Giornale, Numero 3 del 3 settembre 2018

GOVERNO DELLA NOVITA': SGOMBERA IN FRETTA GLI IMMOBILI OCCUPATI

Redazione di Operai Contro Il governo, tramite il Ministero dell’Interno, ha emesso istruzioni per sgomberare in fretta gli immobili occupati. Gli occupanti sono senza casa e poveri in genere. Vedi […]

Redazione di Operai Contro

Il governo, tramite il Ministero dell’Interno, ha emesso istruzioni per sgomberare in fretta gli immobili occupati. Gli occupanti sono senza casa e poveri in genere.

Vedi circolare allegata.

Questo governo che si vanta di essere innovatore accelera lo sgombero degli  immobili occupati seguendo la politica iniziata dal precedente ministro  Minniti.
Il governo si è scordato le promesse elettorali in favore del lavoro ma è veloce nel servire gli interessi di banche e grosse immobiliari che premono per rimettere sul mercato gli immobili in questione, ora che il mercato si sta riprendendo. E gli sgomberi sono di fatto già iniziati da alcuni mesi.

La circolare esordisce con “L’occupazione abusiva degli immobili costituisce da tempo una delle principali problematiche che affliggono i grandi centri urbani del Paese, conseguenza a volte della difficoltà di porre in essere politiche territoriali, urbanistiche e sociali, finalizzate alla riqualificazione delle aree periferiche e alla riduzione dei fattori di marginalità sociale.”
La soluzione alla “problematica” non è una politica della casa ma è buttare fuori gli occupanti in fretta per liberare gli immobili. Non tocca al Ministero dell’Interno definire la politica della casa. Ma comunque nessun altro ministro innovatore, e neanche il signor Fontana, fautore della “vera” famiglia,si interessa del problema alloggi.
Il Ministero dell’Interno usa la politica del bastone e della carota per dividere gli occupanti: dice  “al fine di assicurare il concorso della Forza pubblica per l’esecuzione dei provvedimenti di sgombero, il Prefetto individui una scala di priorità che tenga conto della “tutela delle famiglie in situazioni di disagio economico o sociale”, cioè  dividere gli occupanti sulla base dei loro interessi immediati e promessa di randellate ai chi non ha diritto all’attenzione.
Da notare, di passaggio,  che tutti gli occupanti sono in situazione di disagio e quindi vanno tutti tutelati !

A pagine 4 e 5 della circolare finalmente viene resa chiara la filosofia che guida l’azione di questi innovatori:
“l’occupazione abusiva non lede i soli interessi della parte proprietaria, ma lede anche il generale interesse dei consociati alla convivenza  ordinata e pacifica e assume un’inequivoca valenza eversiva”, e  ” l’esecuzione degli sgomberi forzati può certamente determinare immediati, ma evidenti e limitati,
turbamenti dell’ordine pubblico, la tolleranza delle occupazioni abusive, al contrario, può determinare situazioni di pericolo meno evidenti ma decisamente più gravi
nel medio e nel lungo periodo”
– valenza eversiva, cioè contro la proprietà privata
– situazioni di pericolo meno evidenti, cioè aggregazione di mutuo soccorso e lotta popolari
e cioè questo governo è sempre sollecito a difendere gli interessi immediati e futuri dei padroni

Da fonti giornalistiche in Italia sarebbero almeno 48.000 gli immobili occupati. Un gran numero di persone che non hanno alternative abitative: se saranno capaci di organizzarsi per resistere, senza dividersi, potranno portare il governo a più miti consigli.

circolare_2018_0059445 Ministero Interni per sgombero immobili

Un lettore

Lascia una risposta