In provincia di Latina braccianti immigrati costretti a lavorare nei campi a 3 euro l’ora

Redazione di Operai Contro, l’Italia è una grande Rosarno, dalle fabbriche alle campagne i padroni vogliono operai che costino niente. Nell’agro pontino in provincia di Latina vi è un’altra piana di Gioia Tauro L’unica differenza fra l’Agro pontino e la piana di Gioia Tauro è che in provincia di Latina non si vedono né ghetti né tendopoli abitati dai lavoratori sfruttati e invisibili. Ma le condizioni di lavoro sono forse peggiori: dai due euro ai tre e mezzo all’ora per lavorare 12 ore nella raccolta di frutta e verdura. A farne le spese la comunità indiana sikh che in zona […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

l’Italia è una grande Rosarno, dalle fabbriche alle campagne i padroni vogliono operai che costino niente.

Nell’agro pontino in provincia di Latina vi è un’altra piana di Gioia Tauro

L’unica differenza fra l’Agro pontino e la piana di Gioia Tauro è che in provincia di Latina non si vedono né ghettitendopoli abitati dai lavoratori sfruttati e invisibili. Ma le condizioni di lavoro sono forse peggiori: dai due euro ai tre e mezzo all’ora per lavorare 12 ore nella raccolta di frutta e verdura.

A farne le spese la comunità indiana sikh che in zona sfiora le 30mila unità.

Questa clip è tratta da “The Harvest. Storie di nuovo caporalato agricolo in Italia“, un film documentario in uscita prevista nel 2017 per cui è attiva ora una campagna di crowdfunding

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.