LO SLAI COBAS E LE ELEZIONI

Condividi:

Lo SLAI COBAS per il sindacato di classe riempie il web di comunicati sulle elezioni. Ci tengono a far sapere che “nessun partito presente attualmente in parlamento facente parte del centrodestra o del centrosinistra” ha realmente fatto gli interessi degli operai e dei lavoratori. ” I lavoratori dello slai cobas per il sindacato di classe non appoggiano quindi ne’ Berlusconi, ne’ Veltroni, ne’ possono concedere fiducia alle forze di destra demagogiche e reazionarie e alle altre forze di sinistra che hanno partecipato ai governi Berlusconi e Prodi”.
Finalmente sappiamo che non appoggiano ne’ Berlusconi ne’ Veltroni e non concedono la fiducia alle altre forze di sinistra. Ma cari lavoratori dello SLAI COBAS le altre forze di “sinistra” hanno un nome ben preciso “Sinistra ARCOBALENO” hanno un capo il buffone Bertinotti, un capetto Diliberto (da Guardasigilli fu lui a firmare il decreto di nascita delle squadre speciali di repressione Gom) e potremmo continuare. La Sinistra Arcobaleno sono borghesi. Sono contro gli operai e hanno le mani sporche di sangue del popolo Afghano, come Berlusconi, Veltroni e compagnia bella. Insomma la vogliamo smettere con la storiella destra e sinistra. Sono borghesi. Il programma degli operai e’ la liberazione dalla schiavitu’ del lavoro salariato. Lo SLAI COBAS parla di politica estera subordinata a quella degli USA. La solita cazzata nazionalista della piccola borghesia. La borghesia Italiana conduce una politica estera da paese imperialista. Altro che subordinata agli USA. Per piacere parlate chiaramente e spiegate che cosa e’ una rivoluzione politica e sociale di massa. Parole, parole…………..

IL COMUNICATO DELLO SLAI COBAS

I lavoratori dello slai cobas per il sindacato di classe in occasione della competizione elettorale ribadiscono alcuni punti base:

nessun partito presente attualmente in parlamento facente parte del centrodestra o del centrosinistra, quando e’ stato al governo ha realmente fatto gli interessi degli operai e dei lavoratori in relazione ai problemi che i lavoratori e le masse popolari fronteggiano:

– la legge biagi che ha esteso la precarieta’ dei lavoratori a favore dei padroni e’ stata fatta dal governo Berlusconi e mantenuta sostanzialmente dal governo Prodi;

– il taglio dei salari e dei redditi familiari per effetto carovita in tutti i suoi aspetti era stato grave durante il governo Berlusconi si e’ accentuato con il governo Prodi;

– nulla e’ stato fatto per migliorare la condizione giovanile nella scuola, nei quartieri, nel lavoro e nella vita quotidiana e ancor meno per le donne lavoratrici, precarie e disoccupate, anzi si e’ accentuato nei loro confronti un attacco anche sul piano dei diritti e liberta’ con aumento di omicidi familiari, violenze e molestie sessuali, attacchi al diritto di aborto;

– con i governi di centrodestra, come di centrosinistra sono aumentate le morti bianche, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, l[k]inquinamento; sono peggiorati i servizi sociali, la sanita’ i trasporti la raccolta dei rifiuti.

Sostanzialmente simile e’ stata la politica estera e militare con subordinazione agli interessi USA, con interventi all[k]estero e aumento spese militari e la politica interna con leggi e pacchetti sulla cosiddetta [k]sicurezza[k] e politiche antimmigrati, giustizia ingiusta, forme di stato di polizia ecc.

I lavoratori dello slai cobas per il sindacato di classe non appoggiano quindi

ne’ Berlusconi, ne’ Veltroni, ne’ possono concedere fiducia alle forze di destra demagogiche e reazionarie e alle altre forze di sinistra che hanno partecipato ai governi Berlusconi e Prodi.

Per questo invitano a lottare e organizzarsi per difendere salari, condizioni di vita e di lavoro verso un cambiamento radicale dello stato di cose esistente, per una rivoluzione politica e sociale di massa che porti a un governo operaio e a un potere nelle mani dei lavoratori e delle masse popolari.

SLAI COBAS PER IL SINDACATO DI CLASSE

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.