Comunicati Archive

  • E’ interesse di tutti rappresentare il problema della Grecia come contrasto fra Europa e Grecia, fra creditori cattivi e debitori strangolati.                                                                                                                                                             […] 0

    GRECIA IL NEMICO NASCOSTO

    E’ interesse di tutti rappresentare il problema della Grecia come contrasto fra Europa e Grecia, fra creditori cattivi e debitori strangolati.                                                                                                                                                             […]

    Continue Reading

  • Abbiamo deciso come redazione di pubblicare, a cento anni della carneficina della prima guerra mondiale, il manifesto della  conferenza tenutasi a  Zimmerwald ( Wald cantone di Berna Svizzera) dal 5 al 8 settembre del 1915, a cui parteciparono 36 delegati in rappresentanza di altrettanti paesi Europei. Questo manifesto è una chiara e limpida dimostrazione concreta di un gruppo di delegati , che intravidero la possibilità di costruire un fronte internazionale di opposizione alla guerra dei padroni, un atto di accusa nei confronti del capitalismo Europeo che spedì al fronte milioni di operai e contadini, che si macellarono gli uni […] 0

    Manifesto di Zimmerwald

    Abbiamo deciso come redazione di pubblicare, a cento anni della carneficina della prima guerra mondiale, il manifesto della  conferenza tenutasi a  Zimmerwald ( Wald cantone di Berna Svizzera) dal 5 al 8 settembre del 1915, a cui parteciparono 36 delegati in rappresentanza di altrettanti paesi Europei. Questo manifesto è una chiara e limpida dimostrazione concreta di un gruppo di delegati , che intravidero la possibilità di costruire un fronte internazionale di opposizione alla guerra dei padroni, un atto di accusa nei confronti del capitalismo Europeo che spedì al fronte milioni di operai e contadini, che si macellarono gli uni […]

    Continue Reading

  • Brother workers Turks carried out a major fight for the workers of the whole world . We must free ourselves of wage labor and employers We must build the Democratic Labour Party We send our solidarity and give our newspaper Workers Against news of your struggle Workers Italian Association for the Liberation of Workers –  workers Against Fratelli operai Turchi portate avanti una lotta importante per gli operai di tutto il mondo. Dobbiamo liberarci del lavoro salariato e dei padroni Dobbiamo costruire il Partito operaio Vi inviamo la nostra solidarietà e daremo sul nostro giornale Operai Contro notizie della […] 0

    SOLIDARIETA’ AGLI OPERAI TURCHI

    Brother workers Turks carried out a major fight for the workers of the whole world . We must free ourselves of wage labor and employers We must build the Democratic Labour Party We send our solidarity and give our newspaper Workers Against news of your struggle Workers Italian Association for the Liberation of Workers –  workers Against Fratelli operai Turchi portate avanti una lotta importante per gli operai di tutto il mondo. Dobbiamo liberarci del lavoro salariato e dei padroni Dobbiamo costruire il Partito operaio Vi inviamo la nostra solidarietà e daremo sul nostro giornale Operai Contro notizie della […]

    Continue Reading

  • A che punto siamo arrivati! Renzi il capo del governo, è presente all’Assemblea dell’associazione dei padroni, la Confindustria nella fabbrica Palazzoli. Per svolgere la riunione il padrone libera la fabbrica dagli operai: li costringe a stare a casa con un giorno di ferie. Delle loro ferie. Una prepotenza senza limiti. Il fatto grave è che viene presentato come un fatto normale. Il padrone può disporre dei “propri” operai come meglio gli aggrada. La modernità dell’ottocento. Renzi tiene il solito comizio “ farò riforme che vi permettano di licenziare, di ricattare con un lavoro da schiavi le nuove generazioni, il […] 4

    OPERAI RAGIONATE

    A che punto siamo arrivati! Renzi il capo del governo, è presente all’Assemblea dell’associazione dei padroni, la Confindustria nella fabbrica Palazzoli. Per svolgere la riunione il padrone libera la fabbrica dagli operai: li costringe a stare a casa con un giorno di ferie. Delle loro ferie. Una prepotenza senza limiti. Il fatto grave è che viene presentato come un fatto normale. Il padrone può disporre dei “propri” operai come meglio gli aggrada. La modernità dell’ottocento. Renzi tiene il solito comizio “ farò riforme che vi permettano di licenziare, di ricattare con un lavoro da schiavi le nuove generazioni, il […]

    Continue Reading

  • Operai allo sbando, padroni soddisfatti Chi è in realtà Renzi? All’inizio della crisi i governi e i loro capi, giocavano ad introdurre sacrifici che dovevano pesare equamente su tutte le classi sociali. Il vento è cambiato, oggi la grande crisi costringe Renzi ad agire chiaro, per questo personaggio sono i padroni grandi e piccoli dell’industria e dei servizi ad essere i motori della ripresa e per loro bisogna sacrificare tutte la società e prima di tutti gli operai. Il messaggio è chiaro “se riprendono i profitti riprende l’economia, costi quel che costi”, ed allora le scelte conseguenti sono state […] 1

    OPERAI ALLO SBANDO, PADRONI SODDISFATTI

    Operai allo sbando, padroni soddisfatti Chi è in realtà Renzi? All’inizio della crisi i governi e i loro capi, giocavano ad introdurre sacrifici che dovevano pesare equamente su tutte le classi sociali. Il vento è cambiato, oggi la grande crisi costringe Renzi ad agire chiaro, per questo personaggio sono i padroni grandi e piccoli dell’industria e dei servizi ad essere i motori della ripresa e per loro bisogna sacrificare tutte la società e prima di tutti gli operai. Il messaggio è chiaro “se riprendono i profitti riprende l’economia, costi quel che costi”, ed allora le scelte conseguenti sono state […]

    Continue Reading

  • Operai la barbara strage di migranti nel Meditteraneo è opera dei padroni: bianchi e neri. I padroni occidentali hanno assalito l’Africa, Medio oriente e Oriente. UE, USA RUSSI, INDIANI, CINESI hanno distrutto l’agricoltura di sopravvivenza di questi paesi. Hanno rubato la terra.  Hanno rubato le materie prime Quando non hanno bombardato direttamente la popolazione, hanno scatenato la guerra. UE, USA RUSSI, INDIANI, CINESI, hanno creato milioni di migranti. Interi popoli ridotti alla fame che devono emigrare per tentare di sopravvivere. UE, USA RUSSI, INDIANI, CINESI,quando avevano la necessità di forza -lavoro hanno favorito l’emigrazione. Oggi che hanno milioni di […] 0

    MIGRANTI, IN TRE GIORNI OTTOCENTO MORTI

    Operai la barbara strage di migranti nel Meditteraneo è opera dei padroni: bianchi e neri. I padroni occidentali hanno assalito l’Africa, Medio oriente e Oriente. UE, USA RUSSI, INDIANI, CINESI hanno distrutto l’agricoltura di sopravvivenza di questi paesi. Hanno rubato la terra.  Hanno rubato le materie prime Quando non hanno bombardato direttamente la popolazione, hanno scatenato la guerra. UE, USA RUSSI, INDIANI, CINESI, hanno creato milioni di migranti. Interi popoli ridotti alla fame che devono emigrare per tentare di sopravvivere. UE, USA RUSSI, INDIANI, CINESI,quando avevano la necessità di forza -lavoro hanno favorito l’emigrazione. Oggi che hanno milioni di […]

    Continue Reading

  • 20 Luglio 2014 Almeno 87 palestinesi sono morti oggi nella Striscia di Gaza, 62 dei quali a Sajaya, il sobborgo di Gaza City pesantemente colpito dall’offensiva israeliana. Secondo il portavoce dei servizi palestinesi di soccorso Ashraf al Qudra dall’inizio dell’operazione sono morti 425 palestinesi, di cui 112 minori, 41 donne e 25 anziani, i feriti sono oltre 3000. I Palestinesi di Gaza sono nati e cresciuti in un campo di concentramento. I padroni di Israele  usano i palestinesi di Gaza  come operai nei loro cantieri e nelle loro fabbriche Già una volta i palestinesi di Gaza hanno cacciato gli […] 0

    SOLIDARIETA’ AI PALESTINESI DI GAZA

    20 Luglio 2014 Almeno 87 palestinesi sono morti oggi nella Striscia di Gaza, 62 dei quali a Sajaya, il sobborgo di Gaza City pesantemente colpito dall’offensiva israeliana. Secondo il portavoce dei servizi palestinesi di soccorso Ashraf al Qudra dall’inizio dell’operazione sono morti 425 palestinesi, di cui 112 minori, 41 donne e 25 anziani, i feriti sono oltre 3000. I Palestinesi di Gaza sono nati e cresciuti in un campo di concentramento. I padroni di Israele  usano i palestinesi di Gaza  come operai nei loro cantieri e nelle loro fabbriche Già una volta i palestinesi di Gaza hanno cacciato gli […]

    Continue Reading

  • Francesco Ficiarà operaio Fiat, licenziato per discriminazione deve tornare al suo posto di lavoro. Ficiarà è un operaio ribelle, ha coscienza di essere uno schiavo che lavora per far arricchire il suo padrone e resiste ad ogni sopruso. La Fiat poteva licenziarlo per questo motivo? Avrebbe calpestato le stesse leggi costituzionali che prevedono libertà di espressione e di organizzazione, di resistenza sindacale. La Fiat per giustificare il licenziamento ha dovuto inventarsi scarso rendimento, atti di insubordinazione inesistenti. Il giudice non ha potuto fare altro che annullare il licenziamento. La Fiat come al solito ha fatto ricorso, ha i soldi […] 26

    Ficiarà deve tornare al suo posto di lavoro

    Francesco Ficiarà operaio Fiat, licenziato per discriminazione deve tornare al suo posto di lavoro. Ficiarà è un operaio ribelle, ha coscienza di essere uno schiavo che lavora per far arricchire il suo padrone e resiste ad ogni sopruso. La Fiat poteva licenziarlo per questo motivo? Avrebbe calpestato le stesse leggi costituzionali che prevedono libertà di espressione e di organizzazione, di resistenza sindacale. La Fiat per giustificare il licenziamento ha dovuto inventarsi scarso rendimento, atti di insubordinazione inesistenti. Il giudice non ha potuto fare altro che annullare il licenziamento. La Fiat come al solito ha fatto ricorso, ha i soldi […]

    Continue Reading

  • Electrolux L’omertà è finita. Due operaie della FIOM componenti la delegazione  alla trattativa non hanno firmato l’accordo. Hanno pubblicamente fatto appello a votare NO all’intesa . A)     Perché la trattativa è stata condotta dai capi sindacali in ristretta tenendo fuori i delegati operai B)      Perché il padrone Electrolux ha portato a casa una riduzione delle pause, un’intensificazione dei ritmi,i contratti di solidarietà con riduzione di orario e di salario a parità di produzione (in 6 ore bisogna fare la produzione di 8), il padrone ha ottenuto anche una riduzione dei contributi da versare allo Stato. Ha vinto su tutta […] 0

    ELECTROLUX : COMUNICATO

    Electrolux L’omertà è finita. Due operaie della FIOM componenti la delegazione  alla trattativa non hanno firmato l’accordo. Hanno pubblicamente fatto appello a votare NO all’intesa . A)     Perché la trattativa è stata condotta dai capi sindacali in ristretta tenendo fuori i delegati operai B)      Perché il padrone Electrolux ha portato a casa una riduzione delle pause, un’intensificazione dei ritmi,i contratti di solidarietà con riduzione di orario e di salario a parità di produzione (in 6 ore bisogna fare la produzione di 8), il padrone ha ottenuto anche una riduzione dei contributi da versare allo Stato. Ha vinto su tutta […]

    Continue Reading

  • Operai, un’esplosione in una miniera a Soma, nella provincia di Manisa, nella Turchia occidentale, ha causato la morte per inalazione di monossido di carbonio di almeno 274 minatori, ma il numero è ancora provvisorio, oltre 100 sono ancora dispersi e un centinaio di minatori sono feriti gravemente in ospedale. I minatori Turchi sono nostri fratelli. Basta con i pianti e le preghiere gli assassini devono pagarla. In un tempo in cui si parla delle meraviglie della tecnologia, i minatori e sono costretti a lavorare come cento anni addietro Il primo ministro turco, l’assassino Recep Tayyip Erdogan, arrivato sul luogo della strage, è stato duramente contestato dai familiari delle vittime. E’ […] 0

    OPERAI I MINATORI TURCHI SONO NOSTRI FRATELLI

    Operai, un’esplosione in una miniera a Soma, nella provincia di Manisa, nella Turchia occidentale, ha causato la morte per inalazione di monossido di carbonio di almeno 274 minatori, ma il numero è ancora provvisorio, oltre 100 sono ancora dispersi e un centinaio di minatori sono feriti gravemente in ospedale. I minatori Turchi sono nostri fratelli. Basta con i pianti e le preghiere gli assassini devono pagarla. In un tempo in cui si parla delle meraviglie della tecnologia, i minatori e sono costretti a lavorare come cento anni addietro Il primo ministro turco, l’assassino Recep Tayyip Erdogan, arrivato sul luogo della strage, è stato duramente contestato dai familiari delle vittime. E’ […]

    Continue Reading