Giornale, Numero 8 del 8 ottobre 2018

DI MAIO: IL RE DEL PACCO, PACCOTTO E CONTROPACCOTTO

Redazione di operai Contro Non sappiamo ancora se a Marzo 2019 ci sarà il reddito di cittadinanza, ma a sentire i dibattiti televisivi dei marchettari di turno è già fatto. […]

Redazione di operai Contro

Non sappiamo ancora se a Marzo 2019 ci sarà il reddito di cittadinanza, ma a sentire i dibattiti televisivi dei marchettari di turno è già fatto.

 Non sappiamo ancora quiali sono i poveri che potranno averlo e quale documentazione dovranno presentare

 Di Maio il mago del pacco annuncia:

 – Il reddito di cittadinanza ha eliminato la miseria di 6 milioni di italiani

 – Il reddito di cittadinanza contrariamente a quanto annunciato nelle scorse settimane – non sarò erogato solo agli italiani ma andrà a tutti i “residenti da almeno 10 anni in Italia”. Isee e Salvini permettendo.

 – Il reddito di cittadinanza non sarà elargito direttamente dallo Stato al cittadino tramite bonifico. Sarà messo su carta elettronica.

 E’ la tecnica del mago della truffa di Berlusconi l’esperto Tremonti

 Di Maio ha spiegato che la tessera della miseria, è legata al fatto “che questi soldi ( ma quali soldi) si devono spendere presso gli esercizi commerciali italiani per far crescere l’economia e limitare al massimo le spese fuori dall’Italia”. In questo modo, continua il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, “avremo un gettito Iva e Pil superiore alle aspettative perche inonderemo le piccole imprese e i commercianti“.

 Per di Maio il reddito di cittadinanza ai poveri servirà a fare diventare più ricchi i piccolo borghesi ( piccole imprese e commercianti) che applaudono il governo del M5S-Lega

 Un lavoratore

Lascia una risposta