Archive for Aprile 16th, 2008

  • Sono un operaio italiano di 48 anni di Vimercate, e uno operaio di 28 anni, originario del Burkina Faso le vittime dello scoppio di un macchinario all’interno della Masterplast di Cornate d’Adda, nel nuovo comune di Monza e Brianza. L’incidente e’ avvenuto poco prima delle 17 alla ‘Masterplast’, una fabbrica che produce e lavora materiali in plastica. Secondo una prima ricostruzione sarebbe esploso un macchinario per la lavorazione della plastica, tecnicamente ‘un estrusore’, Investiti da bulloni, viti, e parti del macchinario due operai sarebbero morti all’istante e altri due sono rimasti feriti. LO STRAZIO DELLA MOGLIE DI UNA VITTIMA […] 0

    ESPLOSIONE IN FABBRICA, DUE OPERAI MORTI

    Sono un operaio italiano di 48 anni di Vimercate, e uno operaio di 28 anni, originario del Burkina Faso le vittime dello scoppio di un macchinario all’interno della Masterplast di Cornate d’Adda, nel nuovo comune di Monza e Brianza. L’incidente e’ avvenuto poco prima delle 17 alla ‘Masterplast’, una fabbrica che produce e lavora materiali in plastica. Secondo una prima ricostruzione sarebbe esploso un macchinario per la lavorazione della plastica, tecnicamente ‘un estrusore’, Investiti da bulloni, viti, e parti del macchinario due operai sarebbero morti all’istante e altri due sono rimasti feriti. LO STRAZIO DELLA MOGLIE DI UNA VITTIMA […]

    Continue Reading

  • Facebook Comments 0

    ALFA DI POMIGLIANO: CRONACA FOTOGRAFICA

    Facebook Comments

    Continue Reading

  • Alle 15.30 di oggi sotto l[k]Unione Industriali c[k]era una consistente presenza dei 316. Subito si e’ capito che aria tirava. Gli unici ammessi alla trattativa sono stati i sindacati confederali e l[k]Ugl. Lo schieramento di polizia ha impedito agli altri di salire. Non e’ stata accolta neanche la richiesta di far assistere alla trattativa un rappresentante dei 316. Piu’ tempo passava e piu’ la tensione saliva. Alle 19.00 si e’ avuta gia’ una piccola carica della polizia per allentare la pressione davanti al portone e far allontanare la delegazione Fiat. Poco dopo sono scesi i sindacalisti, che hanno preso […] 0

    ALFA DI POMIGLIANO: LA POLIZIA AL LAVORO PER LA FIAT

    Alle 15.30 di oggi sotto l[k]Unione Industriali c[k]era una consistente presenza dei 316. Subito si e’ capito che aria tirava. Gli unici ammessi alla trattativa sono stati i sindacati confederali e l[k]Ugl. Lo schieramento di polizia ha impedito agli altri di salire. Non e’ stata accolta neanche la richiesta di far assistere alla trattativa un rappresentante dei 316. Piu’ tempo passava e piu’ la tensione saliva. Alle 19.00 si e’ avuta gia’ una piccola carica della polizia per allentare la pressione davanti al portone e far allontanare la delegazione Fiat. Poco dopo sono scesi i sindacalisti, che hanno preso […]

    Continue Reading

  • C[k]era da aspettarselo, l[k]abbandono dei picchetti da parte della maggioranza dei sindacati, con la sola esclusione del gruppo di Mimmo Mignano, un formidabile organizzatore di tutta la lotta, da’ il via libero all[k]intervento della polizia, che nel frattempo ha sostituito i carabinieri. Intorno alle 17.30, la polizia si presenta alle spalle dei picchetti, cioe’ dal lato dell[k]ingresso 1 e non da quello di provenienza dei camion bloccati. Gli operai ai picchetti, ridotti di numero, si dispongono per resistere alla carica, che non si fa attendere. La colluttazione e’ breve, ma intensa. Anche gli operai e i sindacalisti che avevano […] 0

    ALFA DI POMIGLIANO: DOPO I SINDACATI LA POLIZIA

    C[k]era da aspettarselo, l[k]abbandono dei picchetti da parte della maggioranza dei sindacati, con la sola esclusione del gruppo di Mimmo Mignano, un formidabile organizzatore di tutta la lotta, da’ il via libero all[k]intervento della polizia, che nel frattempo ha sostituito i carabinieri. Intorno alle 17.30, la polizia si presenta alle spalle dei picchetti, cioe’ dal lato dell[k]ingresso 1 e non da quello di provenienza dei camion bloccati. Gli operai ai picchetti, ridotti di numero, si dispongono per resistere alla carica, che non si fa attendere. La colluttazione e’ breve, ma intensa. Anche gli operai e i sindacalisti che avevano […]

    Continue Reading