Giornale, Numero 027 del 23 aprile 2015, Versione Cartacea

OPERAI CONTRO N 135 DELL’APRILE 2015

E’ importante leggerlo. Giornale di critica sociale e di educazione politica se lo si vuole in versione cartacea basta abbonarsi e richiederlo a info@operaicontro.it Tra breve pubblicheremo i punti di […]

E’ importante leggerlo. Giornale di critica sociale e di educazione politica

se lo si vuole in versione cartacea basta abbonarsi e richiederlo a info@operaicontro.it

Tra breve pubblicheremo i punti di distribuzione

Pubblichiamo un breve pezzo dall’articolo di E.A.  In allegato in formato pdf l’intero giornale

QUESTIONI DI PARTITO

Prima questione
Per arrivare a concepire la necessità e la possibilità
di un partito operaio indipendente occorre innanzitutto
riconoscersi come classe sociale particolare. Siamo operai
e cioè produttori diretti della ricchezza materiale, noi
oggettiviamo il nostro lavoro in un prodotto materiale.
Ma questa caratteristica appartiene ai produttori diretti
dall’inizio della storia dell’umanità. Noi operai moderni
ci distinguiamo da quegli altri produttori per il fatto che
produciamo la ricchezza materiale in un rapporto sociale
particolare: quello del lavoro salariato. Siamo i diretti
agenti della produzione materiale sotto il comando del
padrone e possiamo produrre questa ricchezza alla sola
condizione che il padrone realizzi, dal nostro lavoro,
un profitto. Noi non collaboriamo alla produzione delle
merci, noi le produciamo. Siamo in un rapporto sociale
in cui, come operai, siamo costretti in una contraddizione
esplosiva: o produrre sotto il padrone per renderlo
sempre più ricco e potente, o morire di fame pur essendo
gli agenti diretti della produzione. O moderni schiavi nei
luoghi di lavoro o poveri a chiedere sussidi negli uffici

OC135

Lascia una risposta