PADRONI BASTARDI

Condividi:

Padroni Bastardi

Caro Operai Contro

Sono u operaio in pensione da due anni, leggo sul giornale di oggi, per la verita’ un articolo molto striminzito sul Corsera, che La Thyssen Krupp di Torino ha chiesto agli operai che [k]accettano[k] di licenziarsi la firma di una liberatoria nella quale essi rinunciano a qualsiasi azione legale futura in relazione al periodo lavorativo passato in fabbrica. La firma della liberatoria e’ vincolata all[k]incentivo che altrimenti non verrebbe concesso.

In poche parole se ad un operaio che ha lavorato per i padroni della Thyssen, venisse sfortunatamente il giorno dopo la firma della liberatoria diagnosticato un tumore correlato con il ciclo produttivo della Thyssen non avrebbe nessuna possibilita’ ne lui ne i suoi familiari di costituirsi parte civile in un eventuale processo civile o penale.

La Fiom , il segretario torinese Giorgio Airaudo avrebbe protestato scandalizzato da questo atteggiamento padronale.

Ho lavorato per 30 anni alla Winchester Browning di Anagni (Fr) il padrone della Winchester si e’ comportato da bastardo come quelli della Thyssen obbligandoci a firmare la liberatoria. Io sono stato uno degli ultimi a firmarla dopo che i sindacalisti della CGIL mi avevano sottoposto ad una continua pressione additandomi agli altri operai come la causa principale del mancato accordo sull[k]incentivo.

Decine di operai sono morti poi in seguito a tumori contratti in fabbrica

Mi chiedo perche’ questi di Torino si scandalizzano tanto, forse perche’ siamo sotto elezioni? O fanno solo finta? Mi viene difficile credere che qualcuno a livelli cosi alti nel sindacato non sia compromesso, che faccia gli interessi degli operai. Voi che ne pensate?

Ho seguito con interesse il dibattito attorno all[k]organizzazione operaia indipendente e soprattutto ho trovato interessante la mozione approvata a Milano il 29 di marzo,mi sembra la strada giusta da percorrere per cercare di evitare in futuro quello che e’ successo a noi e agli operai della Thyssen.

Saluti

Un operaio in pensione.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.