Archive for 25 Febbraio, 2015

  • Caro Operai Contro, nel giro di 4 mesi l’azienda può licenziare da un minimo di 5 dipendenti, ad un massimo indefinito. Dal momento del loro licenziamento, i dipendenti non avranno più gli stessi diritti. Quelli assunti col vecchio contratto a tempo indeterminato, avranno un trattamento diverso dei nuovi assunti col Jobs Act “a tutele crescenti”, (sic). Per i primi, se il giudice riterrà illegittimo il licenziamento, ordinerà il reintegro al posto di lavoro. Per i secondi, disporrà un miserabile indennizzo economico. L’illegittimità potrebbe consistere anche nel mancato rispetto dei criteri di scelta nei licenziamenti collettivi (carichi familiari, disabili ecc.). […] 0

    I licenziamenti collettivi del Jobs Act

    Caro Operai Contro, nel giro di 4 mesi l’azienda può licenziare da un minimo di 5 dipendenti, ad un massimo indefinito. Dal momento del loro licenziamento, i dipendenti non avranno più gli stessi diritti. Quelli assunti col vecchio contratto a tempo indeterminato, avranno un trattamento diverso dei nuovi assunti col Jobs Act “a tutele crescenti”, (sic). Per i primi, se il giudice riterrà illegittimo il licenziamento, ordinerà il reintegro al posto di lavoro. Per i secondi, disporrà un miserabile indennizzo economico. L’illegittimità potrebbe consistere anche nel mancato rispetto dei criteri di scelta nei licenziamenti collettivi (carichi familiari, disabili ecc.). […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, la soddisfazione dei sindacalisti dell’ILVA attraversa le alpi. I mazzieri hanno ottenuto di ridurre gli operai in esubero a 4000. vi invio un articolo Un operaio dell’ILVA Accordo raggiunto tra Ilva e sindacati per la proroga di un anno dei contratti di solidarietà per una vasta platea di lavoratori dello stabilimento di Taranto, in relazione anche alla ridotta capacità produttiva per i lavori di adeguamento degli impianti alle prescrizioni dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia). Rispetto alla richiesta avanzata martedì scorso dall’azienda, il numero massimo di lavoratori in esubero è sceso da 4.459 a 4.074. La ‘solidarieta», […] 0

    ILVA: UN’ALTRA GRANDE VITTORIA DEI MAZZIERI DEL PADRONE

    Redazione di Operai Contro, la soddisfazione dei sindacalisti dell’ILVA attraversa le alpi. I mazzieri hanno ottenuto di ridurre gli operai in esubero a 4000. vi invio un articolo Un operaio dell’ILVA Accordo raggiunto tra Ilva e sindacati per la proroga di un anno dei contratti di solidarietà per una vasta platea di lavoratori dello stabilimento di Taranto, in relazione anche alla ridotta capacità produttiva per i lavori di adeguamento degli impianti alle prescrizioni dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia). Rispetto alla richiesta avanzata martedì scorso dall’azienda, il numero massimo di lavoratori in esubero è sceso da 4.459 a 4.074. La ‘solidarieta», […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, l’attuale governo greco è un’altro governo dei padroni. Chiedono l’aiuto dei padroni europei per proteggere i padroni greci. Le misure per affrontare la crisi umanitaria del Paese sono relegate a uno striminzito paragrafetto finale: da un lato buoni pasto e servizi energetici esanitari per i più poveri, dall’altro l’aumento del salario minimo, che però, si legge, sarà deciso “in consultazione con le istituzioni europee” e solo nella misura in cui questo “non danneggerà il bilancio”. In più, l’intenzione di evitare, in futuro, la confisca della prima casa ai cittadini in difficoltà nel ripagare mutui e prestiti. In compenso sono tantissime le concessioni all’austerity: la […] 0

    OPERAI GRECI RIBELLIAMOCI

    Redazione di Operai Contro, l’attuale governo greco è un’altro governo dei padroni. Chiedono l’aiuto dei padroni europei per proteggere i padroni greci. Le misure per affrontare la crisi umanitaria del Paese sono relegate a uno striminzito paragrafetto finale: da un lato buoni pasto e servizi energetici esanitari per i più poveri, dall’altro l’aumento del salario minimo, che però, si legge, sarà deciso “in consultazione con le istituzioni europee” e solo nella misura in cui questo “non danneggerà il bilancio”. In più, l’intenzione di evitare, in futuro, la confisca della prima casa ai cittadini in difficoltà nel ripagare mutui e prestiti. In compenso sono tantissime le concessioni all’austerity: la […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai Contro, i crociati delle grande coalizione di Obama, continuano a massacrare le popolazioni della Siria e dell’Iraq. I crociati cristiani mettono in pericolo la vita di Irakeni e Siriani cristiani La guerra della grande coalizione dei padroni è sempre più una guerra contro i giovani mussulmani e la popolazione civile di qualsiasi religione Il dittatore  Siriano, grande alleato della Russia, partecipa al massacro di civili E’ ora che gli abitanti della Siria e dell’Iraq rivolgano le armi contro la grande coalizione di Obama e i loro mercenari La grande coalizione massacra i civili di qualsiasi religione. […] 0

    SIRIA: L’ISIS AVANZA

    Redazione di operai Contro, i crociati delle grande coalizione di Obama, continuano a massacrare le popolazioni della Siria e dell’Iraq. I crociati cristiani mettono in pericolo la vita di Irakeni e Siriani cristiani La guerra della grande coalizione dei padroni è sempre più una guerra contro i giovani mussulmani e la popolazione civile di qualsiasi religione Il dittatore  Siriano, grande alleato della Russia, partecipa al massacro di civili E’ ora che gli abitanti della Siria e dell’Iraq rivolgano le armi contro la grande coalizione di Obama e i loro mercenari La grande coalizione massacra i civili di qualsiasi religione. […]

    Continue Reading

  • Il Foglio Bianco Posted: 24 Feb 2015 11:53 AM PST La Cgil ha segnato il suo punto più basso con la discussione dell’ultimo direttivo nazionale. Non solo non c’è nessuna continuità dell’iniziativa contro le politiche del governo ed in particolare il Jobs Act, ma proprio non c’è alcuna idea concreta di come fronteggiare il perdurare dell’aggressione di governo e padronato alla condizione del lavoro. Nessuna idea di quali politiche rivendicative sostenere, di come agire per riunificare il lavoro, lottare contro la precarietà,  aprire vertenze per la stabilizzazione. Nessuna idea su come esprimere sostegno concreto alla lotta del popolo greco […] 0

    Direttivo Cgil. Tutti a casa – Sergio Bellavita

    Il Foglio Bianco Posted: 24 Feb 2015 11:53 AM PST La Cgil ha segnato il suo punto più basso con la discussione dell’ultimo direttivo nazionale. Non solo non c’è nessuna continuità dell’iniziativa contro le politiche del governo ed in particolare il Jobs Act, ma proprio non c’è alcuna idea concreta di come fronteggiare il perdurare dell’aggressione di governo e padronato alla condizione del lavoro. Nessuna idea di quali politiche rivendicative sostenere, di come agire per riunificare il lavoro, lottare contro la precarietà,  aprire vertenze per la stabilizzazione. Nessuna idea su come esprimere sostegno concreto alla lotta del popolo greco […]

    Continue Reading

  • Redazione di OperaiContro, il mondo intero è in apprensione per i soldi greci e le minacce dell’ISIS al cuore dell’Europa mediterranea, impegnato a fare da cassa di risonanza a boiate micidiali. Nell’indifferenza del ministro dell’Economia greco, di Obama e Putin, dell’ISIS, 489minatori in Sudafrica hanno pensato di essere troppo ignorati ed hanno deciso di restare intrappolati a quasi 2 chilometri di profondità, a causa di un guasto durante le riparazioni dell’impianto di condizionamento. Gli operai sono rimasti per quasi 2 giorni senza scampo nella miniera d’oro di Kusasalethu, di proprietà della multinazionale Harmony Gold. Mentre alcuni media riportano la […] 0

    SUDAFRICA: 489 MINATORI INTRAPPOLATI IN SALVO, 18 DISPERSI?

    Redazione di OperaiContro, il mondo intero è in apprensione per i soldi greci e le minacce dell’ISIS al cuore dell’Europa mediterranea, impegnato a fare da cassa di risonanza a boiate micidiali. Nell’indifferenza del ministro dell’Economia greco, di Obama e Putin, dell’ISIS, 489minatori in Sudafrica hanno pensato di essere troppo ignorati ed hanno deciso di restare intrappolati a quasi 2 chilometri di profondità, a causa di un guasto durante le riparazioni dell’impianto di condizionamento. Gli operai sono rimasti per quasi 2 giorni senza scampo nella miniera d’oro di Kusasalethu, di proprietà della multinazionale Harmony Gold. Mentre alcuni media riportano la […]

    Continue Reading