VOGLIAMO RISPETTO PER CHI LAVORA

Non si ferma la mobilitazione degli operai alla Piaggio.
Condividi:

Non si ferma la mobilitazione degli operai alla Piaggio.

La reazione immediata, dura, spontanea dei lavoratori uniti in risposta al grave infortunio subito da una nostra compagna di lavoro mercoledì scorso segna un passo importante.
Una prova di maturità e di forza che ha rivendicato con intransigenza il rispetto verso chi crea la ricchezza, sulla sicurezza come su tutti gli altri aspetti che incidono sulla vita degli operai. L’azienda lo ha capito e a distanza di appena due giorni i dirigenti hanno iniziato a far pressioni ricattatorie sui precari che hanno partecipato allo sciopero.
Lavorare con questi ritmi e questa pressione, con il caldo di questi ultimi mesi e con la mascherina, ha significato per tutti i lavoratori uno stress psico-fisico al limite del sopportabile.
Sulle ferie la Piaggio si è sempre rifiutata di concordare in anticipo il periodo di fruizione e, tantomeno, di condividere con la RSU un calendario annuo che desse certezze ai lavoratori. Soltanto a fine luglio i dirigenti si sono degnati di fornire il calendario delle ferie, infischiandosene che i lavoratori avessero o meno il tempo di organizzare il proprio periodo di riposo.
E allora, come all’estrazione di una lotteria, ad una parte dei lavoratori sono toccate quattro settimane di ferie, ad altri tre, ad altri due. Addirittura, quelli della linea 6 chiamati a lavorare per il solo lunedì della prossima settimana.
Consideriamo inaccettabile che i lavoratori siano solo un’appendice degli interessi aziendali e sottoposti all’arbitrio padronale.
Consideriamo una mancanza di rispetto nei confronti dei lavoratori le decisioni aziendali sulle ferie e il ritardo con cui sono state comunicate
Consideriamo intollerabili le azioni ricattatorie nei confronti dei lavoratori precari sullo sciopero
Pertanto, in considerazione anche dello stress psico- fisico e delle condizioni climatiche proibitive,
dichiariamo:

  • Sciopero per l’intera giornata di lunedì 1° agosto per i lavoratori della linea 6 della 2R
  • Sciopero di due ore a fine turno tutti i giorni della prossima settimana per gli altri lavoratori dello stabilimento

RSU SIALCOBAS

Condividi:

Facebook Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.