STELLANTIS MELFI: 6 PUNTI SU CUI RIFLETTERE

Volantino distribuito l'11 giugno 2021 durante l'orario di uscita del primo turno e di entrata del secondo ai cancelli della Stellantis di Melfi.
Condividi:

Volantino distribuito l’11 giugno 2021 durante l’orario di uscita del primo turno e di entrata del secondo ai cancelli della Stellantis di Melfi.


 

E’ bene che fra tutti gli operai di Melfi iniziamo a ragionare su questi dati di fatto:

1. Non ci vuole chissà quale intuizione per capire dove vuole arrivare Stellantis a Melfi. Meno operai, tanta cassa integrazione, spremere la gente e ridurre i costi.

2. Non ci vuole tanta intelligenza per capire che i dirigenti sindacali hanno talmente collaborato col padrone che ora sono incapaci a mettere in atto una linea di difesa convincente degli operai. Non neghiamo che alcuni hanno collaborato e collaborano direttamente mentre altri hanno tentato prima di resistere per poi allinearsi come gli altri. Ora sono tutti impegnati a perdere tempo per chiedere aiuti politici, governativi, mentre non sanno nemmeno risolvere il problema dei ratei e degli RLC messi da parte.

3. Un fatto nuovo si sta manifestando e dà qualche speranza, diversi sono gli operai singoli o a piccoli gruppi che vogliono fare qualcosa, che chiedono, anche se divisi e disorganizzati, di opporre a Stellantis una linea di difesa, che inizia dalle questioni salariali e dei ritmi per finire alla grande questione del rifiuto di qualunque licenziamento aperto o mascherato.

4. Ma c’è anche una potente difficoltà da superare, anni di divisione in parrocchie sindacali hanno prodotto una concorrenza fra gli stessi operai tale che concentrare le forze, muoversi assieme, sembra quasi impossibile, ma è la necessità più urgente alla quale bisogna rispondere per fronteggiare l’offensiva del padrone.

5. Prima di essere iscritti a quel sindacato o a quell’altro siamo operai, la nostra unità è quello che conta e viene prima delle riunioni di parrocchie sindacali senza parrocchiani, dobbiamo metterci in moto come massa ma senza una rinnovata coalizione degli operai più combattivi di ogni stabilimento sarà impossibile.

6. Uno scossone dal basso è quello che ci vuole per tutti.

PARTITO OPERAIO

PER CONTATTI: partito.operaio@gmail.com 09/06/2021 Sesto San Giovanni (MI), via G. Matteotti 496



Volantino in formato pdf

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.