Giornale, Numero 26 del 26 dicembre 2018

UNGHERIA : ORBAN IL SERVO DEI PADRONI E GRANDE AMICO DI SALVINI

Con la nuova normativa, fatta approvare da Orban, operai e lavoratori Ungheresi possono essere costretti a fare 400 ore di straordinari l’anno. Operai e lavoratori saranno costretti a lavorare in […]

Con la nuova normativa, fatta approvare da Orban, operai e lavoratori Ungheresi possono essere costretti a fare 400 ore di straordinari l’anno. Operai e lavoratori saranno costretti a lavorare in media legalmente 48 ore settimanali, senza essere compensati alla fine del mese o dell’anno per il lavoro straordinario: il pagamento finale per gli straordinari potrà essere atteso solo alla fine del terzo anno e quindi senza alcuna garanzia che le ore supplementari siano conteggiate come straordinari in quanto distribuite in così tanto tempo. Se nel frattempo l’operaio viene licenziato,gli straordinari non gli saranno pagati. Gli operai e i lavoratori ungheresi hanno bisogno di salari più alti e non di più straordinari. La flessibilità esistente dal 2012 dell’orario di lavoro che consentiva 250 ore di lavoro straordinario all’anno, non era più utile ai padroni ungheresi sono passati a chiederne 400 ore. Con un costo della vita in media poco inferiore a quello italiano e un salario medio di 600 € ,operai e lavoratori sono ridotti alla fame

Un giovane

Lascia una risposta