto con il mese di dicembre 2011, l’indice grezzo degli ordinativi segna una variazione negativa del 15,3%. Il calo tendenziale è il peggiore da ottobre 2009. Levariazioni negative più marcate si registrano nella produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (-26,0%), nella fabbricazione di macchinari e attrezzature  (-23,8%) e nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-21,9%). Cala la produzione industriale e aumentano i licenziamenti degli operai. Tutti vogliono […]

    Continue Reading

  • Fischi ed insulti di un gruppo di contestatori hanno accolto Mario Monti, accompagnato dalla moglie Elsa, mentre si apprestava ad entrare nel Teatro Sangiorgi di Catania, blindata dalle forze dell’ordine e vigilata dagli elicotteri della Polizia per l’occasione. Nel filmato di LiveSicilia.it i detrattori di Monti dicono la loro: “Siamo quaranta giardinieri di Catania buttati fuori grazie al presidente del Consiglio. Come pretende ora che lo sosteniamo?”. Facebook Comments 0

    MONTI CONTESTATO A CATANIA

    Fischi ed insulti di un gruppo di contestatori hanno accolto Mario Monti, accompagnato dalla moglie Elsa, mentre si apprestava ad entrare nel Teatro Sangiorgi di Catania, blindata dalle forze dell’ordine e vigilata dagli elicotteri della Polizia per l’occasione. Nel filmato di LiveSicilia.it i detrattori di Monti dicono la loro: “Siamo quaranta giardinieri di Catania buttati fuori grazie al presidente del Consiglio. Come pretende ora che lo sosteniamo?”. Facebook Comments

    Continue Reading

  • Dopo i criminali bombardamenti delle città da parte dell’aviazione francese, inizia la guerra. Diverse persone, tra cui  un soldato francese, sono morte oggi durante un “grave scontro” armato in Mali: lo ha detto il presidente francese, Francois Hollande. In particolare, ha riferito Hollande, un soldato francese è stato ucciso in Mali in un “grave scontro” nel nord, nel quale si contano diversi morti tra i terroristi. Interpellato dai media francesi a margine di una missione a Atene, il capo dello Stato ha spiegato che questi sanguinosi scontri si sono verificati durante un’operazione delle forze speciali, attualmente in corso nel […] 0

    MALI, INIZIA LA GUERRA

    Dopo i criminali bombardamenti delle città da parte dell’aviazione francese, inizia la guerra. Diverse persone, tra cui  un soldato francese, sono morte oggi durante un “grave scontro” armato in Mali: lo ha detto il presidente francese, Francois Hollande. In particolare, ha riferito Hollande, un soldato francese è stato ucciso in Mali in un “grave scontro” nel nord, nel quale si contano diversi morti tra i terroristi. Interpellato dai media francesi a margine di una missione a Atene, il capo dello Stato ha spiegato che questi sanguinosi scontri si sono verificati durante un’operazione delle forze speciali, attualmente in corso nel […]

    Continue Reading

  • RASSEGNA STAMPA  Cina, Usa, competizione Nyt     130218 Un reparto delle forze armate cinesi sarebbe collegato all’hackeraggio contro gli USA DAVID E. SANGER, DAVID BARBOZA e NICOLE PERLROTH –       Un’arma della nuova “guerra fredda”, USA-Cina, è lo spionaggio informatico cinese, divenuto molto intenso per volume e sofisticazione negli ultimi due anni. –       Obama è di fronte ad una difficile scelta: data la molteplice e vitale relazione con la Cina, vale la pena di avviare un grande scontro tra la prima e la seconda economia del mondo sull’hackeraggio? –       Anche il Governo USA ha “guerrieri informatici”; in cooperazione con Israele ha […] 0

    CINA – USA

    RASSEGNA STAMPA  Cina, Usa, competizione Nyt     130218 Un reparto delle forze armate cinesi sarebbe collegato all’hackeraggio contro gli USA DAVID E. SANGER, DAVID BARBOZA e NICOLE PERLROTH –       Un’arma della nuova “guerra fredda”, USA-Cina, è lo spionaggio informatico cinese, divenuto molto intenso per volume e sofisticazione negli ultimi due anni. –       Obama è di fronte ad una difficile scelta: data la molteplice e vitale relazione con la Cina, vale la pena di avviare un grande scontro tra la prima e la seconda economia del mondo sull’hackeraggio? –       Anche il Governo USA ha “guerrieri informatici”; in cooperazione con Israele ha […]

    Continue Reading

  • Il giornale della rivolta operaia contro il lavoro, salariato. Una grande mistificazione sociale sta travolgendo tutti. Centinaia di migliaia di operai vengono licenziati, lasciati in mezzo ad una strada con un sussidio miserabile e tutti si sgolano a chiedere lavoro. “Ci vuole il lavoro per dare futuro ai giovani, per dare dignità alla gente”, non c’è dirigente politico, sindacalista o cardinale che non metta al centro il problema del lavoro. Ci fanno ridere, noi operai che abbiamo lavorato sotto la frusta del padrone, noi che sappiamo cosa vuol dire stare alla catena di montaggio o lavorare in siderurgia, o […] 0

    CHI SIAMO

    Il giornale della rivolta operaia contro il lavoro, salariato. Una grande mistificazione sociale sta travolgendo tutti. Centinaia di migliaia di operai vengono licenziati, lasciati in mezzo ad una strada con un sussidio miserabile e tutti si sgolano a chiedere lavoro. “Ci vuole il lavoro per dare futuro ai giovani, per dare dignità alla gente”, non c’è dirigente politico, sindacalista o cardinale che non metta al centro il problema del lavoro. Ci fanno ridere, noi operai che abbiamo lavorato sotto la frusta del padrone, noi che sappiamo cosa vuol dire stare alla catena di montaggio o lavorare in siderurgia, o […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, L’Ilva ha comunicato ai sindacati che chiederà la cassa integrazione straordinaria nei confronti di 6.500 lavoratori (di cui 6.417 per lo stabilimento di Taranto). La cassa integrazione, comincerà il 3 marzo prossimo e avrà la durata di 24 mesi. L’istanza è motivata dalla ristrutturazione in atto nell’ambito della procedura per la bonifica degli impianti inquinanti, secondo quanto prevede l’Autorizzazione integrata ambientale (Aia). Attualmente lo stabilimento di Taranto ha in cassa integrazione 2.600 lavoratori circa, per i quali la Cig scade il 2 marzo. FIM-FIOM-UILM sono pronti a firmare. Faranno un pò di storie, ma venderanno […] 0

    ILVA DI TARANTO, 6500 OPERAI IN CASSA INTEGRAZIONE PER DUE ANNI

    Redazione di Operai Contro, L’Ilva ha comunicato ai sindacati che chiederà la cassa integrazione straordinaria nei confronti di 6.500 lavoratori (di cui 6.417 per lo stabilimento di Taranto). La cassa integrazione, comincerà il 3 marzo prossimo e avrà la durata di 24 mesi. L’istanza è motivata dalla ristrutturazione in atto nell’ambito della procedura per la bonifica degli impianti inquinanti, secondo quanto prevede l’Autorizzazione integrata ambientale (Aia). Attualmente lo stabilimento di Taranto ha in cassa integrazione 2.600 lavoratori circa, per i quali la Cig scade il 2 marzo. FIM-FIOM-UILM sono pronti a firmare. Faranno un pò di storie, ma venderanno […]

    Continue Reading