Dai padroni italiani a quelli algerini,dagli algerini agli indiani

Redazione di Operai Contro, Le acciaierie di Piombino passano di nuovo di proprietà. Dall’algerina Cevital di Issad Rebrab a il gruppo indiano Jindal South West. Sembra il gioco del Monopoli La cifra pagata da Jws è di 55 milioni di euro, a cui bisogna aggiungere altro denaro legato alla valorizzazione del circolante, per un totale che dovrebbe attestarsi intorno ai 90 milioni. L’accordo inoltre prevede un contributo regionale di 30 milioni per la modernizzazione ambientale ed energetica del ciclo produttivo, come già previsto nell’accordo di programma del 2014, e ulteriori 15 da parte del Mise per migliorare le condizioni […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Le acciaierie di Piombino passano di nuovo di proprietà. Dall’algerina Cevital di Issad Rebrab a il gruppo indiano Jindal South West.

Sembra il gioco del Monopoli

La cifra pagata da Jws è di 55 milioni di euro, a cui bisogna aggiungere altro denaro legato alla valorizzazione del circolante, per un totale che dovrebbe attestarsi intorno ai 90 milioni. L’accordo inoltre prevede un contributo regionale di 30 milioni per la modernizzazione ambientale ed energetica del ciclo produttivo, come già previsto nell’accordo di programma del 2014, e ulteriori 15 da parte del Mise per migliorare le condizioni di insediamento; in più sono incluse le concessioni portuali di cinquanta anni, una riduzione dei costi energetici e una soluzione per la bonifica ambientale del sito.

I padroni ricevono soldi dalla regione e dallo stato, intanto noi 1950 ex  operai acciaierie Lucchini, ex Aferpi restiamo in Cassa imntegrazione

I sindacalisti della Fiom non si contengono più sembra che hanno vinto la lotteria.

Il più sfegatato sindacalista annuncia che forse nel 2020 finiremo la cassa integrazione.

Insomma nuova presa per il culo degli operai

Un operaio Aferpi

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.