Mercedes in Brasile: Sciopero a oltranza dei 7 mila operai

Caro Operai Contro, dalla rete lo sciopero a oltranza alla Mercedes. Circa 7000 operai dello stabilimento MERCEDES-BENZ di São Bernardo do Campo, presso San Paolo del Brasile, hanno proclamato a seguito di un’assemblea tenutasi il 24 agosto lo sciopero a tempo indeterminato contro il padronato, dopo che il 21 agosto gli operai hanno ricevuto telegrammi con i quali li si invitava a firmare la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro a far data dal 1 settembre. Secondo quando dichiarato da Sergio Nombre, portavoce del sindacato metalmeccanico ABC in MERCEDES, l’azienda non ha neppure specificato la quantità di esuberi previsti, […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

dalla rete lo sciopero a oltranza alla Mercedes. Circa 7000 operai dello stabilimento MERCEDES-BENZ di São Bernardo do Campo, presso San Paolo del Brasile, hanno proclamato a seguito di un’assemblea tenutasi il 24 agosto lo sciopero a tempo indeterminato contro il padronato, dopo che il 21 agosto gli operai hanno ricevuto telegrammi con i quali li si invitava a firmare la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro a far data dal 1 settembre.

Secondo quando dichiarato da Sergio Nombre, portavoce del sindacato metalmeccanico ABC in MERCEDES, l’azienda non ha neppure specificato la quantità di esuberi previsti, parlando di cifre intorno alle 2.000 unità (circa un quinto dell’attuale forza-lavoro) e dichiarando che nei prossimi giorni è previsto un nuovo invio di comunicazioni senza precisarne il numero.

I guai degli operai con MERCEDES sono partiti da mesi e si sono arenati nuovamente due settimane fa, quando l’azienda ha rifiutato la proposta approvata dall’assemblea degli operai di aderire al Programma di Protezione per l’Occupazione (Programa de Protecção do Emprego, PPE) giudicandola “insufficiente”: una soluzione offerta per scongiurare licenziamenti ed esuberi, che prevede il taglio del monte ore lavorativo e di conseguenza del salario del 30% coperto solo per la metà dal governo federale. MERCEDES ha anzi rilanciato aggiungendo al PPE il taglio dell’adeguamento salariale all’INPC (Índice Nacional de Preços ao Consumidor, l’equivalente del nostro ISTAT) per il 2016.

La multinazionale tedesca dell’automotive motiva la sua politica di sangue operaio parlando del calo nel mercato interno del 43,1% di vendite di camion e del 28,6% per gli autobus, aggiungendo che le previsioni per il 2016 restano negative.

Saluti da un lettore

 

Messaggi – Contatti – Calendario – Opzioni – PEC webmail – Logout

Copyright © 2014 – Aruba S.p.A. – tutti i diritti riservati

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.