Giornale, Numero 861 del 8 novembre 2014

ALTRI 1500 MARINES IN IRAQ

Redazione di operai Contro, Barack Obama ha autorizzato il dispiegamento di ulteriori truppe in Iraq, fino ad un massimo di altri 1.500 militari. Lo riferisce il portavoce della Casa Bianca, […]

Redazione di operai Contro,

Barack Obama ha autorizzato il dispiegamento di ulteriori truppe in Iraq, fino ad un massimo di altri 1.500 militari.

Lo riferisce il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, precisando che i militari non saranno impegnati in funzioni di combattimento, ma solo di addestramento, consulenza e assistenza all’esercito iracheno e alle forze curde, per gestire le strutture militari fuori da Baghdad ed Erbil.

Si tratta di un raddoppio rispetto ai 1.600 già inviati nelle settimane scorse, a partire dalla scorsa estate. Tuttavia, ha ribadito ancora la Casa Bianca, niente ‘boots on the ground’, i soldati Usa in Iraq non avranno incarichi o missioni di combattimento.

In pratica gli oltre 4000 marines ufficiali presenti in Iraq, affiancano gli oltre 5 mila mercenari al servizio degli USA., gli oltre 40 mila uomini del fantoccio americano di Bagdad, i Curdi al servizio degli USA

Viene da chiedersi: come mai oltre 50 mila uomini al servizio degli USA con una aviazione che ha effettuato centinaia di bombardamenti, non riescano a vincere contro pochi terroristi dell’ISIS.

Un lettore

Nella foto due pacifici marines in Iraq

Lascia una risposta