LANDINI E IL CONTRATTO DEI METALMECCANICI

Redazione di Operai Contro, In questi giorni la Fiom sta facendo assemblee e direttivi per discutere su la piattaforma presentata da Federmeccanica, nei direttivi i segretari e funzionari difendono la piattaforma facendo interventi molto chiari che vogliono firmare l’accordo a tutti costi attaccando i delegati che la pensano diversamente da loro. Ricordo che la Fiom non ha nessun mandato per discutere con federmeccanica per il semplice motivo che meno della meta dei metalmeccanici non ha votato, la segreteria nazionale della Fiom esulta di avere il 94% di consenso, ma il dato non e cosi perche’ su 520000 metalmeccanici hanno […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

In questi giorni la Fiom sta facendo assemblee e direttivi per discutere su la piattaforma presentata da Federmeccanica, nei direttivi i segretari e funzionari difendono la piattaforma facendo interventi molto chiari che vogliono firmare l’accordo a tutti costi attaccando i delegati che la pensano diversamente da loro.
Ricordo che la Fiom non ha nessun mandato per discutere con federmeccanica per il semplice motivo che meno della meta dei metalmeccanici non ha votato, la segreteria nazionale della Fiom esulta di avere il 94% di consenso, ma il dato non e cosi perche’ su 520000 metalmeccanici hanno votato solo 220000 più o  meno.
Landini vuole a tutti costi questo accordo perche’ se non lo firma adesso sara l’unico segretario della Fiom a non firmare un accordo di un contratto nazionale, visto che è in scadenza il suo mandato, lo vuole fare per capriccio suo danneggiando tutti i metalmeccanici, offrendo diritti gia’ acquisiti e penalizzando i lavoratori a livello economico visto la proposta economica avanzata su la piattaforma.
L’incontro del 22/12/2015 sara’ decisivo, la Fiom di Landini avra due scelte, penalizzare gli operai facendo un accordo a perdere o rompere il tavolo con gli altri sindacati e federmeccanica proclamando scioperi.
Conoscendo la linea di Landini lui scegliera’ a tutti costi di fare un accordo a scapito dei lavoratori metalmeccanici.
Devo dire che il burocrate Landini si e venduto prima a Camusso, poi ai Padroni per inculare gli operai dimenticando le sue origine da saldatore fallito opportunista, dimenticando le fabbriche.

Un Operaio metalmeccanico

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.