ITALIA, LA RIFORMA DELLA COSTITUZIONE

Condividi:

Operai,

I tecnici dei tre partiti che sostengono il governo Monti, il famigerato gruppo ABC, del Pdl, Pd, UDC hanno da tempo preparato una bozza di riforma della Costituzione.

La bozza prevede un rafforzamento del ruolo dell’esecutivo: il Governo, ad esempio, potra’ chiedere che un disegno di legge sia inserito con priorita’ all’ordine del giorno della Camera che dovra’ rispettare termini stabiliti per l’esame e per approvazione. Il presidente del Consiglio potra’ proporre al Presidente della Repubblica la nomina e la revoca dei ministri e chiedere al capo dello Stato lo scioglimento delle Camere a meno che le Camere, entro 15 giorni, non approvino la mozione di sfiducia costruttiva. Quest’ultimo istituto – stabilisce la bozza messa a punto dai tecnici – deve essere sottoscritta da almeno un terzo dei componenti di ciascuna Camera, contenere l’indicazione del nuovo premier e non puo’ essere messa in discussione prima di tre giorni dalla sua presentazione. La sfiducia costruttiva dovra’ essere approvata a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera.

Operai,
in pratica i borghesi rafforzano il ruolo del governo rendendo inutile il Parlamento come sistema Legislativo.

Operai,
l’evoluzione della democrazia borghese verso la dittatura e’ una necessita’ che nasce dallo sviluppo della crisi.

Operai,
la stessa formazione del governo tecnico di Monti andava in questa direzione.

Operai,
Mussolini ebbe l’incarico di formare il governo e approfitto’ della ritirata dei parlamentari sull’Aventino per porre fine agli inutili partiti.

Operai,
oggi sono i maggiori partiti della borghesia che limitano la loro presenza e funzione nel Parlamento, in cambio chiedono solo che lo stato continui a pagarli.

Operai nessuna illusione sulla democrazia, prepariamo la rivoluzione

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.