Archive for Luglio, 2012

  • India, lotte operaie Wsws 120723 India: Maruti Suzuki lancia una caccia alle streghe contro i lavoratori Arun Kumar + NTUI, 19.07.2012, I salariati di Maruti Suzuki Manesar: resistono contro la violenza di casta – brutale repressione + FROTNLINE OF REVOLUTIONARY STRUGGLE, India: Peggiorano le disastrose condizioni per I lavoratori dell[k]auto, e aumenta la ribellione ———————— Maruti Suzuki India (MSI) e il governo del partito del Congresso dello Sato indiano di Haryana hanno lanciato una caccia alla streghe contro i 3000 salariati del gruppo auto. – oltre 90 gli arrestati; serrata degli stabilimenti. – Il ministro per il lavoro e […] 0

    INDIA, LOTTE OPERAIE SETTORE AUTO

    India, lotte operaie Wsws 120723 India: Maruti Suzuki lancia una caccia alle streghe contro i lavoratori Arun Kumar + NTUI, 19.07.2012, I salariati di Maruti Suzuki Manesar: resistono contro la violenza di casta – brutale repressione + FROTNLINE OF REVOLUTIONARY STRUGGLE, India: Peggiorano le disastrose condizioni per I lavoratori dell[k]auto, e aumenta la ribellione ———————— Maruti Suzuki India (MSI) e il governo del partito del Congresso dello Sato indiano di Haryana hanno lanciato una caccia alla streghe contro i 3000 salariati del gruppo auto. – oltre 90 gli arrestati; serrata degli stabilimenti. – Il ministro per il lavoro e […]

    Continue Reading

  • Egregio Direttore Il lusso di curarsi. la polemica tra farmaci griffati e farmaci generici, avvalora la tesi che quest’ultimi sono meno efficaci dei primi. Con il principio attivo, ci sono altre sostanze che compongono il farmaco, sostanze che le aziende produttrici, a differenza del principio attivo, non sono obbligate a svelare, neanche dopo un certo numero di anni. Chi non ha problemi economici continuera’ a prendere i farmaci [k]griffati[k], per tutti gli altri ci sono i [k]generici[k]. Dopo il taglio dei posti letto, e delle attrezzature sanitarie che gravano su chi non puo’ curarsi privatamente, la salute di classe […] 0

    IL LUSSO DI CURARSI

    Egregio Direttore Il lusso di curarsi. la polemica tra farmaci griffati e farmaci generici, avvalora la tesi che quest’ultimi sono meno efficaci dei primi. Con il principio attivo, ci sono altre sostanze che compongono il farmaco, sostanze che le aziende produttrici, a differenza del principio attivo, non sono obbligate a svelare, neanche dopo un certo numero di anni. Chi non ha problemi economici continuera’ a prendere i farmaci [k]griffati[k], per tutti gli altri ci sono i [k]generici[k]. Dopo il taglio dei posti letto, e delle attrezzature sanitarie che gravano su chi non puo’ curarsi privatamente, la salute di classe […]

    Continue Reading

  • Il Duce Mario Monti, ha raggiunto un nuovo importante traguardo nella sua instancabile lotta per salvare i padroni: 2,8 milioni di disoccupati. I padroni possono stare tranquilli, Pd, Pdl, UDC, vogliono la riconferma di Mario Monti. Il tasso di disoccupazione a giugno e’ al 10,8%, in rialzo di 0,3 punti percentuali su maggio e di 2,7 punti su base annua. E’ il tasso piu’ alto da gennaio 2004 (inizio serie storiche mensili). Lo rileva l’Istat (dati destagionalizzati, stime provvisorie). Il numero dei disoccupati a giugno e’ di 2 milioni 792 mila. Lo rileva l’Istat (dati provvisori). Si tratta di […] 0

    I SUCCESSI DEL DUCE, 2,8 MILIONI DI DISOCCUPATI

    Il Duce Mario Monti, ha raggiunto un nuovo importante traguardo nella sua instancabile lotta per salvare i padroni: 2,8 milioni di disoccupati. I padroni possono stare tranquilli, Pd, Pdl, UDC, vogliono la riconferma di Mario Monti. Il tasso di disoccupazione a giugno e’ al 10,8%, in rialzo di 0,3 punti percentuali su maggio e di 2,7 punti su base annua. E’ il tasso piu’ alto da gennaio 2004 (inizio serie storiche mensili). Lo rileva l’Istat (dati destagionalizzati, stime provvisorie). Il numero dei disoccupati a giugno e’ di 2 milioni 792 mila. Lo rileva l’Istat (dati provvisori). Si tratta di […]

    Continue Reading

  • Per l’Ilva di Taranto vanno trovate soluzioni “che garantiscano la continuita’ e lo sviluppo dell’attivita’”, ma al tempo stesso occorre procedere “senza ulteriore indugio” al pieno adeguamento alle norme per la protezione dell’ambiente e la tutela della salute dei cittadini. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, rispondendo agli operai dell’Ilva di Taranto. Facebook Comments 0

    BARZELLETTE, BARZELLETTE

    Per l’Ilva di Taranto vanno trovate soluzioni “che garantiscano la continuita’ e lo sviluppo dell’attivita’”, ma al tempo stesso occorre procedere “senza ulteriore indugio” al pieno adeguamento alle norme per la protezione dell’ambiente e la tutela della salute dei cittadini. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, rispondendo agli operai dell’Ilva di Taranto. Facebook Comments

    Continue Reading

  • La guardia di finanza e’ eroica. Il 40% dei controlli in materia di scontrini e ricevute fiscali e’ risultato irregolare. Nel corso delle verifiche, inoltre, sono stati scoperti 1.166 lavoratori in nero, con 24 datori di lavoro completamente inesistenti per il fisco e dunque evasori totali. Per quanto riguarda invece la lotta alla contraffazione e alla pirateria, gli uomini delle Fiamme Gialle dall’inizio dell’anno hanno sequestrato oltre 4 milioni di prodotti falsi, denunciando 264 persone. Sono veramente bravi. In Italia abbiamo un parlamento di delinquenti. I partiti politici sono i primi evasori. I grandi padroni evadono per miliardi. Le […] 0

    LA GUARDIA DI FINANZA

    La guardia di finanza e’ eroica. Il 40% dei controlli in materia di scontrini e ricevute fiscali e’ risultato irregolare. Nel corso delle verifiche, inoltre, sono stati scoperti 1.166 lavoratori in nero, con 24 datori di lavoro completamente inesistenti per il fisco e dunque evasori totali. Per quanto riguarda invece la lotta alla contraffazione e alla pirateria, gli uomini delle Fiamme Gialle dall’inizio dell’anno hanno sequestrato oltre 4 milioni di prodotti falsi, denunciando 264 persone. Sono veramente bravi. In Italia abbiamo un parlamento di delinquenti. I partiti politici sono i primi evasori. I grandi padroni evadono per miliardi. Le […]

    Continue Reading

  • CON GLI OPERAI DELL[k]ILVA No al ricatto [k]o accettate i veleni o restate senza lavoro[k] Gli operai dell[k]Ilva non sono dalla parte dei padroni Riva. Essi hanno pagato sulla propria pelle, prima e piu’ di tutti, la mostruosita’ di un inquinamento decennale. Ma hanno, prima ancora, pagato per il regime di sfruttamento, schiavitu’ salariale e persecuzione imperante in fabbrica. Hanno pagato con la morte, gli infortuni e le malattie professionali, in una fabbrica nella quale non si sa mai se a fine turno si uscira’ ancora vivi e integri. Nessuno puo’ fare la lezione agli operai dell[k]Ilva. Non la […] 0

    CON GLI OPERAI DELL[k]ILVA

    CON GLI OPERAI DELL[k]ILVA No al ricatto [k]o accettate i veleni o restate senza lavoro[k] Gli operai dell[k]Ilva non sono dalla parte dei padroni Riva. Essi hanno pagato sulla propria pelle, prima e piu’ di tutti, la mostruosita’ di un inquinamento decennale. Ma hanno, prima ancora, pagato per il regime di sfruttamento, schiavitu’ salariale e persecuzione imperante in fabbrica. Hanno pagato con la morte, gli infortuni e le malattie professionali, in una fabbrica nella quale non si sa mai se a fine turno si uscira’ ancora vivi e integri. Nessuno puo’ fare la lezione agli operai dell[k]Ilva. Non la […]

    Continue Reading

  • Dario Di Vico contro lo sciopero. Caro Operai Contro In un articolo in cui non sa con chi prendersela, Dario Di Vico gia’ sindacalista venduto e dirigente della Uil, oggi sul Corriere non trova di meglio che prendersela con gli operai della Nestle’ che a suo dire scioperano [k]persino quando la Nestle’ offre nuova occupazione[k]. Partito con l’intento di spronare i Partiti che sostengono il governo Monti, Di Vico punta il dito contro gli operai che scioperano. Il senso dell’articolo e’ che non si puo’ permettere agli operai di decidere e fare scioperi, perche’ si legge nell’articolo, [k]diversi settori […] 0

    Dario Di Vico contro lo sciopero.

    Dario Di Vico contro lo sciopero. Caro Operai Contro In un articolo in cui non sa con chi prendersela, Dario Di Vico gia’ sindacalista venduto e dirigente della Uil, oggi sul Corriere non trova di meglio che prendersela con gli operai della Nestle’ che a suo dire scioperano [k]persino quando la Nestle’ offre nuova occupazione[k]. Partito con l’intento di spronare i Partiti che sostengono il governo Monti, Di Vico punta il dito contro gli operai che scioperano. Il senso dell’articolo e’ che non si puo’ permettere agli operai di decidere e fare scioperi, perche’ si legge nell’articolo, [k]diversi settori […]

    Continue Reading

  • [k]Pozzanghere di sangue[k], [k]urla disumane[k], pestaggi bestiali di [k]anziani claudicanti[k] e [k]ragazze nei sacchi a pelo[k]. Cosi Vincenzo Canterini, allora comandante del Reparto mobile di Roma, racconta del blitz alla scuola Diaz, la notte del 21 luglio 2001 al termine del G8 di Genova. Il brano e’ tratto dal libro Diaz, che il dirigente di polizia oggi a riposo ha scritto con i giornalisti Gian Marco Chiocci e Simone di Meo per Imprimatur editore. Un casino infernale. Gli anfibi degli agenti rimbombavano sordi inciampando sui contusi e slittando sopra vetri rotti, vestiti strappati, pozzanghere di sangue. Giuro, erano pozzanghere. […] 0

    G8 DI GENOVA, LA MACELLERIA

    [k]Pozzanghere di sangue[k], [k]urla disumane[k], pestaggi bestiali di [k]anziani claudicanti[k] e [k]ragazze nei sacchi a pelo[k]. Cosi Vincenzo Canterini, allora comandante del Reparto mobile di Roma, racconta del blitz alla scuola Diaz, la notte del 21 luglio 2001 al termine del G8 di Genova. Il brano e’ tratto dal libro Diaz, che il dirigente di polizia oggi a riposo ha scritto con i giornalisti Gian Marco Chiocci e Simone di Meo per Imprimatur editore. Un casino infernale. Gli anfibi degli agenti rimbombavano sordi inciampando sui contusi e slittando sopra vetri rotti, vestiti strappati, pozzanghere di sangue. Giuro, erano pozzanghere. […]

    Continue Reading

  • 6 miliardi regalati ai padroni in nome del terremoto Caro Operai Contro Si fregano le mani i padroni in Emilia Romagna, Veneto e Lombardia, che hanno avuto i capannoni lesionati dal terremoto del maggio scorso. Avranno 6 miliardi di euro sotto forma di finanziamenti agevolati, con la garanzia dello Stato. Questi finanziamenti riguardano solo le aziende e non singoli cittadini che abbiano avuto abitazioni lesionate. Anche i Comuni di queste 3 Regioni avranno finanziamenti corrispondenti a 220 assunzioni a contratto a termine. Nessun risarcimento alle famiglie degli operai sepolti vivi dai capannoni fatti con lo sputo per risparmiare sul […] 0

    6 miliardi regalati ai padroni in nome del terremoto

    6 miliardi regalati ai padroni in nome del terremoto Caro Operai Contro Si fregano le mani i padroni in Emilia Romagna, Veneto e Lombardia, che hanno avuto i capannoni lesionati dal terremoto del maggio scorso. Avranno 6 miliardi di euro sotto forma di finanziamenti agevolati, con la garanzia dello Stato. Questi finanziamenti riguardano solo le aziende e non singoli cittadini che abbiano avuto abitazioni lesionate. Anche i Comuni di queste 3 Regioni avranno finanziamenti corrispondenti a 220 assunzioni a contratto a termine. Nessun risarcimento alle famiglie degli operai sepolti vivi dai capannoni fatti con lo sputo per risparmiare sul […]

    Continue Reading

  • di Greta Marraffa Si e’ concluso con la condanna ad un anno e quattro mesi di reclusione a carico di un dirigente e due capireparto Ilva il processo per la morte dell[k]operaio Vito Antonio Rafanelli, schiacciato da un enorme tubo il 17 Agosto 2006. Per tutti l[k]accusa e’ di omicidio colposo; inoltre dovranno versare una provvisionale di 11.000 euro ai familiari dell[k]operaio deceduto e risarcirli in sede legale. Sono oltre 1110 i lavoratori coinvolti in incidenti mortali sul proprio posto di lavoro solo nel 2011,di cui il 15% erano lavoratori in nero. Le definiscono banalmente ed ingiustamente [k]morti bianche[k], […] 0

    ILVA DI TARANTO, OPERAI UCCISI DAL PADRONE

    di Greta Marraffa Si e’ concluso con la condanna ad un anno e quattro mesi di reclusione a carico di un dirigente e due capireparto Ilva il processo per la morte dell[k]operaio Vito Antonio Rafanelli, schiacciato da un enorme tubo il 17 Agosto 2006. Per tutti l[k]accusa e’ di omicidio colposo; inoltre dovranno versare una provvisionale di 11.000 euro ai familiari dell[k]operaio deceduto e risarcirli in sede legale. Sono oltre 1110 i lavoratori coinvolti in incidenti mortali sul proprio posto di lavoro solo nel 2011,di cui il 15% erano lavoratori in nero. Le definiscono banalmente ed ingiustamente [k]morti bianche[k], […]

    Continue Reading