About Author: Roberto

No information is provided by the author.

Posts by Roberto

  • Lombardia, 1 semestre 2019. 375 aziende in crisi, 30796 dipendenti, 16502 sospesi dal lavoro. Lo dice un rapporto della FIM, ma l’ISTAT racconta che l’occupazione è aumentata. Facebook Comments 0

    SOSPESI DAL LAVORO, RIDOTTI ALLA MISERIA

    Lombardia, 1 semestre 2019. 375 aziende in crisi, 30796 dipendenti, 16502 sospesi dal lavoro. Lo dice un rapporto della FIM, ma l’ISTAT racconta che l’occupazione è aumentata. Facebook Comments

    Continue Reading

  • Dalle sconfitte si può imparare, dalle promesse di reindustrializzazione mai realizzate si può imparare a non fidarsi più né dei ministri e nemmeno dei sindacalisti collaborazionisti. Gli operai della Whirpool sono sulla buona strada Facebook Comments 0

    WHIRLPOOL E DI MAIO, L’EPILOGO

    Dalle sconfitte si può imparare, dalle promesse di reindustrializzazione mai realizzate si può imparare a non fidarsi più né dei ministri e nemmeno dei sindacalisti collaborazionisti. Gli operai della Whirpool sono sulla buona strada Facebook Comments

    Continue Reading

  • 49 mila operai della General Motors sono in sciopero da domenica 15 settembre alle ore 23.59. 31 fabbriche e 22 magazzini di distribuzione dei pezzi sono bloccate Facebook Comments 0

    A DETROIT SI RICOMINCIA A BALLARE

    49 mila operai della General Motors sono in sciopero da domenica 15 settembre alle ore 23.59. 31 fabbriche e 22 magazzini di distribuzione dei pezzi sono bloccate Facebook Comments

    Continue Reading

  • Annotiamo da subito che nello stesso periodo in cui hanno aperto la crisi e i rappresentanti dei partiti si incontravano e discutevano, negli ovattati saloni dei ministeri, quattro operai al giorno morivano sul lavoro. Tanto per avere un’idea della realtà. Il nuovo governo Conte è pronto per andare al voto di fiducia. Si fonda su una nuova maggioranza PD- 5 stelle. Salvini e la Lega da forza di governo sono finiti all’opposizione. Salvini mezzo bevuto e mezzo invasato ha aperto, agli inizi di agosto, la crisi di governo. Tutti si sono chiesti come ha potuto fare un errore del […] 0

    NUOVE ALLEANZE, NUOVO GOVERNO, GLI OPERAI CONTINUANO A MORIRE

    Annotiamo da subito che nello stesso periodo in cui hanno aperto la crisi e i rappresentanti dei partiti si incontravano e discutevano, negli ovattati saloni dei ministeri, quattro operai al giorno morivano sul lavoro. Tanto per avere un’idea della realtà. Il nuovo governo Conte è pronto per andare al voto di fiducia. Si fonda su una nuova maggioranza PD- 5 stelle. Salvini e la Lega da forza di governo sono finiti all’opposizione. Salvini mezzo bevuto e mezzo invasato ha aperto, agli inizi di agosto, la crisi di governo. Tutti si sono chiesti come ha potuto fare un errore del […]

    Continue Reading

  • Voleva la revoca delle concessioni autostradali di Benetton, Benetton ha ottenuto la revoca del suo mandato di Ministro delle infrastrutture. Per lui non c’è più posto nel nuovo governo, nemmeno fra i sottosegretari. Nelle sue sfuriate aveva osato troppo Facebook Comments 0

    POVERO TONINELLI

    Voleva la revoca delle concessioni autostradali di Benetton, Benetton ha ottenuto la revoca del suo mandato di Ministro delle infrastrutture. Per lui non c’è più posto nel nuovo governo, nemmeno fra i sottosegretari. Nelle sue sfuriate aveva osato troppo Facebook Comments

    Continue Reading

  • Salvini, il caporale di giornata con aspirazioni da capitano, è capace di sostenere contemporaneamente più posizioni contrarie le une con le altre. Prima gli italiani, dopo i soldi di Putin. Salvini è capace di fare un’affermazione roboante e immediatamente dopo dichiarare l’esatto contrario di quanto sostenuto, dando prova di usare slogan e pagliacciate di rete per fini esclusivamente elettoralistici. Così in questi ultimi anni, per ingraziarsi i piccoli padroncini del Nord alle prese con l’agguerrita concorrenza internazionale, è passato dalle dichiarazioni di disprezzo per l’Italia «il tricolore non mi rappresenta, non la sento come la mia bandiera. A casa […] 0

    PATRIOTI CON I SOLDI DI PUTIN

    Salvini, il caporale di giornata con aspirazioni da capitano, è capace di sostenere contemporaneamente più posizioni contrarie le une con le altre. Prima gli italiani, dopo i soldi di Putin. Salvini è capace di fare un’affermazione roboante e immediatamente dopo dichiarare l’esatto contrario di quanto sostenuto, dando prova di usare slogan e pagliacciate di rete per fini esclusivamente elettoralistici. Così in questi ultimi anni, per ingraziarsi i piccoli padroncini del Nord alle prese con l’agguerrita concorrenza internazionale, è passato dalle dichiarazioni di disprezzo per l’Italia «il tricolore non mi rappresenta, non la sento come la mia bandiera. A casa […]

    Continue Reading

  • La multinazionale franco-indiana dell’acciaio per ora ha vinto su tutto il campo. Ha dettato la linea, e il governo, i politici e i sindacati si sono genuflessi e hanno obbedito, accettandone e perseguendone con zelo la volontà. Il governo giallo-verde, prima di calare il sipario, ha varato in tutta fretta il decreto-legge con le tutele legali per Arcelor Mittal legate all’attuazione del Piano ambientale, la cosiddetta “disposizione salva Ilva”. Con il decreto-legge “Lavoro e crisi aziendali” ha reintrodotto per l’ex Ilva lo scudo penale “a tempo”, cioè le tutele “a scadenza” che, con grande sfoggio di demagogia, erano state […] 0

    ARCELOR MITTAL TARANTO, TORNA LO SCUDO PENALE

    La multinazionale franco-indiana dell’acciaio per ora ha vinto su tutto il campo. Ha dettato la linea, e il governo, i politici e i sindacati si sono genuflessi e hanno obbedito, accettandone e perseguendone con zelo la volontà. Il governo giallo-verde, prima di calare il sipario, ha varato in tutta fretta il decreto-legge con le tutele legali per Arcelor Mittal legate all’attuazione del Piano ambientale, la cosiddetta “disposizione salva Ilva”. Con il decreto-legge “Lavoro e crisi aziendali” ha reintrodotto per l’ex Ilva lo scudo penale “a tempo”, cioè le tutele “a scadenza” che, con grande sfoggio di demagogia, erano state […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, se il sindacalista arrivato in fabbrica dopo “l’infortunio” mortale di un operaio, intervistato dal telegiornale dichiara che le morti sul lavoro sono dovute ad un “problema culturale”, è come dire che la colpa degli infortuni sul lavoro sarebbe degli operai che non sono abbastanza acculturati per evitarli. Questo non è solo lo sfogo di un singolo sindacalista, è in sintonia con le posizioni dei vertici sindacali. La colpa degli infortuni sul lavoro non sarebbe quindi dei padroni e dei loro governi che, per “risparmiare”, non mettono gli operai in condizioni di lavorare in sicurezza, impiegandoli in […] 0

    RISCHIARE LA PELLE, OPERAI AL LAVORO COME MIGRANTI SUI BARCONI

    Caro Operai Contro, se il sindacalista arrivato in fabbrica dopo “l’infortunio” mortale di un operaio, intervistato dal telegiornale dichiara che le morti sul lavoro sono dovute ad un “problema culturale”, è come dire che la colpa degli infortuni sul lavoro sarebbe degli operai che non sono abbastanza acculturati per evitarli. Questo non è solo lo sfogo di un singolo sindacalista, è in sintonia con le posizioni dei vertici sindacali. La colpa degli infortuni sul lavoro non sarebbe quindi dei padroni e dei loro governi che, per “risparmiare”, non mettono gli operai in condizioni di lavorare in sicurezza, impiegandoli in […]

    Continue Reading

  • Nello stabilimento della Whirlpool a Napoli, la caduta del governo assume un altro significato, gli operai guardavano al nuovo Cesare, Matteo Salvini, ed al sempre sorridente Di Maio, non come venivano presentati dai media in questo mese di crisi di governo, ma come l’ultima spiaggia per la loro crisi, una crisi molto più preoccupante di quella del governo, una crisi che rischia di non fargli più portare lo stipendio a casa. Come al solito, chi dovrebbe rappresentarli e guidarli contro il padrone, li ha spinti in un vicolo cieco. Il sindacato non ha trovato di meglio che puntare ad […] 0

    WHIRLPOOL E DI MAIO

    Nello stabilimento della Whirlpool a Napoli, la caduta del governo assume un altro significato, gli operai guardavano al nuovo Cesare, Matteo Salvini, ed al sempre sorridente Di Maio, non come venivano presentati dai media in questo mese di crisi di governo, ma come l’ultima spiaggia per la loro crisi, una crisi molto più preoccupante di quella del governo, una crisi che rischia di non fargli più portare lo stipendio a casa. Come al solito, chi dovrebbe rappresentarli e guidarli contro il padrone, li ha spinti in un vicolo cieco. Il sindacato non ha trovato di meglio che puntare ad […]

    Continue Reading