SINDACATI E PENSIONI

Redazione di Operai Contro, sono più di 10 anni che quei bastardi di padroni, governi e sindacati ci diminuiscono le pensioni Furono proprio i sindacalisti di CGIL-CISL-UIL ha sostenere la legge Fornero per salvare l’Italia dei padroni Sono i sindacalisti che prendono stipendi da nababbi e pensioni da parassiti che ora sostengono la necessità di rivalutare le pensioni Più del 70% di noi pensionati prendiamo pensioni da 700 euro al mese Ora ci vorranno dare un bonus da 100 euro l’anno per prenderci ancora più per il culo Basta con i bastardi di CGIL-CISL-UIL un pensionato ANSA “Un’iniziativa unitaria […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

sono più di 10 anni che quei bastardi di padroni, governi e sindacati ci diminuiscono le pensioni

Furono proprio i sindacalisti di CGIL-CISL-UIL ha sostenere la legge Fornero per salvare l’Italia dei padroni

Sono i sindacalisti che prendono stipendi da nababbi e pensioni da parassiti che ora sostengono la necessità di rivalutare le pensioni

Più del 70% di noi pensionati prendiamo pensioni da 700 euro al mese

Ora ci vorranno dare un bonus da 100 euro l’anno per prenderci ancora più per il culo

Basta con i bastardi di CGIL-CISL-UIL

un pensionato

ANSA

“Un’iniziativa unitaria sulla rivalutazione delle pensioni”. E’ la nuova mobilitazione annunciata dal segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, quando sta per partire il corteo da Piazza dell’Esquilino per chiedere “di cambiare la legge Fornero”. I sindacati dei pensionati sono quindi già pronti ad un’altra manifestazione che, secondo quanto si apprende, dovrebbe essere fissata a Roma per il 19 maggio. Per i sindacati il decreto sull’indicizzazione infatti non basta.

“Siamo qui per dire al governo di cambiare la legge Fornero” e “ci possono essere varie proposte” ad esempio “combinare contributi ed età anagrafica o stabilire che dopo 41 anni di contributi si può andare in pensione”, ha detto Annamaria Furlan, aprendo la manifestazione unitaria per una modifica delle regole sull’uscita dal lavoro. “La proposta che manca” per una revisione della normativa “è quella indispensabile, quella del governo”. Furlan avverte: “Noi andremo avanti fino a schiodare il governo”.

E oltre quattromila persone a Venezia alla manifestazione di Cgil, Cisl e Uil, guidata da Susanna Camusso, per la riforma della legge Fornero sulle pensioni, attraverso l’introduzione della flessibilità in uscita. Una riforma, chiedono i sindacati, che dovrebbe garantire pensioni dignitose per i giovani e riconoscere la diversità dei lavori. Il corteo è partito dalla stazione ferroviaria di Venezia ed è diretto a Campo Santa Margherita, dove è previsto un intervento della leader della Cgil.

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.