Archive for Dicembre 28th, 2018

  • Dopo le vicende delle votazioni per l’ultima legge finanziaria, una cosa è chiara: la forma parlamentare del potere della repubblica borghese non serve più a niente, il parlamento può essere sciolto in qualunque momento e quando vorranno lo scioglieranno. Era in funzione anche prima dell’avvento del fascismo e nel momento in cui diventò un intoppo alla nuova gestione del potere dei padroni venne sciolto senza problemi. C’erano i deputati, i partiti, il governo eletto tramite elezioni, il voto di fiducia, ma non servivano più e Mussolini li mandò a casa A che punto siamo arrivati oggi? Oggi detta legge […] 0

    Il parlamento è finito

    Dopo le vicende delle votazioni per l’ultima legge finanziaria, una cosa è chiara: la forma parlamentare del potere della repubblica borghese non serve più a niente, il parlamento può essere sciolto in qualunque momento e quando vorranno lo scioglieranno. Era in funzione anche prima dell’avvento del fascismo e nel momento in cui diventò un intoppo alla nuova gestione del potere dei padroni venne sciolto senza problemi. C’erano i deputati, i partiti, il governo eletto tramite elezioni, il voto di fiducia, ma non servivano più e Mussolini li mandò a casa A che punto siamo arrivati oggi? Oggi detta legge […]

    Continue Reading

  • Di Maio in campagna elettorale aveva promesso l’abolizione del Jobs act. Si è occupato dei contratti a termine, di dignità del lavoro, ma la libertà di licenziare di Renzi è rimasta tale e quale. Caro Operai Contro, la libertà dei licenziamenti facili è rimasta identica a quella del governo Renzi. Di Maio tra la promessa di abolire lo “sfruttamento” e l’affermazione di aver “abolito la povertà”, un vero insulto per i poveri, ha invece monetizzato ulteriormente i licenziamenti, sproloquiando ed emanando un decreto sulla “dignità del lavoro”, lasciando intatti i licenziamenti facili. Si ricorderà che in campagna elettorale Di […] 0

    Da Renzi a Di Maio la libertà di licenziare non si tocca

    Di Maio in campagna elettorale aveva promesso l’abolizione del Jobs act. Si è occupato dei contratti a termine, di dignità del lavoro, ma la libertà di licenziare di Renzi è rimasta tale e quale. Caro Operai Contro, la libertà dei licenziamenti facili è rimasta identica a quella del governo Renzi. Di Maio tra la promessa di abolire lo “sfruttamento” e l’affermazione di aver “abolito la povertà”, un vero insulto per i poveri, ha invece monetizzato ulteriormente i licenziamenti, sproloquiando ed emanando un decreto sulla “dignità del lavoro”, lasciando intatti i licenziamenti facili. Si ricorderà che in campagna elettorale Di […]

    Continue Reading

  • Con una legge del governo, l’orario di lavoro straordinario passa da 250 a 400 ore l’anno. Il padrone ha fino a tre anni per retribuirlo, gli operai manifestano tutti i giorni contro la legge schiavitù. Il capo del governo è Orban, il grande amico di Salvini. 3-Ungheria in rivolta. La scoperta di essere schiavi Facebook Comments 0

    Ungheria in rivolta. La scoperta di essere schiavi

    Con una legge del governo, l’orario di lavoro straordinario passa da 250 a 400 ore l’anno. Il padrone ha fino a tre anni per retribuirlo, gli operai manifestano tutti i giorni contro la legge schiavitù. Il capo del governo è Orban, il grande amico di Salvini. 3-Ungheria in rivolta. La scoperta di essere schiavi Facebook Comments

    Continue Reading

  •  I paesi capitalisti più forti si accusano a vicenda. Sono in concorrenza per il controllo dei mercati, si preparano alla guerra come opzione reale. Il 20 dicembre si è svolta la rituale conferenza stampa di fine anno del Presidente della Russia, Vladimir Putin. In un clima da stadio, 1700 giornalisti da tutto il mondo, è stata l’occasione per il nuovo zar della borghesia russa per dire a tutte le altre quanto lo stato geograficamente più grande del pianeta sia anche una potenza rilevante per risorse ed economia. Non sarà l’Urss della Guerra Fredda, ma la Russia rimane la seconda […] 0

    Putin mette le mani avanti

     I paesi capitalisti più forti si accusano a vicenda. Sono in concorrenza per il controllo dei mercati, si preparano alla guerra come opzione reale. Il 20 dicembre si è svolta la rituale conferenza stampa di fine anno del Presidente della Russia, Vladimir Putin. In un clima da stadio, 1700 giornalisti da tutto il mondo, è stata l’occasione per il nuovo zar della borghesia russa per dire a tutte le altre quanto lo stato geograficamente più grande del pianeta sia anche una potenza rilevante per risorse ed economia. Non sarà l’Urss della Guerra Fredda, ma la Russia rimane la seconda […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro. non sono ancora definite le modalità che verranno stabilite per chiedere il reddito di cittadinanza. Stando alle bozze che circolano in questi giorni, già da febbraio sarà online il portale attraverso il quale si potranno acquisire informazioni su come ottenere il reddito di cittadinanza. Quindi il governo ha stabilito una prima condizione per i 6 milioni di poveri: dovranno possedere un PC e saperlo usare dovranno pagare un collegamento a Internet. oppure dovranno fornirsi di buoni Smartphone e buoni contratti.  Oppure dovranno  pagare ( i CAF dei sindacati  gia sbavano). Ma siamo solo al primo […] 0

    Reddito di cittadinanza: andrà alle imprese

    Redazione di Operai Contro. non sono ancora definite le modalità che verranno stabilite per chiedere il reddito di cittadinanza. Stando alle bozze che circolano in questi giorni, già da febbraio sarà online il portale attraverso il quale si potranno acquisire informazioni su come ottenere il reddito di cittadinanza. Quindi il governo ha stabilito una prima condizione per i 6 milioni di poveri: dovranno possedere un PC e saperlo usare dovranno pagare un collegamento a Internet. oppure dovranno fornirsi di buoni Smartphone e buoni contratti.  Oppure dovranno  pagare ( i CAF dei sindacati  gia sbavano). Ma siamo solo al primo […]

    Continue Reading