Archive for Agosto 2nd, 2013

  • Redazione di operai contro, altro che lavoro. I licenziamenti aumentano I sindacalisti ci portano al macello. Chiedono la cassa, senza unificare le lotte delle varie fabbriche. I sindacalisti dichiarono lo sciopero ad oltranza in tutti gli stabilimenti Berco perchè il padrone torni al tavolo Noi operai vogliamo lo sciopero contro i 611 esuberi. La Berco fa parte del gruppo Thyssen L’annuncio in una conferenza stampa dopo che Berco ”ha rifiutato tutte le proposte e ha pervicacemente seguito la strada della rottura”. Un operaio della Berco Facebook Comments 0

    Thyssen: Berco, sciopero ad oltranza contro i 611 esuberi

    Redazione di operai contro, altro che lavoro. I licenziamenti aumentano I sindacalisti ci portano al macello. Chiedono la cassa, senza unificare le lotte delle varie fabbriche. I sindacalisti dichiarono lo sciopero ad oltranza in tutti gli stabilimenti Berco perchè il padrone torni al tavolo Noi operai vogliamo lo sciopero contro i 611 esuberi. La Berco fa parte del gruppo Thyssen L’annuncio in una conferenza stampa dopo che Berco ”ha rifiutato tutte le proposte e ha pervicacemente seguito la strada della rottura”. Un operaio della Berco Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, sono  passati trentatre anni dalla strage di Bologna. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato al presidente dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, Paolo Bolognesi, un messaggio in occasione del 33.mo anniversario della strage di Bologna: ”Rivolgo il mio pensiero deferente e partecipe ai famigliari delle ottantacinque vittime e ai tanti feriti di quel barbaro attentato terroristico . Il meditato ricordo di quegli anni che hanno insanguinato il Paese non solo costituisce un doveroso e commosso omaggio alle vittime, ma è volto a diffondere e condividere con le […] 0

    BOLOGNA, TRENTATRE ANNI DOPO

    Redazione di Operai Contro, sono  passati trentatre anni dalla strage di Bologna. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato al presidente dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, Paolo Bolognesi, un messaggio in occasione del 33.mo anniversario della strage di Bologna: ”Rivolgo il mio pensiero deferente e partecipe ai famigliari delle ottantacinque vittime e ai tanti feriti di quel barbaro attentato terroristico . Il meditato ricordo di quegli anni che hanno insanguinato il Paese non solo costituisce un doveroso e commosso omaggio alle vittime, ma è volto a diffondere e condividere con le […]

    Continue Reading

  •  Una trattativa fiume per l’ennesimo nulla di fatto. Fra Tozzi e sindacati siamo al muro contro muro, la sensazione offerta al sindaco ieri mattina su un possibile riavvicinamento delle parti è durata giusto lo spazio della mattina. Quando il primo cittadino ha lasciato il tavolo della Provincia, per altri impegni, l’amministratore delegato Armando Rossi ha chiesto ai sindacati provinciali di Fiom Cgil, Fim Cisl, Uilm Uil, Ugl metalmeccanici e Failms di vedersi in disparte. Cominciava così un incontro ristretto che, sulle prime, sembrava potesse preludere a una schiarita sui licenziamenti. E invece dopo cinque ore filate di discussione l’azienda […] 0

    OPERAI TOZZI DI FOGGIA: 32 LICENZIATI

     Una trattativa fiume per l’ennesimo nulla di fatto. Fra Tozzi e sindacati siamo al muro contro muro, la sensazione offerta al sindaco ieri mattina su un possibile riavvicinamento delle parti è durata giusto lo spazio della mattina. Quando il primo cittadino ha lasciato il tavolo della Provincia, per altri impegni, l’amministratore delegato Armando Rossi ha chiesto ai sindacati provinciali di Fiom Cgil, Fim Cisl, Uilm Uil, Ugl metalmeccanici e Failms di vedersi in disparte. Cominciava così un incontro ristretto che, sulle prime, sembrava potesse preludere a una schiarita sui licenziamenti. E invece dopo cinque ore filate di discussione l’azienda […]

    Continue Reading

  • Operai Contro, per anni i sindacalisti della CGIL-CISL-UIL ci hanno fatto mangiare merda in nome della difesa del posto di lavoro. Avevamo dovuto ingoiare anche l’ultimo accordo che in sostanza decideva che solo una parte degli operai sarebbe stata riassunta. il tavolo è saltato, così come le trattative con il nuovo padrone Khaled. Al tavolo (che si è tenuto presso la Regione), infatti, l’imprenditore de Il Cairo ha cambiato le carte in tavola, dichiarando di poter rioccupare in tre anni solo 110 lavoratori (e il sito di Rubiera, nel reggiano), Operai della Terim questo è quello che capita a […] 0

    TERIM: I RISULTATI DEL SINDACALISMO BORGHESE

    Operai Contro, per anni i sindacalisti della CGIL-CISL-UIL ci hanno fatto mangiare merda in nome della difesa del posto di lavoro. Avevamo dovuto ingoiare anche l’ultimo accordo che in sostanza decideva che solo una parte degli operai sarebbe stata riassunta. il tavolo è saltato, così come le trattative con il nuovo padrone Khaled. Al tavolo (che si è tenuto presso la Regione), infatti, l’imprenditore de Il Cairo ha cambiato le carte in tavola, dichiarando di poter rioccupare in tre anni solo 110 lavoratori (e il sito di Rubiera, nel reggiano), Operai della Terim questo è quello che capita a […]

    Continue Reading

  • PER IL DIBATTITO Redazione di Operai Contro, il fatto quotidiano ha lanciato una campagna di mobilitazione in difesa della Costituzione. Il meglio dei borghesi di sinistra ha firmato l’appello contro il ddl di riforma costituzionale:  Alessandro Pace, Gianni Ferrara, Alberto Lucarelli, Don Luigi Ciotti, Michela Manetti, Raniero La Valle, Claudio De Fiores, Paolo Maddalena, Cesare Salvi, Massimo Siclari, Massimo Villone, Silvio Gambino, Domenico Gallo, Antonio Ingroia, Beppe Giulietti, Antonello Falomi, Raffaele D’Agata, Mario Serio, Antonio Di Pietro, Paolo Ferrero, Aldo Busi, Salvatore Settis, Gian Carlo Caselli, Salvatore Borsellino, Roberta De Monticelli, Paolo Flores D’Arcais, Maurizio Viroli, Maurizio Crozza, Gustavo […] 0

    LA DIFESA DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA DEI PADRONI ITALIANA

    PER IL DIBATTITO Redazione di Operai Contro, il fatto quotidiano ha lanciato una campagna di mobilitazione in difesa della Costituzione. Il meglio dei borghesi di sinistra ha firmato l’appello contro il ddl di riforma costituzionale:  Alessandro Pace, Gianni Ferrara, Alberto Lucarelli, Don Luigi Ciotti, Michela Manetti, Raniero La Valle, Claudio De Fiores, Paolo Maddalena, Cesare Salvi, Massimo Siclari, Massimo Villone, Silvio Gambino, Domenico Gallo, Antonio Ingroia, Beppe Giulietti, Antonello Falomi, Raffaele D’Agata, Mario Serio, Antonio Di Pietro, Paolo Ferrero, Aldo Busi, Salvatore Settis, Gian Carlo Caselli, Salvatore Borsellino, Roberta De Monticelli, Paolo Flores D’Arcais, Maurizio Viroli, Maurizio Crozza, Gustavo […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, dopo vent’anni di scorciatoie, minacce, forzature e vergognose leggi ad personam l’uomo di Arcore è incappato in una sentenza definitiva: da questa sera è tecnicamente un pregiudicato che entro sei mesi o giù di lì dovrà scontare una pena detentiva, arresti domiciliari o servizi sociali. Il governo voluto da Napolitano, sostenuto dal Pd si basa sul sostegno di un pregiudicato: Berlusconi. Questo è l’unico governo che la democrazia dei padroni poteva realizzare. Una banda di delinquenti che poteva vivere grazie ai voti di un pregiudicato. Per gli operai cosa cambia? Niente. I ladroni del parlamento, il delinquente di […] 0

    BERLUSCONI, IL PREGIUDICATO CHE HA IN MANO IL GOVERNO: E ORA?

    Redazione di Operai Contro, dopo vent’anni di scorciatoie, minacce, forzature e vergognose leggi ad personam l’uomo di Arcore è incappato in una sentenza definitiva: da questa sera è tecnicamente un pregiudicato che entro sei mesi o giù di lì dovrà scontare una pena detentiva, arresti domiciliari o servizi sociali. Il governo voluto da Napolitano, sostenuto dal Pd si basa sul sostegno di un pregiudicato: Berlusconi. Questo è l’unico governo che la democrazia dei padroni poteva realizzare. Una banda di delinquenti che poteva vivere grazie ai voti di un pregiudicato. Per gli operai cosa cambia? Niente. I ladroni del parlamento, il delinquente di […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro Che l’Aler di Milano, padrone e gestore delle ex case popolari, fosse in mano ad una banda senza scrupoli, se n’è riavuta la conferma quando mesi fa, l’Aler faceva intervenire più volte la polizia per sgomberare i ragazzi del Lambretta. Oggi a puntare il dito contro l’Aler, per operazioni ed una gestione più che sospetta, sono gli stessi addetti ai controlli del Comune di Milano. L’assessore della giunta Carmela Rozza, chiede alla Regione di non fermarsi alle responsabilità politiche, ma di “guardare con attenzione dentro la gestione dell’Aler”. Perché dice che, guardando il bilancio “mi sono […] 0

    Stavolta l’Aler non chiama la Polizia.

    Caro Operai Contro Che l’Aler di Milano, padrone e gestore delle ex case popolari, fosse in mano ad una banda senza scrupoli, se n’è riavuta la conferma quando mesi fa, l’Aler faceva intervenire più volte la polizia per sgomberare i ragazzi del Lambretta. Oggi a puntare il dito contro l’Aler, per operazioni ed una gestione più che sospetta, sono gli stessi addetti ai controlli del Comune di Milano. L’assessore della giunta Carmela Rozza, chiede alla Regione di non fermarsi alle responsabilità politiche, ma di “guardare con attenzione dentro la gestione dell’Aler”. Perché dice che, guardando il bilancio “mi sono […]

    Continue Reading