IL CONTAGIO

Condividi:

Il contagio

Caro Operai Contro

Non potendo piu’ guardare la Grecia dall’alto al basso, come facevano fino poco tempo fa, i governanti italiani ed il loro codazzo di sostenitori, ora parlano di [k]contagio[k].
La merda puzza ed e’ inappetibile, percio’ Monti dice che la merda per via del contagio, e’ quella degli altri, dello [k]straniero[k].
Cosi se l’Italia nella merda ci affonda del tutto, meglio alimentare il nazionalismo, prefigurare un [k]nemico[k] con cui prendersela.
Gli slalom giustificativi dei commentatori e difensori strenui del sistema capitalistico, non sanno fare altro che chiudere le loro analisi con punti interrogativi.
In nome del [k]contagio[k] preparano un altro giro di vite per gli operai, i senza lavoro, i pensionati, i redditi bassi ed i precari.
Il direttore del Corriere, oggi scrive che occorre [k]una maggior produttivita’[k], per risultare competitivi con la Germania.
Da quanto tempo sentiamo e paghiamo sulla nostra pelle la canzoncina della [k]maggior produttivita’[k]?
Direi ora basta!
Organizziamoci contro gli effetti e le conseguenze del cosidetto [k]contagio[k].
Facciamo il Partito Operaio.
Saluti operai da Sesto San Giovanni.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.