SOLIDARIETÀ CON GLI OPERAI DELLA FIAT PLASTIK DI KRAGUIEVAC (SERBIA) IN SCIOPERO!

La solidarietà internazionale fra operai in lotta è la base necessaria per la costituzione di un partito operaio indipendente. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato dell' "Unione di lotta per il partito comunista"
Condividi:

La solidarietà internazionale fra operai in lotta è la base necessaria per la costituzione di un partito operaio indipendente. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato dell’ “Unione di lotta per il partito comunista”


 

Giovedì 18 febbraio è scoppiato lo sciopero nella fabbrica Fiat Plastik di Kragujevac, in Serbia, che produce i paraurti della 500 L. L’azienda è una consociata della FCA Srbija (ex Zastava).
La causa principale della lotta, che è promossa da un Comitato di sciopero composto da giovani operai, sono le riduzioni di salario, avvenute con un atto di prepotenza della direzione dello stabilimento, e le riduzioni dell’indennizzo per i giorni di ferie, inferiori a quelle di altre aziende.
In totale, sono circa 15.000 dinari (128 euro) al mese rubati agli operai della Fiat Plastik, per incrementare i profitti dell’azienda, che beneficia anche di sussidi statali.
I rappresentanti del Comitato di sciopero hanno dichiarato che lo sciopero andrà avanti bloccando l’intera produzione finché le rivendicazioni degli operai, che consistono anzitutto nel riportare il salario al livello precedente, non saranno soddisfatte.
Un primo sciopero di avvertimento era stato effettuato il 12 gennaio, senza però raggiungere nessun accordo nelle trattative con l’azienda che sono andate avanti sino ai primi di febbraio.
La direzione aziendale aveva messo in libertà gli operai martedì scorso per cercare di evitare lo sciopero, i cui effetti si faranno sentire nei prossimi giorni in altre fabbriche FCA del distretto.
Il proletariato di Kragujevac è all’avanguardia della classe operaia serba. La lotta che avviene oggi è la prosecuzione del grande sciopero avvenuto in Fiat nel 2017, che ha dimostrato la forza dei giovani operai e ha dato impulso alla formazione di un’avanguardia rivoluzionaria di classe in Serbia.
Lo sciopero odierno degli operai della Fiat Plastik svela il vero volto del capitalismo e dell’imperialismo che per sopravvivere aumenta lo sfruttamento del proletari, gettandoli nella miseria e peggiorando le sue condizioni di lavoro e di vita. Condizioni non certo dissimili da quelle che vivono gli operai FCA nel nostro paese, sottoposti a sfruttamento bestiale, turni massacranti, mancanza di misure di salute e sicurezza, salari da fame.
Dimostra che nonostante le difficili condizioni della pandemia l’azione indipendente di classe mette in seria difficoltà i padroni e incoraggia migliaia di altri operai a riprendere la via della lotta per imporre le proprie necessità e farla finita con lo sfruttamento capitalistico.
Esprimiamo piena solidarietà alla lotta degli operai della Fiat Plastik e denunciamo i piani antioperai della FCA e del governo serbo, così come quelli del governo Draghi che sostiene il monopolio automobilistico.
Invitiamo gli operai Fiat e il sindacalismo di lotta del nostro paese ad esprimere azioni di solidarietà con gli operai di Serbia.
Viva la lotta e la solidarietà internazionale della classe operaia!
21.2.2021
Unione di lotta per il Partito comunista

Condividi:

Facebook Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.