Archive for Gennaio, 2015

  • Redazione Operai Contro, la UE vuole l’assicurazione che il nuovo governo paghi i debiti. La UE ha dato soldi ai padroni e alle banche greche paghino loro i debiti. Il nuovo capo del governo deve armare gli operai per imporre ai padroni e alle banche di pagare il debito. Il nuovo capo del governo deve immediatamente fare quanto ha promesso: – aumentare il salario minimo agli operai da 450 € a 750 € – dare l’assistenza sanitaria anche ai disoccupati Solo gli operai armati possono garantire il rispetto delle promesse Un operaio greco Nella foto il nuovo ministro delle […] 0

    GRECIA: LE TRATTATIVE CON LA UE

    Redazione Operai Contro, la UE vuole l’assicurazione che il nuovo governo paghi i debiti. La UE ha dato soldi ai padroni e alle banche greche paghino loro i debiti. Il nuovo capo del governo deve armare gli operai per imporre ai padroni e alle banche di pagare il debito. Il nuovo capo del governo deve immediatamente fare quanto ha promesso: – aumentare il salario minimo agli operai da 450 € a 750 € – dare l’assistenza sanitaria anche ai disoccupati Solo gli operai armati possono garantire il rispetto delle promesse Un operaio greco Nella foto il nuovo ministro delle […]

    Continue Reading

  • dal fatto quotidiano Il padre accusato di essere vicino alla mafia, il fratello presidente della Regione Sicilia ucciso da Cosa Nostra e morto tra le sue braccia. La carriera nella Democrazia Cristiana, le dimissioni da ministro sulla legge Mammì, vicepremier di D’Alema. Definì l’ingresso di Fi nel Ppe “un incubo irrazionale”. Autore del Mattarellum, da giudice costituzionale ha bocciato il Porcellum No, forse non passerà alla storia solo per il Mattarellum, la legge elettorale che nel 1994 avrebbe dovuto traghettare l’Italia verso laseconda Repubblica e che l’ha condotta invece, secondo i critici più feroci, nelle sabbie mobili del berlusconismo. […] 0

    Sergio Mattarella, chi è il candidato al Colle: vecchio Dc carta del Rottamatore

    dal fatto quotidiano Il padre accusato di essere vicino alla mafia, il fratello presidente della Regione Sicilia ucciso da Cosa Nostra e morto tra le sue braccia. La carriera nella Democrazia Cristiana, le dimissioni da ministro sulla legge Mammì, vicepremier di D’Alema. Definì l’ingresso di Fi nel Ppe “un incubo irrazionale”. Autore del Mattarellum, da giudice costituzionale ha bocciato il Porcellum No, forse non passerà alla storia solo per il Mattarellum, la legge elettorale che nel 1994 avrebbe dovuto traghettare l’Italia verso laseconda Repubblica e che l’ha condotta invece, secondo i critici più feroci, nelle sabbie mobili del berlusconismo. […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, la terza guerra mondiale si espande. dall’ANSA Un’ondata di attacchi coordinati con colpi di mortaio e autobomba ha causato oggi almeno una trentina di morti e decine di feriti, quasi tutti uomini fra le forze di sicurezza egiziane, in una delle giornate più sanguinose vissute nel turbolento Sinai settentrionale fin dalla svolta politica che ha portato al potere al Cairo l’ex generale Abdel Fattah al-Sisi. Ad essere colpiti è stata di nuovo Sheikh Zuwaid, dove risultano essere stati centrati una decina di obiettivi, oltre alle località di Arish e della parte egiziana di Rafah, al […] 0

    IL DITTATORE EGIZIANO, Abdel Fattah al-Sisi, NON HA PACE

    Redazione di Operai Contro, la terza guerra mondiale si espande. dall’ANSA Un’ondata di attacchi coordinati con colpi di mortaio e autobomba ha causato oggi almeno una trentina di morti e decine di feriti, quasi tutti uomini fra le forze di sicurezza egiziane, in una delle giornate più sanguinose vissute nel turbolento Sinai settentrionale fin dalla svolta politica che ha portato al potere al Cairo l’ex generale Abdel Fattah al-Sisi. Ad essere colpiti è stata di nuovo Sheikh Zuwaid, dove risultano essere stati centrati una decina di obiettivi, oltre alle località di Arish e della parte egiziana di Rafah, al […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, il comune di Melfi ha varato una serie di agevolazioni per i nuovi assunti alla Fiat di Melfi ( ora gruppo Fca ), che vorranno insediarsi e prendere la residenza a Melfi. Evidentemente l’amministrazione comunale di Melfi, ha valutato che 300 assunti in Fiat (seppur interinali) se un pò agevolati potrebbero costituire un affare immobiliare, ed anche rinvigorire un po’ l’economia spicciola. Al tempo stesso non si correrebbe il rischio di una fioritura di baracche sul territorio comunale, come avvenne a Torino negli anni ’50 e ’60, quando i numeri delle assunzioni e i tempi erano […] 0

    Fiat Melfi: più sfruttamento, meno salario e “ponti d’oro”.  

    Caro Operai Contro, il comune di Melfi ha varato una serie di agevolazioni per i nuovi assunti alla Fiat di Melfi ( ora gruppo Fca ), che vorranno insediarsi e prendere la residenza a Melfi. Evidentemente l’amministrazione comunale di Melfi, ha valutato che 300 assunti in Fiat (seppur interinali) se un pò agevolati potrebbero costituire un affare immobiliare, ed anche rinvigorire un po’ l’economia spicciola. Al tempo stesso non si correrebbe il rischio di una fioritura di baracche sul territorio comunale, come avvenne a Torino negli anni ’50 e ’60, quando i numeri delle assunzioni e i tempi erano […]

    Continue Reading

  • Redazione di OperaiContro, questa è una delle migliaia di fotografia del celebre archivio Novostij. È Stalingrado nel 1942. Anche nel 1943 Stalingrado ha liberato le sue macerie. Ci hanno combattuto “mercenari”  ( cit. ) di quasi ogni Repubblica federata dell’Unione Sovietica. Affossiamo anche questo? Un altro lettore Facebook Comments 1

    LE MACERIE SONO LIBERE -2

    Redazione di OperaiContro, questa è una delle migliaia di fotografia del celebre archivio Novostij. È Stalingrado nel 1942. Anche nel 1943 Stalingrado ha liberato le sue macerie. Ci hanno combattuto “mercenari”  ( cit. ) di quasi ogni Repubblica federata dell’Unione Sovietica. Affossiamo anche questo? Un altro lettore Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione, Ricordiamoci che tutte le mafie di questo paese e internazionalmente sono cricche di padroni legati a doppio filo con la politica e sono tra i principali nemici di ogni organizzazione degli operai, guardate con quale semplicità commentano dei “capannoni” ceduti facilmente (commentando che si potrebbero fare di legno a questo punto per maggiori guadagni futuri) e le risate alla faccia degli operai che vi sono periti sotto, sentite i commenti divertiti a “caldo” in quei giorni (maggio 2012) sulle possibilità enormi di profitto che vi si aprono con L’emergenza terremoto in quei luoghi…alla faccia dei poveri cristi morti… […] 0

    NDRANGHETA EMILIA NEMICI DIRETTI DEGLI OPERAI

    Redazione, Ricordiamoci che tutte le mafie di questo paese e internazionalmente sono cricche di padroni legati a doppio filo con la politica e sono tra i principali nemici di ogni organizzazione degli operai, guardate con quale semplicità commentano dei “capannoni” ceduti facilmente (commentando che si potrebbero fare di legno a questo punto per maggiori guadagni futuri) e le risate alla faccia degli operai che vi sono periti sotto, sentite i commenti divertiti a “caldo” in quei giorni (maggio 2012) sulle possibilità enormi di profitto che vi si aprono con L’emergenza terremoto in quei luoghi…alla faccia dei poveri cristi morti… […]

    Continue Reading

  • Redazione, la crisi della FIAT non è finita. Marchionne la smetta di fare il buffone La FIAT va verso il fallimento Un operaio FIAT dal fatto nquotidiano Debito in calo grazie al prestito obbligazionario convertendolanciato a dicembre e al collocamento di 100 milioni di azioniordinarie. E un utile netto crollato a 632 milioni dagli 1,9 miliardi del 2013 – quando il risultato era stato però gonfiato da poste straordinarie – nonostante la crescita dei ricavi. Sono i risultati 2014 di Fiat Chrysler Automobiles, a fronte dei quali il consiglio di amministrazione, presieduto da John Elkann, ha deciso di non raccomandare la distribuzione di dividendi agli azionisti. […] 0

    Fiat Chrysler, utili scesi a 632 milioni. Marchionne taglia debito con nuovo debito

    Redazione, la crisi della FIAT non è finita. Marchionne la smetta di fare il buffone La FIAT va verso il fallimento Un operaio FIAT dal fatto nquotidiano Debito in calo grazie al prestito obbligazionario convertendolanciato a dicembre e al collocamento di 100 milioni di azioniordinarie. E un utile netto crollato a 632 milioni dagli 1,9 miliardi del 2013 – quando il risultato era stato però gonfiato da poste straordinarie – nonostante la crescita dei ricavi. Sono i risultati 2014 di Fiat Chrysler Automobiles, a fronte dei quali il consiglio di amministrazione, presieduto da John Elkann, ha deciso di non raccomandare la distribuzione di dividendi agli azionisti. […]

    Continue Reading

  • Caro Direttore, processano uno scrittore rispolverando il reato d’opinione del codice fascista. Dove vogliono arrivare? A mettere in galera chi esprime un opinione diversa dal pensiero dominante del potere? A impedire forme organizzate di opposizione a questo sistema sociale sfruttatore e affamatore? Vogliono che i milioni di disoccupati, i milioni di precari, i milioni di operai e lavoratori con salari bassi e da fame stiano ancora zitti? Sognano di regnare ancora indisturbati? Dobbiamo dare corpo ad un polo opposto a questo schifo, costruendo il Partito Operaio. Saluti da un simpatizzante. B. Lo scrittore Erri De Luca è sotto processo […] 0

    C’è il codice fascista se alzi la testa

    Caro Direttore, processano uno scrittore rispolverando il reato d’opinione del codice fascista. Dove vogliono arrivare? A mettere in galera chi esprime un opinione diversa dal pensiero dominante del potere? A impedire forme organizzate di opposizione a questo sistema sociale sfruttatore e affamatore? Vogliono che i milioni di disoccupati, i milioni di precari, i milioni di operai e lavoratori con salari bassi e da fame stiano ancora zitti? Sognano di regnare ancora indisturbati? Dobbiamo dare corpo ad un polo opposto a questo schifo, costruendo il Partito Operaio. Saluti da un simpatizzante. B. Lo scrittore Erri De Luca è sotto processo […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Khalifa Haftar, l’ex generale che per conto del governo riconosciuto internazionalmente a Tobruk guida le operazioni militari contro le milizie filo-islamiche insediate a Tripoli. Haftar è un noto assassino finanziato dai padroni occidentali. Haftar in un’intervista alla Bbc ha detto di voler intervenire nella capitale come a Bengasi dove contro i jihadisti di Ansar al Sharia “ha causato pochi danni”. “Non vogliamo scatenare una guerra dentro la città. Vogliamo attuare lo stesso tipo di operazioni militari che abbiamo attuato a Bengasi”, ha detto Haftar. Un lavoratore libico Facebook Comments 0

    LIBIA: HAFTAR UN ASSASSINO AL SERVIZIO DEI PADRONI LIBICI E OCCIDENTALI

    Redazione di Operai Contro, Khalifa Haftar, l’ex generale che per conto del governo riconosciuto internazionalmente a Tobruk guida le operazioni militari contro le milizie filo-islamiche insediate a Tripoli. Haftar è un noto assassino finanziato dai padroni occidentali. Haftar in un’intervista alla Bbc ha detto di voler intervenire nella capitale come a Bengasi dove contro i jihadisti di Ansar al Sharia “ha causato pochi danni”. “Non vogliamo scatenare una guerra dentro la città. Vogliamo attuare lo stesso tipo di operazioni militari che abbiamo attuato a Bengasi”, ha detto Haftar. Un lavoratore libico Facebook Comments

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, in Italia la Sanità non prevede per i giovani la prevenzione contro il cancro, ancor meno la cura: “Per loro non ci sono reparti negli ospedali, né protocolli di cura abbastanza specifici”. Mentre aumentano i ticket sanitari e le liste di attesa, (scavalcate da chi ha i soldi), molti ospedali chiudono, altri vengono declassati a cronicari e moderni lazzaretti. Il governo Renzi con i suoi ministri e le due ancelle, rappresenta il mondo degli sfruttatori e parassiti, che negano la sanità ai comuni mortali. Un mondo che espropria e trasforma in ricchezza e patrimonio per sè, […] 0

    Della serie: ti curi se hai i soldi

    Caro Operai Contro, in Italia la Sanità non prevede per i giovani la prevenzione contro il cancro, ancor meno la cura: “Per loro non ci sono reparti negli ospedali, né protocolli di cura abbastanza specifici”. Mentre aumentano i ticket sanitari e le liste di attesa, (scavalcate da chi ha i soldi), molti ospedali chiudono, altri vengono declassati a cronicari e moderni lazzaretti. Il governo Renzi con i suoi ministri e le due ancelle, rappresenta il mondo degli sfruttatori e parassiti, che negano la sanità ai comuni mortali. Un mondo che espropria e trasforma in ricchezza e patrimonio per sè, […]

    Continue Reading