Electrolux, sciopero e linee ferme a Porcia

Redazione di Operai Contro, all’Electrolux ,nè l’avviso in bacheca, nè i solleciti via Whats App sono riusciti a far partire, Sabato 23, le linee di montaggio a Porcia. Lo sciopero degli straordinari indetto a sostegno della vertenza per il rinnovo del contratto nazionale, ha prevalso sull’accordo che pure azienda ed Rsu avevano sottoscritto. Fabbrica ferma, dunque, e ore di straordinario eseguite pari a zero. Electrolux aveva affisso in bacheca a Porcia nei giorni scorsi un avviso in cui ricordava che «così come concordato con le Rsu nell’accordo sottoscritto il 16 maggio 2016, sabato 23 luglio, con orario 5,30-13,30, è […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

all’Electrolux ,nè l’avviso in bacheca, nè i solleciti via Whats App sono riusciti a far partire, Sabato 23, le linee di montaggio a Porcia. Lo sciopero degli straordinari indetto a sostegno della vertenza per il rinnovo del contratto nazionale, ha prevalso sull’accordo che pure azienda ed Rsu avevano sottoscritto. Fabbrica ferma, dunque, e ore di straordinario eseguite pari a zero.

Electrolux aveva affisso in bacheca a Porcia nei giorni scorsi un avviso in cui ricordava che «così come concordato con le Rsu nell’accordo sottoscritto il 16 maggio 2016, sabato 23 luglio, con orario 5,30-13,30, è prevista una giornata di prestazione lavorativa supplementare straordinaria collettiva obbligatoria».

Un ricatto di Electrolux con il solo scopo di intimorire gli operai

L’azienda ha fatto azioni di pressing per convincere gli operai a presentarsi in fabbrica, l’adesione allo sciopero è stata praticamente plebiscitaria».

Un operaio di Porcia

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.