Archive for Aprile 7th, 2016

  • Alle elezioni politiche ed amministrative, finché non c’è un partito operaio la nostra scelta è disertare le urne, non partecipare a scegliere quale borghese ci dovrà ancora rapinare ed opprimere. Con questo referendum possiamo invece manifestare la nostra protesta, sappiamo che è solo una protesta formale, con un’urna e una scheda, ma è una occasione che ci conviene sfruttare. Per una serie di condizioni particolari sono in contrasto i padroni grandi e piccoli legati al turismo ed all’ambiente e i grandi padroni “petroliferi”. I “turistici” mascherano i loro interessi con la salvaguardia dell’ambiente, i grandi petrolieri addirittura con la […] 0

    Nell’interesse degli operai il 17 aprile andiamo a votare e votiamo SI

    Alle elezioni politiche ed amministrative, finché non c’è un partito operaio la nostra scelta è disertare le urne, non partecipare a scegliere quale borghese ci dovrà ancora rapinare ed opprimere. Con questo referendum possiamo invece manifestare la nostra protesta, sappiamo che è solo una protesta formale, con un’urna e una scheda, ma è una occasione che ci conviene sfruttare. Per una serie di condizioni particolari sono in contrasto i padroni grandi e piccoli legati al turismo ed all’ambiente e i grandi padroni “petroliferi”. I “turistici” mascherano i loro interessi con la salvaguardia dell’ambiente, i grandi petrolieri addirittura con la […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i parassiti del PD agli ordini del gangster Renzi ripetono che c’è la ripresa e l’occupazione aumenta. Stronzate la realtà è che la disoccupazione aumenta: dei giovani e dei non giovani, delle donne e degli uomini In Italia i disoccupati sono più di 7 milioni. E’ ora che questo esercito si organizzi e scenda in guerra contro padroni e politici. Un disoccupato Facebook Comments 0

    AUMENTA LA DISOCCUPAZIONE

    Redazione di Operai Contro, i parassiti del PD agli ordini del gangster Renzi ripetono che c’è la ripresa e l’occupazione aumenta. Stronzate la realtà è che la disoccupazione aumenta: dei giovani e dei non giovani, delle donne e degli uomini In Italia i disoccupati sono più di 7 milioni. E’ ora che questo esercito si organizzi e scenda in guerra contro padroni e politici. Un disoccupato Facebook Comments

    Continue Reading

  • da Clash City Workers Questo Sabato la dirigenza dello stabilimento Fiat-Chrysler di Termoli è tornata a obbligare i lavoratori allo straordinario. Lo fa per compensare la politica di disinvestimento dell’azienda, che si trova con impianti vecchi che anziché rinnovare vuole sfruttare all’osso e mantenere a regime senza interruzioni. Eventualmente sfruttando all’osso anche i lavoratori, già vessati da ritmi durissimi, malattie professionali e stanchezza cronica. Che per questo, nonostante il regime repressivo che vige nella Fiat di Marchionne e le incredibili pressioni aziendali, continuano ad aderire agli scioperi organizzati dalla maggioranza delle RSU Fiom. Scioperi che stanno avendo un successo inaspettato […] 0

    Continuano gli scioperi degli straordinari alla FCA di Termoli!

    da Clash City Workers Questo Sabato la dirigenza dello stabilimento Fiat-Chrysler di Termoli è tornata a obbligare i lavoratori allo straordinario. Lo fa per compensare la politica di disinvestimento dell’azienda, che si trova con impianti vecchi che anziché rinnovare vuole sfruttare all’osso e mantenere a regime senza interruzioni. Eventualmente sfruttando all’osso anche i lavoratori, già vessati da ritmi durissimi, malattie professionali e stanchezza cronica. Che per questo, nonostante il regime repressivo che vige nella Fiat di Marchionne e le incredibili pressioni aziendali, continuano ad aderire agli scioperi organizzati dalla maggioranza delle RSU Fiom. Scioperi che stanno avendo un successo inaspettato […]

    Continue Reading

  • Redazione, gli scioperi degli operai della FCA di Termoli, ripropongono l’importanza di questa scuola di guerra degli operai contro i padroni e i pretoriani dei padroni. Lo scritto di Lenin (allegato)ripropone il significato ed il senso che ha lo sciopero per la classe operaia e per i lavoratori tutti: solidarietà di classe. Ripropongo di organizzare la cacciata a calci del venduto Landini e delle sue guardie Lo sciopero deve essere inteso come arma di lotta e soprattutto come atto di forza, non ignobilmente ridotto a “diritto borghese”da difendere. Lo sciopero, grazie alla lotta di classe, diviene al contempo “scuola […] 0

    OPERAI FCA: LENIN SUGLI SCIOPERI

    Redazione, gli scioperi degli operai della FCA di Termoli, ripropongono l’importanza di questa scuola di guerra degli operai contro i padroni e i pretoriani dei padroni. Lo scritto di Lenin (allegato)ripropone il significato ed il senso che ha lo sciopero per la classe operaia e per i lavoratori tutti: solidarietà di classe. Ripropongo di organizzare la cacciata a calci del venduto Landini e delle sue guardie Lo sciopero deve essere inteso come arma di lotta e soprattutto come atto di forza, non ignobilmente ridotto a “diritto borghese”da difendere. Lo sciopero, grazie alla lotta di classe, diviene al contempo “scuola […]

    Continue Reading

  • Fal gazzettino.it Nokia taglia. Il gruppo della telefonia prevede la riduzione di circa 15.000 posti nel mondo, nel quadro di un piano di riorganizzazione preparato dopo la fusione con Alcatel con cui conta di ottenere risparmi annuali per 900 milioni di euro entro il 2018. La Fiom ha reso noto che per l’Italia sono stati annunciati 219 esuberi sui 1.480 dipendenti: «una riduzione gravissima, dopo i pesantissimi tagli effettuati negli scorsi anni in entrambe le aziende», sostiene il sindacato. A livello europeo gli esuberi annunciati sono quasi 4.000 su circa 34.000 dipendenti. L’azienda si è rifiutata di fornire un quadro complessivo […] 0

    NOKIA ALTRI LICENZIAMENTI

    Fal gazzettino.it Nokia taglia. Il gruppo della telefonia prevede la riduzione di circa 15.000 posti nel mondo, nel quadro di un piano di riorganizzazione preparato dopo la fusione con Alcatel con cui conta di ottenere risparmi annuali per 900 milioni di euro entro il 2018. La Fiom ha reso noto che per l’Italia sono stati annunciati 219 esuberi sui 1.480 dipendenti: «una riduzione gravissima, dopo i pesantissimi tagli effettuati negli scorsi anni in entrambe le aziende», sostiene il sindacato. A livello europeo gli esuberi annunciati sono quasi 4.000 su circa 34.000 dipendenti. L’azienda si è rifiutata di fornire un quadro complessivo […]

    Continue Reading