Archive for 15 Gennaio, 2015

  • Caro Operai Contro, il prezzo del greggio è crollato del 60%, fino alla soglia dei 45 dollari al barile, come ad aprile 2009. Come mai il prezzo alla pompa di gasolio e benzina non è sceso del 60%? Caro Renzi, uno più uno fa due. Con le tue chiacchiere ci hai rotto i coglioni! Il prezzo della benzina dai distributori è sceso in media solo del 16,5%! Anche questo è colpa della crisi? O piuttosto degli interessi dei tuoi amici petrolieri che vogliono mantenere i profitti alle stelle anche con un crollo del 60% del prezzo della materia prima? […] 0

    Petrolio meno 60%, alla pompa meno 16,5%.

    Caro Operai Contro, il prezzo del greggio è crollato del 60%, fino alla soglia dei 45 dollari al barile, come ad aprile 2009. Come mai il prezzo alla pompa di gasolio e benzina non è sceso del 60%? Caro Renzi, uno più uno fa due. Con le tue chiacchiere ci hai rotto i coglioni! Il prezzo della benzina dai distributori è sceso in media solo del 16,5%! Anche questo è colpa della crisi? O piuttosto degli interessi dei tuoi amici petrolieri che vogliono mantenere i profitti alle stelle anche con un crollo del 60% del prezzo della materia prima? […]

    Continue Reading

  • Operai cinesi, un esercito in movimento 14 gennaio ’15 Centinaia di operai edili dei cantieri di Kunning nello Yunan sono scesi in piazza per chiedere il pagamento dei salari arretrati- http://wickedonna2.tumblr.com/post/108099962658/2015 13 gennaio ’15 Gli operai di un calzaturificio di Dongguan nella provincia i Guangdong protestano contro la ristrutturazione e i licenziamenti volontari. http://wickedonna1.tumblr.com/post/108017053420/2015-1-13 13 gennaio ’15 Operai edili dei cantieri i Dali, Yunan in presidio davanti al palazzo del governo,chiedono il pagamento dei salari arretrati http://wickedonna1.tumblr.com/post/108068083450/2015-1-13 Gli operai edili di una scuola in costruzione nel distretto di Chongqing protestano chiedendo il pagamen to dei salari arretrati http://wickedonna1.tumblr.com/post/108018685905/2015-1-13 12 […] 0

    OPERAI CINESI

    Operai cinesi, un esercito in movimento 14 gennaio ’15 Centinaia di operai edili dei cantieri di Kunning nello Yunan sono scesi in piazza per chiedere il pagamento dei salari arretrati- http://wickedonna2.tumblr.com/post/108099962658/2015 13 gennaio ’15 Gli operai di un calzaturificio di Dongguan nella provincia i Guangdong protestano contro la ristrutturazione e i licenziamenti volontari. http://wickedonna1.tumblr.com/post/108017053420/2015-1-13 13 gennaio ’15 Operai edili dei cantieri i Dali, Yunan in presidio davanti al palazzo del governo,chiedono il pagamento dei salari arretrati http://wickedonna1.tumblr.com/post/108068083450/2015-1-13 Gli operai edili di una scuola in costruzione nel distretto di Chongqing protestano chiedendo il pagamen to dei salari arretrati http://wickedonna1.tumblr.com/post/108018685905/2015-1-13 12 […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, il gangster Renzi è un padrone peggiore di Riva. Renzi salva i soldi di Riva in Svizzera Renzi afferma la non punibilità anche se non si osserva la normativa Intanto, la direzione del polo siderurgico ha comunicato  che, “a causa di un ridotto approvvigionamento delle materie prime”, gli altiforni rimarranno fermi per 48 ore a partire dalle 7 del mattino del 15 gennaio. Un operaio ILVA   Dal mfatto quotidiano “Così come è stato approvato, il decreto legge sull’Ilva potrebbe bloccare il rientro dalla Svizzera di capitali per un miliardo e 200 milioni, che servirebbero per attuare le prescrizioni […] 0

    Ilva, i decreti del gangster contro gli operai

    Redazione di Operai Contro, il gangster Renzi è un padrone peggiore di Riva. Renzi salva i soldi di Riva in Svizzera Renzi afferma la non punibilità anche se non si osserva la normativa Intanto, la direzione del polo siderurgico ha comunicato  che, “a causa di un ridotto approvvigionamento delle materie prime”, gli altiforni rimarranno fermi per 48 ore a partire dalle 7 del mattino del 15 gennaio. Un operaio ILVA   Dal mfatto quotidiano “Così come è stato approvato, il decreto legge sull’Ilva potrebbe bloccare il rientro dalla Svizzera di capitali per un miliardo e 200 milioni, che servirebbero per attuare le prescrizioni […]

    Continue Reading

  • Redazione, Marchionne annuncia 1000 assunzioni a Melfi. Ma oggi i dipendenti di Fca nella Penisola sono meno di 23mila, contro gli oltre 44mila del 2003. Le mille assunzioni fanno ridere. Un operaio di Melfi dal fatto quotidiano Un coro di felicitazioni rotto solo da una nota della Fiom-Cgil, che fa notare come si tratti solo della “prima inversione di tendenza dopo anni di declino caratterizzato da pesanti perditeoccupazionali“. L’annuncio delle 1.000 assunzioni che Fca si appresta a fare nello stabilimento di Melfi, in cui rientreranno anche tutti i 5.418 dipendenti in cassa integrazione, è stato accolto con soddisfazione anche dalla maggior parte delle […] 0

    Fiat Chrysler, nell’era Marchionne persi 21mila posti di lavoro in Italia

    Redazione, Marchionne annuncia 1000 assunzioni a Melfi. Ma oggi i dipendenti di Fca nella Penisola sono meno di 23mila, contro gli oltre 44mila del 2003. Le mille assunzioni fanno ridere. Un operaio di Melfi dal fatto quotidiano Un coro di felicitazioni rotto solo da una nota della Fiom-Cgil, che fa notare come si tratti solo della “prima inversione di tendenza dopo anni di declino caratterizzato da pesanti perditeoccupazionali“. L’annuncio delle 1.000 assunzioni che Fca si appresta a fare nello stabilimento di Melfi, in cui rientreranno anche tutti i 5.418 dipendenti in cassa integrazione, è stato accolto con soddisfazione anche dalla maggior parte delle […]

    Continue Reading

  • da baruda.net 10 gennaio 2015 E’ il quotidiano israeliano Haaretz a comunicarci che domani in piazza, a Parigi, alla mastodontica manifestazione “per la libertà di espressione e la democrazia” sarà presente anche Benyamin Netanyahu. Sotto il drappo nero e la scritta “Je suis Charlie” abbiamo visto scorrere, in queste giornate, tra le più terrificanti immagini di questi tempi e sicuramente domani, sull’asfalto parigino, assisteremo alla sagra della mostruosità. Charlie Hebdo era irriverenza e blasfemia, lotta con qualunque arma all’oscurantismo: i caduti di quel giorno son gente nostra, son compagni, sono anarchici, sono blasfemi cazzari che hanno sempre odiato quel che […] 0

    Quando Israele volò fino a Londra per sparare ad un vignettista…

    da baruda.net 10 gennaio 2015 E’ il quotidiano israeliano Haaretz a comunicarci che domani in piazza, a Parigi, alla mastodontica manifestazione “per la libertà di espressione e la democrazia” sarà presente anche Benyamin Netanyahu. Sotto il drappo nero e la scritta “Je suis Charlie” abbiamo visto scorrere, in queste giornate, tra le più terrificanti immagini di questi tempi e sicuramente domani, sull’asfalto parigino, assisteremo alla sagra della mostruosità. Charlie Hebdo era irriverenza e blasfemia, lotta con qualunque arma all’oscurantismo: i caduti di quel giorno son gente nostra, son compagni, sono anarchici, sono blasfemi cazzari che hanno sempre odiato quel che […]

    Continue Reading

  • Redazione di OperaiContro, il messaggio che viene convogliato dai più, istituzioni in primis, è che “il jobs act è stato approvato”. Non viene volutamente specificato il fatto che di approvato ci sia ben poco, dato che mancano decine e decine di decreti attuativi: ciò che è stato approvato è semplicemente la delega in bianco a Renzi & Poletti di stabilire criteri di applicazione delle linee guida a proprio piacimento. Il jobs act nasce dall’esigenza di de-regolamentare radicalmente il mondo del lavoro, e congiuntamente di abbaterne i costi per i padroni. Sulla scia delle modifiche del nuovo testo unico per […] 0

    CON IL JOBS ACT NUOVE PICCONATE ALLA SICUREZZA SUL LAVORO

    Redazione di OperaiContro, il messaggio che viene convogliato dai più, istituzioni in primis, è che “il jobs act è stato approvato”. Non viene volutamente specificato il fatto che di approvato ci sia ben poco, dato che mancano decine e decine di decreti attuativi: ciò che è stato approvato è semplicemente la delega in bianco a Renzi & Poletti di stabilire criteri di applicazione delle linee guida a proprio piacimento. Il jobs act nasce dall’esigenza di de-regolamentare radicalmente il mondo del lavoro, e congiuntamente di abbaterne i costi per i padroni. Sulla scia delle modifiche del nuovo testo unico per […]

    Continue Reading