COME BESTIE AL MACELLO

All’inizio di Settembre il governo del cambiamento e i sindacalisti delle mazzette ci hanno venduto ad Arcelor Mittal. Niente è cambiato rispetto al passato. Noi operai dell’ILVA rimasti al lavoro continuiamo a produrre profitti con la morte sulle spalle per il padrone Arcelor Mittal. Noi operai sappiamo che ogni giorno potrà essere il giorno della nostra morte. Noi operai sappiamo che i nostri figli e mogli continueranno ad essere avvelenati dall’ILVA. Molti di noi per sfortuna riusciranno a salvarsi dalla mattanza e moriranno ammalati. Il governo attuale continua a far funzionare impianti dell’ILVA posti sotto sequestro penale prospettando per […]
Condividi:

All’inizio di Settembre il governo del cambiamento e i sindacalisti delle mazzette ci hanno venduto ad Arcelor Mittal.
Niente è cambiato rispetto al passato.

Noi operai dell’ILVA rimasti al lavoro continuiamo a produrre profitti con la morte sulle spalle per il padrone Arcelor Mittal.

Noi operai sappiamo che ogni giorno potrà essere il giorno della nostra morte.

Noi operai sappiamo che i nostri figli e mogli continueranno ad essere avvelenati dall’ILVA.

Molti di noi per sfortuna riusciranno a salvarsi dalla mattanza e moriranno ammalati.

Il governo attuale continua a far funzionare impianti dell’ILVA posti sotto sequestro penale prospettando per di più un aumento della produzione e promettendo un impossibile taglio delle emissioni complessive

Come bestie ogni mattina dobbiamo entrare nello stabilimento dell’ILVA.
Gli imbecilli della piccola borghesia del M5S ci dicono che l’accordo fatto da Di Maio è il meglio che si poteva ottenere.
Gli imbecilli al servizio del governo e i sindacalisti ci costringono a lavorare e stare zitti.

Ci vogliono far credere che
– con i miracoli delle tecnologie che taglieranno del 30% le polveri delle emissioni dei camini
– il padrone Arcelor Mittal propaganda che aumentando del 66% la produzione l’inquinamento diminuirà.

Non siamo riusciti a costruire il Partito Operaio e borghesi e piccolo borghesi ci strangolano

Devono stare attenti

Un operaio dell’ILVA

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.