FOGGIA, OPERAIO UCCISO DAI PADRONI

Condividi:

Cade dall’impalcatura e muore
assessore-operaio edile di Foggia
La tragedia all’apertura del cantiere in viale degli Aviatori. L’uomo, assessore comunale a Stornarella, e’ deceduto sul colpo
di PIERO RUSSO

FOGGIA – Un operaio edile 53enne, Salvatore Carbone, assessore comunale di Stornarella, e’ morto questa mattina alle 7 in un cantiere edile alla provincia di Foggia, in viale degli Aviatori, nei pressi del centro commerciale Mongolfiera. L’uomo stava lavorando su un’impalcatura. Sul posto i vigili del fuoco, alcune pattuglie della polizia di stato e gli uomini dello Spesal, il servizio di prevenzione infortuni sul lavoro. Bisognera’ capire se l’operaio e soprattutto la ditta per cui lavorava avessero adottato tutte le misure per prevenire incidenti lavorativi. Secondo alcune indiscrezioni, pare che l’operaio, che stava preparando il cemento con altri suoi colleghi, abbia messo un piede in fallo e sia caduto nel vano ascensore del cantiere. La morte e’ giunta sul colpo e i tentativi di rianimarlo da parte dei suoi compagni di lavoro sono stati vani.

I PRECEDENTI. L’ultima morte bianca in Capitanata risale alla scorsa settimana, quando Rocco Di Netta, agricoltore cerignolano di 41 anni rimase vittima di un incidente sul lavoro nella sua tenuta alla periferia della citta’ ofantina. Era a bordo di un trattore con cui stava arando un terreno in leggera pendenza quando la macchina agricola si ribalto’ e lo travolse.
A febbraio fu la volta di Luigi La Penna, 55 anni di San Severo, dipendente della “De Lisi”, una ditta che lavora il ferro. La neve aveva ricoperto la struttura e con il suo peso rischiava di provocare danni. L’uomo sali sul tetto e mentre spalava perse l’equilibrio e cadde nel vuoto.
Anche in quel caso la morte fu istantanea.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.