Giornale, Numero 16 del 16 aprile 2018

Sigonella sbugiarda Gentiloni

Caro Operai Contro, massima allerta nella base Nato di Sigonella, come riporta anche un articolo di Siracusa News del 14 aprile. Dalla struttura militare sono partiti nei giorni scorsi aerei […]

Caro Operai Contro, massima allerta nella base Nato di Sigonella, come riporta anche un articolo di Siracusa News del 14 aprile. Dalla struttura militare sono partiti nei giorni scorsi aerei spia in missione esplorativa in Siria e ieri poco prima delle 3 di notte (le 22 a Washington) il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato alla nazione di aver ordinato l’attacco.

Gentiloni mente quando dice che l’Italia non partecipa all’attacco alla Siria. Di fatto fornisce l’uso delle basi Nato da dove sono partiti aerei spia in missione esplorativa in Siria. Sigonella sbugiarda Gentiloni.

Saluti da Lentini

 

Allego un articolo da Siracusa News 14 aprile 2018

A Sigonella è allerta massima: la base Nato tra Catania e Siracusa in stato di guerra.

Proprio ieri sera un forte boato è stato avvertito in città e persino ad Avola e l’ipotesi più attendibile è che fossero i caccia decollati dalla base Nato

In stato di massima allerta la base Nato di Sigonella. Dalla struttura militare sono partiti nei giorni scorsi aerei spia in missione esplorativa in Siria e ieri poco prima delle 3 di notte (le 22 a Washington) il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato alla nazione di aver ordinato l’attacco.

Proprio ieri sera un forte boato è stato avvertito in città e persino ad Avola e l’ipotesi più attendibile è che fossero i caccia decollati dalla base Nato.

L’Italia non fornisce supporto militare alle operazioni statunitensi ma concede l’uso delle basi Nato sul proprio territorio. A Sigonella, che ricade nell’area di Lentini ma di fatto è territorio americano, quindi, sono state aumentate le misure di sicurezza e limitati al minimo e dichiarato lo stato di guerra.

Lascia una risposta