UCRAINA, I MINATORI NON SCHERZANO

Ancora notizie degli operai in movimento in Europa. Tocca all'Ucraina, 393 minatori hanno occupato i pozzi e la protesta si sta allargando a tutte le miniere. Iniziata il 3 settembre è tutt'ora in corso.
Condividi:

Ancora notizie degli operai in movimento in Europa. Tocca all’Ucraina, 393 minatori hanno occupato i pozzi e la protesta si sta allargando a tutte le miniere. Iniziata il 3 settembre è tutt’ora in corso.


 

8 settembre 2020
Secondo il presidente del sindacato indipendente dei minatori dell’Ucraina (NPGU) Mikhail Volynets, dalle 8:30 del mattino, 393 lavoratori della PJSC Kryvyi Rih Iron Ore Plant stanno prendendo parte alla protesta occupando i pozzi.
“Oggi 90 minatori della miniera “Gvardiiska”, 60 operai della miniera ‘Ternivska’, 214 della miniera “Batkivshchyna” e 29 operai della miniera “Zhovtneva ” hanno organizzato la protesta occupando la miniera, chiedendo l’aumento dei salari e il miglioramento delle condizioni di lavoro “- ha detto Mikhail Volynets.
La miniera di Ternivska si è fermata, poiché la direzione non aveva permesso al primo turno di scendere nei pozzi. Tutti gli operai del primo turno hanno espresso solidarietà e sostegno ai colleghi, asserragliati nel sottosuolo, protestando nella piazza adiacente alla palazzina della direzione della PJSC KZRK
Inoltre, Mikhail Volynets ha informato che rappresentanti della direzione Centrale dell’Ufficio Statale del Lavoro dell’Ucraina si sarebbero recati a Kryvyi Rih in seguito alla denuncia che i minatori, delle imprese di Kryvyi Rih, hanno fatto sul comportamento del locale Ufficio Statale del Lavoro. In particolare per quanto riguarda il loro comportamento apertamente a favore dei padroni locali. Allo stesso tempo, l’NPGU (Sindacato Indipendente) fornirà all’Ufficio Statale del lavoro dell’Ucraina tutti i documenti pertinenti i soprusi, prove di violazioni delle norme di sicurezza sul lavoro e dei diritti dei minatori.
Come l’NPGU ha dichiarato in precedenza, i minatori della miniera di Zhovtneva dell’impianto minerale PJSC Kryvyi Rih (KZRK) hanno iniziato la protesta e l’occupazione dei pozzi il 3 settembre. In seguito anche gli operai di altre miniere li hanno seguiti occupando i pozzi nella loro miniera.
Le richieste dei minatori sono:
1. Aumento dei salari;
2. Migliorare le condizioni di lavoro e fermare le violazioni durante la certificazione della sicurezza sul posto di lavoro;
3. Cambiare l’attuale gestione che ha portato a questa situazione di crisi;
4. Ripristinare i benefici pensionistici conquistati dovuti alle difficili condizioni di lavoro.

A cura di M.C.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.