Predica bene e firma male

In Italia abbiamo due grandi predicatori di buoni sentimenti, di alto umanitarismo, di rispetto per i poveri, di necessaria integrazione sociale. Il primo rappresenta i cattolici, Francesco papa, al quale prima o poi bisognerà chiedere conto della ricchezza della sua chiesa, l’altro è Mattarella presidente della Repubblica al quale chiediamo subito di spiegare perché dopo tanto insistere sullo spirito umanitario, sul rispetto della dignità di tutti gli esseri umani ha firmato, quasi sotto silenzio la legge di Salvini- Di Maio sulla sicurezza. Eppure c’è l’articolo 10 della Costituzione italiana che riportiamo di seguito “… Lo straniero, al quale sia […]
Condividi:

In Italia abbiamo due grandi predicatori di buoni sentimenti, di alto umanitarismo, di rispetto per i poveri, di necessaria integrazione sociale. Il primo rappresenta i cattolici, Francesco papa, al quale prima o poi bisognerà chiedere conto della ricchezza della sua chiesa, l’altro è Mattarella presidente della Repubblica al quale chiediamo subito di spiegare perché dopo tanto insistere sullo spirito umanitario, sul rispetto della dignità di tutti gli esseri umani ha firmato, quasi sotto silenzio la legge di Salvini- Di Maio sulla sicurezza. Eppure c’è l’articolo 10 della Costituzione italiana che riportiamo di seguito “… Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha il diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge.” Noi non siamo amanti della Costituzione, in suo nome e secondo le sue disposizioni, dal dopoguerra ad oggi è stato possibile da parte dei padroni e dei loro governi di realizzare ogni tipo di sfruttamento e di nefandezze sociali, ma almeno chi se ne fa garante e paladino non la riduca apertamente e senza una minima vergogna in carta straccia.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.