Archive for Ottobre, 2017

  • Redazione, Il 27 c’è stato lo sciopero generale indetto da alcuni sindacatini. I sindacatini che hanno indetto lo sciopero generale ora non dicono niente. Riuscito o fallito? Il 10 Novembre altri sindacatini hanno indetto uno sciopero generale. Intanto FILT-CGIL FITCISL e UILTRASPORTI hanno indetto una giornata di lotta il 27 ottobre per alcuni settori dei trasporti. Il 30 e 31 FILT e soci hanno indetto due giorni di sciopero generale per la logistica e i trasporti merci e spedizioni. “Le altissime adesioni allo sciopero – sostiene la segretaria nazionale della Filt Cgil Giulia Guida – devono portare verso un […] 0

    SCIOPERI GENERALI

    Redazione, Il 27 c’è stato lo sciopero generale indetto da alcuni sindacatini. I sindacatini che hanno indetto lo sciopero generale ora non dicono niente. Riuscito o fallito? Il 10 Novembre altri sindacatini hanno indetto uno sciopero generale. Intanto FILT-CGIL FITCISL e UILTRASPORTI hanno indetto una giornata di lotta il 27 ottobre per alcuni settori dei trasporti. Il 30 e 31 FILT e soci hanno indetto due giorni di sciopero generale per la logistica e i trasporti merci e spedizioni. “Le altissime adesioni allo sciopero – sostiene la segretaria nazionale della Filt Cgil Giulia Guida – devono portare verso un […]

    Continue Reading

  • Per il dibattito Caro Operai Contro, “va riconosciuto il fatto che, per una volta, anche tutto il sistema politico, maggioranza e opposizione, ha sostenuto il Piano nazionale industria 4.0”. A dirlo è Carlo Calenda ministro per lo sviluppo economico, riferendosi ai 33 miliardi di euro regalati ai padroni in due anni, per rinnovare i macchinari. Un regalo fatto all’unanimità dal governo Gentiloni e dall’opposizione parlamentare. Calenda sostiene che: se solo il 20% delle imprese italiane sono competitive, dipende dal fatto che “progresso scientifico e internazionalizzazione” non sono stati governati. Eh no Calenda, sono stati governati e come! Sempre però […] 0

    Il ministro Calenda su: Industria 4.0

    Per il dibattito Caro Operai Contro, “va riconosciuto il fatto che, per una volta, anche tutto il sistema politico, maggioranza e opposizione, ha sostenuto il Piano nazionale industria 4.0”. A dirlo è Carlo Calenda ministro per lo sviluppo economico, riferendosi ai 33 miliardi di euro regalati ai padroni in due anni, per rinnovare i macchinari. Un regalo fatto all’unanimità dal governo Gentiloni e dall’opposizione parlamentare. Calenda sostiene che: se solo il 20% delle imprese italiane sono competitive, dipende dal fatto che “progresso scientifico e internazionalizzazione” non sono stati governati. Eh no Calenda, sono stati governati e come! Sempre però […]

    Continue Reading

  • Per il dibattito. Caro Operai Contro, all’Industria 4.0 corrisponde uno sfruttamento operaio 40. Ma cosa vuol dire Industria 4.0? L’industria 4.0 è un invenzione di sana pianta. Un tentativo di fissare con uno stereotipo, il grado tecnologico e digitale raggiunto oggi dal macchinario automatizzato e interconnesso, al quale, poiché usato capitalisticamente, corrisponde un saggio di sfruttamento operaio più elevato. Qui sotto invece abbiamo l’esempio di come Industria 4.0 viene presentata come una novità, un modello da condividere per uscire dalla crisi. In realtà non è altro che un più elevato livello di sfruttamento operaio. Saluti da un lettore   […] 0

    Sfruttamento 4.0

    Per il dibattito. Caro Operai Contro, all’Industria 4.0 corrisponde uno sfruttamento operaio 40. Ma cosa vuol dire Industria 4.0? L’industria 4.0 è un invenzione di sana pianta. Un tentativo di fissare con uno stereotipo, il grado tecnologico e digitale raggiunto oggi dal macchinario automatizzato e interconnesso, al quale, poiché usato capitalisticamente, corrisponde un saggio di sfruttamento operaio più elevato. Qui sotto invece abbiamo l’esempio di come Industria 4.0 viene presentata come una novità, un modello da condividere per uscire dalla crisi. In realtà non è altro che un più elevato livello di sfruttamento operaio. Saluti da un lettore   […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Felipe il re di Spagna, l’erede del fascista Franco, Rajoy il primo ministro della monarchia dei manganellatori, preparano la guerra civile contro il popolo Catalano. Le borghesie di tutto il mondo scendono in campo contro l’indipendenza della Catalogna. I borghesi di tutta l’europa temono l’effetto dirompente della dichiarazione di indipendenza. I boia di tutti i popoli del mondo parteggiano per il manganellatore Rajoy  La premier inglese, che da secoli opprimono Irlandesi, scozzesi e Gallesi, dichiara di essere dalla parte del manganellatore Rajoy  I borghesi di tutto il mondo, dopo aver applaudito i Curdi, ora appoggiano […] 0

    DALLA PARTE DEL POPOLO CATALANO

    Redazione di Operai Contro, Felipe il re di Spagna, l’erede del fascista Franco, Rajoy il primo ministro della monarchia dei manganellatori, preparano la guerra civile contro il popolo Catalano. Le borghesie di tutto il mondo scendono in campo contro l’indipendenza della Catalogna. I borghesi di tutta l’europa temono l’effetto dirompente della dichiarazione di indipendenza. I boia di tutti i popoli del mondo parteggiano per il manganellatore Rajoy  La premier inglese, che da secoli opprimono Irlandesi, scozzesi e Gallesi, dichiara di essere dalla parte del manganellatore Rajoy  I borghesi di tutto il mondo, dopo aver applaudito i Curdi, ora appoggiano […]

    Continue Reading

  • Ultimi tre giorni di lavoro: oggi, lunedì e martedì. Dopodiché il contratto dei circa 730 interinali assunti la scorsa primavera terminerà. Ma ad oggi ancora non si sa se verranno riconfermati tutti e se quelli che saranno confermati saranno trasformati in contratti a tempo indeterminato oppure saranno ancora precari. Su questi temi chiedono di avere risposte celere e certi i sindacati, in particolar modo la Fiom-Cgil che ha chiesto anche un incontro alla dirigenza azinedale, ma finora non ha ricevuto risposte. Sempre a proposito di assunzioni sono tanti ancora coloro che attendono di entrare in fabbrica: del resto durante […] 0

    Pianeta Fca, sulle assunzioni tutti con il fiato sospeso. Martedì scadono 730 contratti

    Ultimi tre giorni di lavoro: oggi, lunedì e martedì. Dopodiché il contratto dei circa 730 interinali assunti la scorsa primavera terminerà. Ma ad oggi ancora non si sa se verranno riconfermati tutti e se quelli che saranno confermati saranno trasformati in contratti a tempo indeterminato oppure saranno ancora precari. Su questi temi chiedono di avere risposte celere e certi i sindacati, in particolar modo la Fiom-Cgil che ha chiesto anche un incontro alla dirigenza azinedale, ma finora non ha ricevuto risposte. Sempre a proposito di assunzioni sono tanti ancora coloro che attendono di entrare in fabbrica: del resto durante […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro da quando il Pd è al governo, con Renzi e Gentilioni, ci ha colpito e tartassati in molti modi. Dalle promesse di Renzi ai terremotati, clamorosamente non rispettate, alla negazione dell’adeguamento delle pensioni. E ancora Renzi con il Jobs act e le misure ad esso collegate, dagli sgravi fiscali ai padroni, ai licenziamenti facili di operai e lavoratori, all’abolizione degli ammortizzatori sociali. E’ sempre Renzi ad aver minato la sanità pubblica, costringendo operai e lavoratori a sacrificare una parte di salario nei rinnovi contrattuali, per avere ancora la copertura sanitaria. Gentiloni dopo le decine di miliardi […] 0

    Con il Pd al governo arriva la tassa sui morti

    Caro Operai Contro da quando il Pd è al governo, con Renzi e Gentilioni, ci ha colpito e tartassati in molti modi. Dalle promesse di Renzi ai terremotati, clamorosamente non rispettate, alla negazione dell’adeguamento delle pensioni. E ancora Renzi con il Jobs act e le misure ad esso collegate, dagli sgravi fiscali ai padroni, ai licenziamenti facili di operai e lavoratori, all’abolizione degli ammortizzatori sociali. E’ sempre Renzi ad aver minato la sanità pubblica, costringendo operai e lavoratori a sacrificare una parte di salario nei rinnovi contrattuali, per avere ancora la copertura sanitaria. Gentiloni dopo le decine di miliardi […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, per bocca della sindacalista il vicepresidente dell’Italtrasfo (Gruppo ABB) ringrazia i dipendenti, che dopo l’annuncio dei licenziamenti con chiusura della fabbrica, continuano a lavorare fino all’ultimo giorno per finire le commesse, senza lotta, senza opporsi ai licenziamenti, tanto che, riferisce sempre la sindacalista, padrone e dirigenti: “ non se lo aspettavano”. Per affossare definitivamente ogni eventuale tentativo degli operai, o proposta di opporsi ai licenziamenti, la sindacalista si fa ancora portavoce del padrone, comunicando agli operai che, se continueranno a fare i bravi, il padrone regalerà loro uno zuccherino a testa per “addolcire” il licenziamento e […] 0

    No al sindacato agenzia dei licenziamenti

    Caro Operai Contro, per bocca della sindacalista il vicepresidente dell’Italtrasfo (Gruppo ABB) ringrazia i dipendenti, che dopo l’annuncio dei licenziamenti con chiusura della fabbrica, continuano a lavorare fino all’ultimo giorno per finire le commesse, senza lotta, senza opporsi ai licenziamenti, tanto che, riferisce sempre la sindacalista, padrone e dirigenti: “ non se lo aspettavano”. Per affossare definitivamente ogni eventuale tentativo degli operai, o proposta di opporsi ai licenziamenti, la sindacalista si fa ancora portavoce del padrone, comunicando agli operai che, se continueranno a fare i bravi, il padrone regalerà loro uno zuccherino a testa per “addolcire” il licenziamento e […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, il parlamento della Catalogna ha approvato l’indipendenza Il premier spagnolo Mariano Rajoy, l’erede del fascista Franco, prepara la guerra civile E’ una grande occasione per gli operai di tutto il mondo Dalla parte degli operai e del popolo Catalano Gli operai sono contro l’ordine dei padroni Un operaio di Torino dal fatto quotidiano Il Parlamento catalano ha deciso: sì all’indipendenza. La risoluzione che sancisce la nascita della Repubblica catalana è stata approvata a scrutinio segreto dai deputati del Parlament di Barcellona con 70 voti favorevoli, 10 contrari e 2 schede bianche. L’opposizione unionista non ha partecipato al voto, […] 0

    Catalogna, il Parlamento approva la risoluzione di indipendenza

    Redazione di Operai Contro, il parlamento della Catalogna ha approvato l’indipendenza Il premier spagnolo Mariano Rajoy, l’erede del fascista Franco, prepara la guerra civile E’ una grande occasione per gli operai di tutto il mondo Dalla parte degli operai e del popolo Catalano Gli operai sono contro l’ordine dei padroni Un operaio di Torino dal fatto quotidiano Il Parlamento catalano ha deciso: sì all’indipendenza. La risoluzione che sancisce la nascita della Repubblica catalana è stata approvata a scrutinio segreto dai deputati del Parlament di Barcellona con 70 voti favorevoli, 10 contrari e 2 schede bianche. L’opposizione unionista non ha partecipato al voto, […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i padroni dell’ILVA sfruttano sino alla morte noi operai Da molti anni denunciamo gli assassini di noi operai e dei nostri figli. La magistratura alle volte ha finto di interessarsi, ma niente è cambiato Ora la magistratura si accorge delle colline di rifiuti industriali creati dall’Ilva Oltre 4000 operai dell’Ilva verranno licenziati dai nuovi padroni e potranno  morire di fame. Gli operai che avranno la condanna di restare all’ILVA potranno morire di lavoro e rifiuti Solo la rivolta di noi operai può cambiare la realtà Un operaio dell’ILVA Dalla Gazzetta  del Mezzogiorno TARANTO – Disastro […] 0

    ILVA: 5 MILIONI DI METRI CUBI DI RIFIUTI

    Redazione di Operai Contro, i padroni dell’ILVA sfruttano sino alla morte noi operai Da molti anni denunciamo gli assassini di noi operai e dei nostri figli. La magistratura alle volte ha finto di interessarsi, ma niente è cambiato Ora la magistratura si accorge delle colline di rifiuti industriali creati dall’Ilva Oltre 4000 operai dell’Ilva verranno licenziati dai nuovi padroni e potranno  morire di fame. Gli operai che avranno la condanna di restare all’ILVA potranno morire di lavoro e rifiuti Solo la rivolta di noi operai può cambiare la realtà Un operaio dell’ILVA Dalla Gazzetta  del Mezzogiorno TARANTO – Disastro […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, il parlamento dei parassiti ha approvato la nuova legge elettorale. Sono le regole con cui i gangster al servizio dei padroni si spartiranno i voti delle prossime elezioni. Sono le regole che mettono d’accordo le varie bande di gangster I partiti si spartiranno meno del 40% di voti. Andranno a votare i padroni e le loro famiglie. i politici parassiti e i loro familiari, polizia e carabinieri. Spero solo che TV e giornali  la smettano con tutte le cretinate con cui ci hanno stordito in questi giorni Un operaio di Torino Facebook Comments 0

    LA LEGGE ELETTORALE

    Redazione di Operai Contro, il parlamento dei parassiti ha approvato la nuova legge elettorale. Sono le regole con cui i gangster al servizio dei padroni si spartiranno i voti delle prossime elezioni. Sono le regole che mettono d’accordo le varie bande di gangster I partiti si spartiranno meno del 40% di voti. Andranno a votare i padroni e le loro famiglie. i politici parassiti e i loro familiari, polizia e carabinieri. Spero solo che TV e giornali  la smettano con tutte le cretinate con cui ci hanno stordito in questi giorni Un operaio di Torino Facebook Comments

    Continue Reading