Archive for Luglio 11th, 2016

  • Redazione di Operai Contro, nel 1995 i militari dell’ONU consegnarono migliaia di mussulmani Bosniaci alla banda di criminali serbi. I criminali serbi poterono portare tranquillamente a termine un genocidio uccidendo e torturando 8372 mussulmani (uomini, donne e bambini) Non erano emigranti arabi, ma cittadini della Bosnia. Europei da sempre. Nessun criminale delle truppe ONU è stato condannato. Nessun criminale delle bande cristiane dei serbi è stato condannato. Nessun padrone serbo è stato condannato. Nessun politico Serbo è stato condannato Un mussulmano Facebook Comments 0

    BOSNIA: NEL 1995 I CRISTIANI SERBI MASSACRARONO 8372 MUSSULMANI

    Redazione di Operai Contro, nel 1995 i militari dell’ONU consegnarono migliaia di mussulmani Bosniaci alla banda di criminali serbi. I criminali serbi poterono portare tranquillamente a termine un genocidio uccidendo e torturando 8372 mussulmani (uomini, donne e bambini) Non erano emigranti arabi, ma cittadini della Bosnia. Europei da sempre. Nessun criminale delle truppe ONU è stato condannato. Nessun criminale delle bande cristiane dei serbi è stato condannato. Nessun padrone serbo è stato condannato. Nessun politico Serbo è stato condannato Un mussulmano Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, noi operai dell’ILVA lavoriamo con la morte sulle spalle. Non solo la morte per “incidenti”, ma anche la morte per amianto. Quando si tratta di operai la giustizia è lentissima, prima muoriamo e poi forse si ha una sentenza. Fino quando dovremo sopportare? un Operaio dell’ILVA   di Mimmo Mazza TARANTO – Operai del siderurgico morti o ammalatisi gravemente per l’esposizione all’amianto, arriva al capolinea un’altra inchiesta della Procura di Taranto. Il sostituto procuratore Marina Mannu ha firmato il canonico avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 34 persone, accusate di cooperazione in […] 0

    ILVA: LA FARSA INFINITA

    Redazione di Operai Contro, noi operai dell’ILVA lavoriamo con la morte sulle spalle. Non solo la morte per “incidenti”, ma anche la morte per amianto. Quando si tratta di operai la giustizia è lentissima, prima muoriamo e poi forse si ha una sentenza. Fino quando dovremo sopportare? un Operaio dell’ILVA   di Mimmo Mazza TARANTO – Operai del siderurgico morti o ammalatisi gravemente per l’esposizione all’amianto, arriva al capolinea un’altra inchiesta della Procura di Taranto. Il sostituto procuratore Marina Mannu ha firmato il canonico avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 34 persone, accusate di cooperazione in […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, dal processo per lo scandalo del Mose a Venezia, le testimonianze rassicurano che la democrazia in Italia funziona. Tutti, politici di destra e di sinistra hanno avuto la loro mazzetta, nessuno è stato discriminato. Dopo mafia Capitale a Roma e mafia Expo a Milano, un’altra certezza viene dunque dal Mose di Venezia: la par condicio delle mazzette funziona, non discrimina i politicanti di destra e neanche quelli di sinistra. Che bella la democrazia. Saluti da un lettore   Articolo dal Mattino di Padova VENEZIA. 08 luglio 2016. Scandalo Mose, parla Baita: «Soldi a tutti, destra e […] 0

    Par condicio della mazzetta: «Soldi a tutti, destra e sinistra»

    Caro Operai Contro, dal processo per lo scandalo del Mose a Venezia, le testimonianze rassicurano che la democrazia in Italia funziona. Tutti, politici di destra e di sinistra hanno avuto la loro mazzetta, nessuno è stato discriminato. Dopo mafia Capitale a Roma e mafia Expo a Milano, un’altra certezza viene dunque dal Mose di Venezia: la par condicio delle mazzette funziona, non discrimina i politicanti di destra e neanche quelli di sinistra. Che bella la democrazia. Saluti da un lettore   Articolo dal Mattino di Padova VENEZIA. 08 luglio 2016. Scandalo Mose, parla Baita: «Soldi a tutti, destra e […]

    Continue Reading