IL GIORNO CHE GLI OPERAI PRESERO IL POTERE

Cento anni dalla Rivoluzione russa, ognuno la racconta secondo i propri interessi di classe. I ricchi la maledicono, gli storici borghesi la reinterpretano come un colpo di stato di un uomo, di un partito. A chi vive di nostalgia basta uno sventolio di bandiere. Per noi è stata la presa del potere da parte degli operai. Per l’occasione abbiamo prodotto un opuscolo di 85 pagine in formato A5: “Il giorno che gli operai presero il potere” “Decreti attuativi della rivoluzione russa” Qui allegate potete trovare l’opuscolo. Chi vuole la copia cartacea può richiederla inviando e-mail a  info@operaicontro.it. La copia […]
Condividi:

Cento anni dalla Rivoluzione russa, ognuno la racconta secondo i propri interessi di classe. I ricchi la maledicono, gli storici borghesi la reinterpretano come un colpo di stato di un uomo, di un partito. A chi vive di nostalgia basta uno sventolio di bandiere.

Per noi è stata la presa del potere da parte degli operai.

Per l’occasione abbiamo prodotto un opuscolo di 85 pagine in formato A5:

Il giorno che gli operai presero il potere”

Decreti attuativi della rivoluzione russa”

Qui allegate potete trovare l’opuscolo.

Chi vuole la copia cartacea può richiederla inviando e-mail a  info@operaicontro.it.

La copia cartacea dell’opuscolo ha un costo di 2 €

 

 

WEB_Centenario OC

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.