LA SANATORIA DEI PADRONI

Condividi:

Assassinato su una panchina dal suo datore di lavoro.

Il tentativo di chiarimento non e’ bastato a salvare la vita di un giovane sudanese di circa 30 anni, raggiunto da un colpo di pistola al torace mentre discuteva con il suo assassino nel Parco degli Acquedotti a Roma, alla Tuscolana che, per uccidere, ha portato con se anche suo figlio minorenne.

La vittima, che in passato aveva lavorato in un bar, si era presentata nel pomeriggio ad un appuntamento al parco, e aveva portato con se’ il certificato dell[k]ultima sanatoria per la regolarizzazione degli immigrati.

Questa e’ la realta’ della sanatoria del Duce: gli immigrati sono costretti a pagare o vengono uccisi

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.