OPERAI NON VOTIAMO

Gli operai non hanno un proprio partito e nessuno dei partiti che si presentano alle elezioni rappresenta gli operai  Nelle elezioni che si stanno avvicinando sono presenti vecchie formazioni e partiti, o movimenti nuovi come quello di Grillo e gli arancioni di Ingroia. A chiacchiere, tutti vogliono una nuova politica. Più onesta e trasparente e meno cara per i cittadini. Pd-SEL e Pdl-Lega rappresentano i grandi blocchi antagonisti. Monti l’alternativa ad entrambi. In realtà, i loro programmi per gli operai presentano poche differenze. Chiunque vinca, la politica che verrà attuata sarà la continuazione di quella iniziata con Monti e […]
Condividi:

Gli operai non hanno un proprio partito e nessuno dei partiti che si presentano alle elezioni rappresenta gli operai

 Nelle elezioni che si stanno avvicinando sono presenti vecchie formazioni e partiti, o movimenti nuovi come quello di Grillo e gli arancioni di Ingroia. A chiacchiere, tutti vogliono una nuova politica. Più onesta e trasparente e meno cara per i cittadini.

Pd-SEL e Pdl-Lega rappresentano i grandi blocchi antagonisti. Monti l’alternativa ad entrambi. In realtà, i loro programmi per gli operai presentano poche differenze. Chiunque vinca, la politica che verrà attuata sarà la continuazione di quella iniziata con Monti e Fornero. E, sia che vinca Berlusconi, sia che vinca Bersani, Monti sarà del governo, a dimostrazione che tra i due blocchi non ci sono differenze sostanziali su come affrontare la crisi.

Allegato   Foglio OC feb13

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.