SONO FINITE LE VACANZE A TOKIO

Condividi:

DAL CORRIERE.IT

G8: [k]Il caro-greggio mina l’economia[k]
[k]Chi ha scorte di cibo ne faccia dono[k]
Le [k]preoccupazioni[k] dei leader per il [k]deciso aumento[k] del prezzo del greggio. Berlusconi: colpa della Cina

TOYAKO (Giappone) – Un accordo sul clima e un documento sullo stato dell’economia mondiale alla luce dell’aumento dei prezzi del petrolio, oltre un invito ai Paesi con scorte alimentare a farne dono a quelli in difficolta’. e’ questo l’esito della sessione dei lavori nel secondo giorno del G8 in Giappone ( ■ il video).

EMISSIONI DIMEZZATE – Gli Otto Grandi hanno raggiunto l’accordo per dimezzare le emissioni di gas responsabili dell’effetto serra entro il 2050. Lo si apprende da fonti diplomatiche. Il summit, giunto alla sua seconda giornata, ha espresso preoccupazioni sull’andamento delle quotazioni delle materie prime, a cominciare da cibo e petrolio, concordando sul fatto della necessita’ che si stabilizzino i prezzi. Il documento finale sui cambiamenti climatici fissa l’impegno del taglio fino al 50% delle emissioni di gas responsabili dell’effetto serra, mentre si profilano target di medio termine. Il primo ministro giapponese, Yasuo Fukuda, non nasconde la sua soddisfazione per l’intesa raggiunta che rappresenta [k]un grande risultato. C’e’ una visione comune sulla questione del clima[k]. Fukuda, in una breve dichiarazione, dice pure che l’accordo prevede [k]i singoli paesi fissino obiettivi di taglio a medio termine[k].

[k]SIAMO PREOCCUPATI[k] – I leader hanno anche diffuso una serie di dichiarazioni sullo stato della economia mondiale, sull’impegno per l’aiuto allo sviluppo africano, sulla sicurezza alimentare, sul rafforzamento della non proliferazione nucleare, sull’antiterrorismo, sulla cooperazione e sulla crisi politica nello Zimbabwe. [k]Siamo fortemente preoccupati[k] per il [k]deciso aumento[k] dei prezzi del greggio che [k]mettono a rischio l’economia mondiale[k]. e’ quanto si legge nel documento del G8 sullo stato dell’economia mondiale. Gli Otto Grandi invitano i paesi produttori di petrolio ad aumentare [k]sul breve termine[k] la capacita’ di produzione e di raffinazione contro l[k]aumento dei prezzi. [k]Sul lato della fornitura le capacita’ di produzione e raffinazione dovrebbero essere aumentate nel breve periodo, e sforzi congiunti sono inoltre necessari per espandere gli investimenti nella estrazione e nella distribuzione nel medio periodo[k], si legge nel documento approvato dagli otto leader. [k]I Paesi produttori di petrolio – proseguono i leader dei paesi piu’ industrializzati del pianeta – dovrebbero assicurare un clima per gli investimenti stabili e trasparenti che faciliti un innalzamento della capacita’ produttiva necessaria per soddisfare la crescente domanda globale[k]. [k]Sul lato della domanda – prosegue il testo – e’ importante fare ulteriori sforzi per migliorare l’efficienza energetica cosi come incrementare gli sforzi per seguire una diversificazione energetica[k].

EMERGENZA ALIMENTARE – Il G8 chiede poi ai Paesi con abbondanza di scorte alimentari [k]di mettere a disposizione una parte delle loro eccedenze per i Paesi in crisi alimentare[k]. e’ quanto si legge in un passaggio della dichiarazione finale del vertice G8 dedicata alla sicurezza alimentare.

BERLUSCONI ATTACCA LA CINA – Ma ama rgine del veetice va segnalata una polemica tra tra Italia e Cina. [k]Tutti hanno condiviso la necessita’ nel chiamare anche la Cina al rispetto degli accordi internazionali[k]. Il premier Silvio Berlusconi, durante un incontro con i cronisti, punta il dito contro la Cina che [k]e’ causa prima dell’aumento del prezzo del petrolio[k] e che [k]non si deve sottrarre alle regolamentazioni[k]. Il premier, quindi, rende noto che il G8 [k]domani chiedera’ convintamente alla Cina di trovare con noi un accordo sulle regolamentazioni[k]. Berlusconi si riferisce a quelle [k]ambientali, di tipo sociale, relative ai mercati finanziari[k].

IL PREMIER: VIA A MILLE NUOVE CENTRALI NUCLEARI NEL MONDO – [k]Siamo consapevoli, guardando al futuro, che si tratta di anticipare il passaggio da una societa’ basata sui combustibili fossili ad una societa’ basata sul nucleare[k] spiega Berlusconi che aggiunge che il mondo industrializzato intende puntare molto sull’energia nucleare tanto che [k]si e’ parlato della necessita’ di dare il via alla progettazione e alla costruzione di oltre mille centrali nucleari nel mondo[k]. [k]Sarkozy – rende noto inoltre il presidente del Consiglio durante una pausa del G8 – ha proposto l’organizzazione di un forum mondiale sulle energie, anche quelle rinnovabili come per esempio quelle eoliche[k]. Berlusconi infine spiega che nella dichiarazione finale del G8 verranno ribadite le raccomandazioni affinche’ ci sia una attenzione particolare [k]per il risparmio energetico[k].

MERKEL SODDISFATTA – Il cancelliere tedesco Angela Merkel, ha detto di essere soddisfatta per il lavoro fatto sui documenti sia per quanto riguarda i progressi sulla questione del cambiamento climatico sia per la cooperazione nel settore dei prodotti alimentari e petrolio. Da verificare, tuttavia, i dettagli dell’accordo sui cambiamenti climatici, anche se si parla di una visione comune [k]per tagliare le emissioni[k].

08 luglio 2008

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.