LA DIFESA DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA DEI PADRONI ITALIANA

PER IL DIBATTITO Redazione di Operai Contro, il fatto quotidiano ha lanciato una campagna di mobilitazione in difesa della Costituzione. Il meglio dei borghesi di sinistra ha firmato l’appello contro il ddl di riforma costituzionale:  Alessandro Pace, Gianni Ferrara, Alberto Lucarelli, Don Luigi Ciotti, Michela Manetti, Raniero La Valle, Claudio De Fiores, Paolo Maddalena, Cesare Salvi, Massimo Siclari, Massimo Villone, Silvio Gambino, Domenico Gallo, Antonio Ingroia, Beppe Giulietti, Antonello Falomi, Raffaele D’Agata, Mario Serio, Antonio Di Pietro, Paolo Ferrero, Aldo Busi, Salvatore Settis, Gian Carlo Caselli, Salvatore Borsellino, Roberta De Monticelli, Paolo Flores D’Arcais, Maurizio Viroli, Maurizio Crozza, Gustavo […]
Condividi:

PER IL DIBATTITO

Redazione di Operai Contro,

il fatto quotidiano ha lanciato una campagna di mobilitazione in difesa della Costituzione.

Il meglio dei borghesi di sinistra ha firmato l’appello contro il ddl di riforma costituzionale:

 Alessandro Pace, Gianni Ferrara, Alberto Lucarelli, Don Luigi Ciotti, Michela Manetti, Raniero La Valle, Claudio De Fiores, Paolo Maddalena, Cesare Salvi, Massimo Siclari, Massimo Villone, Silvio Gambino, Domenico Gallo, Antonio Ingroia, Beppe Giulietti, Antonello Falomi, Raffaele D’Agata, Mario Serio, Antonio Di Pietro, Paolo Ferrero, Aldo Busi, Salvatore Settis, Gian Carlo Caselli, Salvatore Borsellino, Roberta De Monticelli, Paolo Flores D’Arcais, Maurizio Viroli, Maurizio Crozza, Gustavo Zagrebelsky, Mario Almerighi, Franco Baldini, Bianca Balti, Aldo Busi, Adriano Celentano, Luisella Costamagna, Ennio Fantastichini, Ficarra e Picone, Fabrizio Gifuni, Gene Gnocchi e Valentina Lodovini, Dileo “Boosta”, Milena Gabanelli, Daniele Luttazzi, Francesca Neri, Ottavia Piccolo, Claudio Santamaria.

Il senato ha già approvato la revisione dall’articolo 138. 

In pratica si vuole una legge che permetta l’elezione del pregiudicato Berlusconi a presidente.

I firmatari dell’appello in difesa della Costituzione affermano:

Ci appelliamo a voi che avete il potere di decidere, perché il processo di revisione costituzionale in atto sia riportato sui binari della legalità costituzionale. Chiediamo, innanzitutto, che l’iter di discussione segua tempi rispettosi del dettato costituzionale, che garantiscano la necessaria ponderazione delle proposte di revisione, il dovuto approfondimento e anche la possibilità di ripensamento. Chiudere, a ridosso delle ferie estive, la prima lettura del disegno di legge costituzionale, impedisce un vero e serio coinvolgimento dell’opinione pubblica nel dibattito che si sta svolgendo nelle aule parlamentari.

I borghesi di sinistra vogliono restituire al parlamento di ladri la loro funzione

La democrazia borghese va a puttane, lasciamola difendere dai borghesi di sinistra

Un lettore

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.