LA RETE DEI REAZIONARI IN DIFESA DEL CRIMINALE ASSAD

Redazione di Operai Contro, la lotta contro le aggressioni imperialiste viene trasformata da alcune organizzazioni piccolo borghesi in lotta per la difesa dei peggiori regimi reazionari. In Siria c’è una guerra civile. La popolazione combatte contro il regime di Assad In nome dell’antiperialismo organizzazioni piccolo borghesi difendono i regimi reazionari Noi operai non difendiamo il criminale Assad Noi operai non ci schieriamo con i governi occidentali o orientali. Noi operai siamo dalla parte di chi si ribella. Noi operai non siamo affatto equidistanti La “rete dei comunisti” scrive: “Dopo alcuni anni di fallimentare sostegno, ad opera degli Stati Uniti, […]
Condividi:
Redazione di Operai Contro,
la lotta contro le aggressioni imperialiste viene trasformata da alcune organizzazioni piccolo borghesi in lotta per la difesa dei peggiori regimi reazionari.
In Siria c’è una guerra civile.
La popolazione combatte contro il regime di Assad
In nome dell’antiperialismo organizzazioni piccolo borghesi difendono i regimi reazionari
Noi operai non difendiamo il criminale Assad
Noi operai non ci schieriamo con i governi occidentali o orientali. Noi operai siamo dalla parte di chi si ribella.
Noi operai non siamo affatto equidistanti
La “rete dei comunisti” scrive:
“Dopo alcuni anni di fallimentare sostegno, ad opera degli Stati Uniti, della Francia, dell’Inghilterra e delle petromonarchie del Golfo Persico ai cosiddetti ribelli – in realtà bande al soldo di potenze politiche grandi e piccole –  i governi occidentali stanno affilando le armi contro la Siria come già accaduto contro l’Irak, la Libia e contro ogni paese che intendono rapinare o che non accetta supinamente di abbassare la testa ai diktat politici ed economici dell’imperialismo.”
Noi operai siamo contro il nostro governo che si prepara alla guerra
Noi operai non difenderemo mai i governi i governi militari di qualsiasi colore
Noi operai siamo contro i bombardamenti americani
Le guerre civili sono occasioni per gli operai per organizzarsi e combattere contro i padroni.
Un operaio di Milano

 

 

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.